VITAMINA D E SALUTE OSSEA (UPDATE 29-7-2022)

Scritto da Angelo

Categorie: Salute

29 Luglio 2022

PREMESSA: la funzione più nota della VITAMINA D è quella di promuovere la salute ossea. Lo sanno persino i guru, che la propongono ossessivamente e a dosaggi monster.

Il 28 luglio 2022, il New England Journal of Medicine, considerato il journal scientifico più importante al mondo, pubblica un importantissimo studio sulla VITAMINA D (a supplemento) e la salute ossea.

Lo studio è un trail “two by two” controllato, randomizzato a doppio cieco, cazzi e mazzi e triccheballacche… Che ha coinvolto anche l’utilizzo degli omega 3.

Studio eseguito su MIGLIAIA E MIGLIAIA di persone…

Un SUPER-GOLD STANDARD della ricerca scientifica seria ed inoppugnabile. Ha confermato cose che avevo anticipato già con molti dati nel mio libro/mattone VITAMINA D che potete acquistare qui:

VITAMINA D (T.R.U. Edizioni)

Lo studio è durato “pochissimo”5 ANNI E 4 MESI…
Il dosaggio giornaliero era di 2000 UI/die su soggetti di mezze età ed anziani ai quali non era stata fatta la valutazione dello stato della VITAMINA D (25OHD3) prima di incominciare lo studio.

Del resto:

A- non serve a nulla se non integrato con altre analisi (al più per sospettare infiammazioni croniche o acute), anche se per i guru è il gold standard della valutazione insieme al PTH…

B- i guru comunque dicono che TUTTI dovrebbero integrare quest’ormone… Quanto meno le 2000 UI/die di “sopravvivenza”… Altrimenti non sei nessuno e muori giovane…

Le conclusioni sono, come sempre accade nei trial seri, molto amare per i fan e guru della VITAMINA D. Un boccone indigeribile…

Questi guru della VITAMINA D sono davvero strani perchè, invece di ragionare, studiare e soprattutto confrontarsi… Devono assolutamente trovare qualche modo per confutare questi studi e mai accettare la realtà per quella che ormai è evidente… Chissà perchè…

Le conclusioni dello studio sono perentorie: la VITAMINA D non ha ridotto in alcun modo il rischio fratture tra i partecipanti e neanche migliorato la densità ossea o prevenuto l’osteoporosi…

RIFERIMENTO:

https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa2202106

Ora arriva il grande “esperto” che urla… “MA ERA POCAH! NON C’ERA LA VITAMINA KAPPADUEH“…

Poca o non poca 2000 UI avrebbero dovuto fare una bella differenza tra i gruppi.
Per quanto riguarda la K2, tra le altre cose in forma MK-7 esclusiva (perchè costa pochissimo, esattamente come il colecalciferolo VITAMINA D e non per quello che millantano della emivita) tutto questo non è mai stato provato… MAI!

E va a ballare in coppia con quest’altro studio che i vostri guru non vi hanno mai commentato!


 

BONUS: VITAMINA D DALLE PASTICCHE O…

Prendere in modo intelligente il sole (o esporsi pochi minuti al giorno ad una lampada per fototerapia) invece ha effetti totalmente opposti. Infatti il sole/lampade migliorno il metabolismo della vitamina D regolandolo in modo naturale e non disregolandolo come succede con le pasticche.
Inoltre migliora di brutto la funzionalità intestinale (microbioma), risolvendo o migliorando i problemi di malassorbimento che sono alla base dell’osteoporosi e che tuttavia peggiorano non l’assunzione di pasticche di vitamina D che i guru vi spacciano come sostituti del sole in modo FRAUDOLENTO (per ignoranza o convenienza).

In questo studio l’UVB NB REGOLA il metabolismo della VITAMINA D come un orologio svizzero:

https://www.researchgate.net/publication/224875488_Narrowband_ultraviolet_B_course_improves_vitamin_D_balance_in_women_in_winter

In questo studio l’UVB NB migliora l’assorbimento delle sostanze nutritive del cibo (che sono alla base per la mineralizzazione delle ossa):

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2846322/

Nello studio migliora anche la risposta alla fibrosi cistica, oltre a regolare la VITAMINA D, soprattutto nei mesi invernali.

In quest’altro incredibile studio durato addirittura 6 mesi l’esposizione alle lampade non solo migliora lo stato della VITAMINA D ma addirittura spegne l’infiammazione da Chron, regolando anche PTH e migliorando le sindromi dolorose (CFS) che sono attualissime nel LONG COSO di cui soffrono migliaia e migliaia di pazienti da 2 anni a questa parte…

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/11729127/

Pensate che i pazienti con malattie nefritiche non potrebbero assumere integratori, invece con le lampade… Opppss migliorano anche loro lo stato della VITAMINA D:

https://academic.oup.com/ndt/article/27/6/2435/1944240

Ma va…?!?!?

MA ATTENZIONE! Anche l’infrarosso a banda stretta migliora di brutto la composizione oseea! E questo in decine di studi… Perchè migliora la struttura dell’acqua interfacciale migliorando tutte le funzioni metaboliche. I tantissimi nostri clienti hanno riferito tempi ridottissimi di recupero da fratture (dimezzati) grazie all’utilizzo combinato delle tecnologie da noi fornite…

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7546009/
—————————————————————

MA C’E’ ANCHE UN PIZZICO DI UVA…

Per la sinergia perfetta…

VENUS – UN PICCOLO SOLE IN CASA.

Unisce 3 tecnologie (2 di fototerapia e 1 di fotobiomodulazione a banda stretta RED-NIR) per la SINERGIA PERFETTA…

FATE LEGGERE QUESTI STUDI AL VOSTRO ORTOPEDICO CHE VI PRESCRIVE LA VITAMINA D!!!!

VENUS! TERAPIA UV + FOTOBIOMODULAZIONE!

Angelo Rossiello.

Articoli recenti…