close
VITAMINA D: DISSONANZE COGNITIVE DA CORONAVIRUS
shop evolutamente

VITAMINA D: DISSONANZE COGNITIVE DA CORONAVIRUS

DISSONANZE COGNITIVE DIFFUSE DA CORONAVIRUS

Ieri girava tra i miei amici e nelle mie chat whatsapp quest’articolo di repubblica sulla vitamina D e la possibile suo ruolo nel prevenire il coronavirus, nello specifico le polmoniti acute.

ARTICOLO SENZA PUBBLICITA’ CASOMAI VOLESSI DARCI UNA MANO…

Si presentava la cosa come uno “studio”…
Ecco che parte il festival delle dissonanze cognitive e dei BIAS mentali ingenui o colposi (marketing di vendita).
—————————————–
INCISO:
in questi anni ho dato il mio cellulare a molte persone e clienti. Ho sempre risposto gentilmente a tutti anche al termine delle consulenze (dopo un mese) e vorrei continuare a farlo. Vi prego SOLO di non mandarmi link senza commenti oppure tutti i giorni domande, perchè rischiate:
a- non avere risposte
poi
b- parolacce
poi
c- blocco.
Idem sulla mia bacheca facebook. Un minimo di commento almeno per educazione e per capire che cazzo volete.
Solo ieri ho bloccato 3-4 clienti che pensavano che una volta acquistato un libro o una lampada praticamente sei tenuto a fare la consulenza a vita.
——————————————–


Ecco che partono i fan sfegatati della vitamina D ad altissimo dosaggio che vedono confermate tutte le loro dissonanze cognitive da un articoletto di giornale.
Poichè mi piace andare a fondo, ho lasciato i miei studi personali e mi sono messo ad approfondire ed ecco che sono SUBITO saltate fuori le dissonanze cognitive di cui sopra.
Prima cosa si risale al comunicato ufficiale dell’università:
https://www.unitonews.it/index.php/it/news_detail/la-carenza-di-vitamina-d-un-fattore-di-rischio-linfezione-da-coronavirus
In questo comunicato breve elencano 4 punti nei quali sottolineano PER BENE che va preso il cazzo di SOLE come fonte primaria, come secondaria il CIBO (io consiglio in inverno una integrazione ciclica di olio di fegato di merluzzo fermentato).
IN ULTIMA ISTANZA “sotto controllo medico, assumendo specifici preparati farmaceutici”.
SOTTO CONTROLLO MEDICO.
Da nessuna parte c’è scritto di assumere 10.000 UI/die come consigliano medici e guru COMPLETAMENTE FUORI FORMA.
——————————————————–


Poi non contento mi sono andato a vedere lo “studio” completo…
Una cosa PENOSA.
https://www.unitonews.it/storage/2515/8522/3585/Ipovitaminosi_D_e_Coronavirus_25_marzo_2020.pdf
Onestamente se questi sono i nostri scienziati meglio, molto meglio gli articoli del mio blog. Parlo dei miei… Poi se paragonati a quelli di Doris Loh, lasciamo proprio perdere!
Prima cosa non è uno studio ma UN ARTICOLETTO in cui 2 professori universitari hanno semplicemente fatto una ricerca in banca dati PUBMED (esattamente come potrei fare io) ed hanno tirato fuori 3 paginette di un’ingenuità disarmante.
In questo articoletto INCONCLUSIVO (tale si tratta) si fa presente che bisogna avere livelli di vitamina D adeguati come NESSUNO NEGA. Ma mai si parla di integrazioni se non in un caso con un RCT studio che ha valutato l’integrazione di 500 UI (non 10.000!!!) rispetto a pazienti con livelli bassissimi di vitamina D.
Gli altri studi sono TUTTI riferiti a pazienti con livelli bassissimi di 25OH e non con livelli normali. Altri addirittura su topi che hanno i ritmi circadiani opposti all’uomo. Ed un altro studio con una singola infusione (in vena)… Altri studi ridicoli che ho già commentato da questa bacheca.
Ed altre cose che messe insieme purtroppo sono un’accozzaglia selvaggia senza alcun senso logico.
Insomma un articoletto che nessuna rivista scientifica approverebbe per pubblicazione. Neanche come commentary.


———————————————-
INCISO: io potrei prendere gli stessi dati dell’articoletto e CONCLUDERE IN MODO COMPLETAMENTE ANTITETICO che livelli di 25OHD3 (forma inattiva) BASSI, possono essere un marker che sotto c’è qualcosa che non va. Ma non lo dico io solo, ma fior fior di ricercatori che studiano davvero le dinamiche della vitamina D, non cazzari da strada come medici evolutivi e guru fuori forma.
OPPURE: potrei concludere (come ho più volte fatto) in questi giorni di reclusone coatta almeno prendete il sole sul balcone, uscite di casa (non più di 200 metri) con la scusa della passeggiata salutare e rimanete a prendere il sole… Ma già mi hanno detto che sono un #dinosauro… ALLUCINANTE.
———————————————-
MA LA PANCIA DELLA GENTE IN QUESTI GIORNI FREME… SI DEVE GIOCARE SULLA PAURAAAA!!!! VENDERE…
VALIDARE BIAS COGNITIVI.
PILLOLE PILLOLE PILLOLE GOCCE GOCCE….

UNA VERGOGNA SENZA FINE a partire dall’università con questo “studio” e a seguire i giornalisti che pubblicano ovvietà senza CONSIGLIARE al Governo di rimuovere le “strette” e consigliare di esporsi al sole… Per seguire i cosiddetti “professionisti della salute” convalidare i propri BIAS COGNITIVI e via andare ai MARKETTARI COMPULSIVI per la vendita SFRUTTANDO IL MOMENTO (doppia vergogna) e per concludere a tutti i cazzoni (molti miei contatti facebook che rimuoverò poco alla volta) che hanno linkato queste cazzate.
————————————————–
VEDIAMO UN ARTICOLO SERIO

IN SINTESI:
• Le teorie prevalenti sulla vitamina D sono imprecise e suggeriscono una comprensione contraddittoria del metabolismo della vitamina D.
• La 25-idrossivitamina D è immunosoppressiva (OOOPPSSS)
• Integrazione temporanea della secosteroide vitamina D.
allevia i segni e i sintomi della malattia cronica, ma porta ad un aumento a lungo termine della morbilità (OOOPPPSSSS)
• La biologia molecolare suggerisce che bassi livelli di 25-D sono un CONSEGUENZA piuttosto che LA CAUSA del processo della malattia autoimmune (OOOOOPPSSSSS)
• Un microbiota di agenti patogeni batterici può sopravvivere nel corpo umano secernendo proteine che antagonizzano il VDR e disabilitano la risposta immunitaria innata (OOOOPPPSSSS)
• Sussistono livelli elevati di 1,25-D (forma attiva ed unica da considerare) nel sito della malattia e indicano che il sistema immunitario innato sta rispondendo a un’infezione (OOOPPSSS)

RIFERIMENTO:

https://nyaspubs.onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/j.1749-6632.2009.04637.x
—————————————————
ANCORA?

Questo studio è un CAZZOTTO IN PIENA FACCIA AI GURU DELLA INTEGRAZIONE E DELLA VITAMINA D. Ma attenzione” lo studio ha utilizzato come unità di misura i nmol/litro, mentre la maggior parte dei cazzoni italiani ha familiarità con i ng/ml.
Ma le conversioni le sanno fare meglio gli ingegneri o i fisici…

STUDIO SU 250.000 soggetti!

ESTRAPOLIAMO:

“L’insufficienza di vitamina D (25-idrossivitamina D [25 (OH) D] <50 nmol/litro) è prevalente (1-3) ed è stato suggerito che sia coinvolta in varie malattie come diabete, malattie cardiovascolari, depressione, sistema immunitario malattie e alcuni tumori (4–8). Il biomarcatore utilizzato per la determinazione dello stato della vitamina D è 25 (OH) D, piuttosto che l’ormone biologicamente attivo 1,25-diidrossivitamina D (9) ”
OOOOPPPPSSSSSSSS
Ma i RISULTATI sono scioccanti quando ti rendi conto che il livello di insufficienza ha la MORTALITÀ PIÙ BASSA PER TUTTE LE CAUSE!!!!
OOOPPPSSSSSSS
“Mortalità per qualsiasi causa associata a livelli sierici di 25 (OH) D. La mortalità per tutte le cause non credete che comandi?

L’associazione tra mortalità per qualsiasi causa e livelli sierici di 25 (OH) D era inversa a forma di J (Fig. 1A). Un livello sierico di 25 (OH) D di 50-60 nmol/litro era associato al rischio di mortalità più basso.
OOOOPPPSSSSS.
I rapporti di rischio [intervalli di confidenza al 95% (CI)] della mortalità per tutte le cause a livelli sierici molto bassi (10 nmol/litro) e alti (140 nmol/litro) di 25 (OH) D erano 2,13 (2,02–2,24) e 1,42 (1,31-1,53), rispettivamente. In soggetti di almeno 60 anni, la mortalità era, come nella popolazione totale, più bassa a un livello sierico di 25 (OH) D di 50-60 nmol/litro. In questa fascia di età, i rapporti di rischio (IC al 95%) di mortalità per tutte le cause a livelli sierici bassi (10 nmol / litro) e alti (140 nmol / litro) di 25 (OH) D erano 2,04 (1,94–2,17) e 1,44 (1,32-1,56), rispettivamente”
A beneficio di medici e guru che non sanno fare le conversioni.
50 nmol / litro = 20 ng / ml
60 nmol / litro = 24 ng / ml

Quindi la più bassa mortalità si trova all’estremità inferiore di quella che è considerata insufficienza (per loro addirittura MORTE).

ORA RAGIONIAMO!!!!!

Questi pazzi furiosi CRIMINALI da galera FAN della vitamina D vorrebbero optare e consigliare, chi 75 chi 80 chi 100-120 ng/ml!!!!!
Chi viaggia con il metodo Coimbra arriva anche a protocolli che superano i 100-150 ng/ml. Con diete folli ad esclusione di calcio altrimenti diventerebbero STATUE tipo il Cristo Velato della Cappella di San Severo di Napoli.
PAZZI!!!! CRIMINALI.

———————————————–

ARTICOLO SENZA PUBBLICITA’. CASOMAI VOLESSI DARCI UNA MANO PER TUTTE LE INFO SENSIBILI QUOTIDIANE GRATUITE…

E tanto tanto tanto altro che racconterò in un prossimo saggio che conto di pubblicare nel 2021. Disregolazione del magnesio, dalla vitamina A, microbioma, saturazione VDR, infezioni batteriche e… ONDE ELETTROMAGNETICHE NON NATURALI…
Ma purtroppo guru e medici ragionano in modo lineare… Carenza? Rabbocco!
Tra 4-5-6-7 anni, fosse anche tra 15-20 anni… Io mi ricorderò di tutti voi… DI TUTTI….

Angelo Rossiello.

(Visited 561 times, 3 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 52 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica). Co-autore de IL NUOVO VIVERE SECONDO NATURA ed autore del best seller INSONNIA. IL MALE DEL NUOVO SECOLO.

COVID-19, ARDS & Cell-Free Hemoglobin – The Ascorbic Acid Connection

Stop ARDS Now with ASCORBIC ACID