VACCINI O MORTE! LE FAKE NEWS DELLA COMMISSIONE EUROPEA

Scritto da Angelo

Categorie: Nutrizione

25 Novembre 2021

La Commissione europea ha appena pubblicato questo grafico altamente fuorviante e ha cambiato più volte messaggio di accompagnamento inizialmente dicendo che la storia era chiara “più si vaccina e meno si muore”. Il che suggerisce che le vaccinazioni riducono drasticamente il tasso di mortalità per covid.

La cosa che mi amareggia di più è che questo grafico è riportato anche da medici che stimo ed esaltato per approvare la cura con i farmaci sperimentali, il che peggiora (qualora ce ne fosse ancora bisogno) la mia considerazione per queste categorie.

Vediamo perchè è l’ennesima fake news del sistema che ci vuole malati e supercontrollati.

Il grafico è altamente fuorviante per diversi motivi, come il fatto che è molto sensibile ai tempi delle “onde” dell’infezione; le onde hanno periodo ben precisi di attività ed i paesi che avevano già superato il picco di infezione nelle fotografia eseguita dalla Commissione Europea hanno ottenuto una bassa mortalità da covid, mentre i paesi nel pieno del picco avevano di conseguenza un’elevata mortalità da covid, il tutto indipendentemente dallo stato del programma di vaccinazione.

Tuttavia, bisogna assolutamente considerare quanto segue, la spinosa questione della “classificazione della morte” rispetto all’efficacia del vaccino:

Il grafico si focalizza solo sui decessi “covid” come detto in altri articoli dei mesi precedenti, mentre dobbiamo considerare la mortalità per tutte le cause per determinare se il beneficio del vaccino supera il rischio, ovvero se risponde alla domanda: sono più le persone “salvate” dal vaccino che essere uccise dalle sue reazioni avverse? E la cosa bella è che né i dati Pfizer da RCT, né gli ultimi dati del Regno Unito suggeriscono che lo sia.

Come fanno pertanto ad esultare questi deficienti venduti o ottusi? Non sanno neanche leggere un RCT e si tuffano semplicisticamente a commentare questi dati messi a caso.

ECCESSO DI MORTALITA’ GENERALE PER TUTTE LE CAUSE NEL 2021, MA NON TRA I GIOVANISSIMI

Si presume con questa ignoranza crassa che è supportata dai Governi (in Italia sembrerebbe che le reali morti per COVID siano appena 4000 e non quasi 140.000 come millantato per mesi e mesi) che qualsiasi persona classificata come vittima di una morte “covid” sia effettivamente morta di covid, mentre sappiamo che, nella maggior parte dei paesi, qualsiasi persona che muore entro 28 giorni da un test PCR positivo è classificata come morte “covid” indipendentemente dalla causa effettiva del Morte. Un malato di cancro terminale che risulta positivo al covid poco prima della morte è classificato morto “covid” indipendentemente dal fatto che sia stato vaccinato.

Premesso che tra i morti vaccinati e non ritenuti COVID, dominano per il 99% persone con pregresse patologie relative all’obesità, alla sindrome metabolica (diabete tipo 2) e i valori pressori e che i GOVERNI DI TUTTO IL MONDO non hanno mai fatto VERA prevenzione ma puntato SOLO sui VACCINI e questo già dovrebbe riferire TUTTO… E premesso che i vaccini NON stanno neanche funzionando altrimenti neanche ci vorrebbe la terza dose e poi la quarta, quinta…

Ma andiamo avanti.

VACCINI COVID-19: UNA ILLUSIONE STATISTICA LA LORO EFFICACIA!?!?

Una persona non vaccinata (che non ha sintomi di covid) ha molte più probabilità di essere sottoposta a test PCR rispetto a una persona vaccinata e quindi è molto più probabile che venga classificata come morte “covid”, se muore. E questo particolare stravolge tutte le cifre che questi criminali sciorinano.

Per fare un esempio concreto, si consideri il seguente scenario ipotetico (che mostrerà che se due paesi con tassi di vaccinazione molto diversi hanno tassi di mortalità covid genuini identici, il paese con il tasso di vaccinazione più alto sarà segnalato come avente un tasso di mortalità da covid inferiore):

Due paesi ipotetici “VAX” e “NO-VAX” hanno ciascuno una popolazione di 100 milioni; L’80% del VAX è completamente vaccinato (come l’ItaGlia), mentre solo il 20% del NO-VAX è vaccinato.

Supponiamo che in un periodo di 14 giorni il numero di decessi causati direttamente da Covid sia come mostrato nella Tabella 1 (i decessi non covid sono tutti gli altri decessi inclusi quelli non causati da covid ma in cui la persona potrebbe essere stata positiva alla PCR).

TABELLA 1: MORTI TOTALI

Vaccinati NON VACCINATI
VAX Popolazione 80,000,000 20,000,000
Morti COVID 80 20
Morti NON COVID 8,000 2,000
NO-VAX Popolazione 20,000,000 80,000,000
Morti COVID 20 80
Morti NON COVID 2,000 8,000

Si noti che in entrambi i paesi 100 persone muoiono (morti attribuite) di Covid e il tasso di mortalità genuino è identico per vaccinati e non vaccinati (1 per milione).

Si noti inoltre che, in entrambi i paesi, 10.000 persone muoiono per una causa diversa da Covid e il tasso di mortalità genuino è identico per vaccinati e non vaccinati (100 per milione), il che significa che presumiamo (in un mondo ideale che non esiste) che il vaccino non causi decessi per reazioni avverse.

Poiché questi decessi non sono correlati al Covid, è probabile che solo i non vaccinati vengano testati (per ovvi motivi). Supponiamo che il 50% dei non vaccinati venga testato mentre solo il 10% dei vaccinati venga testato. Quindi supponendo che il 20% dei test sia positivo, otteniamo i risultati (totalmente diversi) nella Tabella 2.

TABELLA 2: decessi non covid con risultato positivo della PCR

Vaccinati Non Vaccinati Totali
VAX Morti NON Covid 8,000 2,000 10,000
% testati 10% 50%
Numero testati 800 1,000 1,800
Positivi (ipotesi 20% di positivi) 160 200 360
NO-VAX Morti NON COVID 2,000 8,000 10,000
% testi 10% 50%
Numeri testati 200 4,000 4,200
Positivi (ipotesi 20% di positivi) 40 800 840

Tutti quelli che risultano positivi saranno classificati come decessi per Covid.

Quindi, nel grande Stato di VAX 360 persone verranno aggiunte al numero di morti per covid per un totale di 460.
Nel ridicolo Stato di cretini NO-VAX si aggiungeranno 840 persone al numero dei decessi per covid per un totale di 940.

Pertanto, nonostante il vero tasso di mortalità per covid sia identico in entrambi i paesi (1 per milione), il tasso di mortalità per covid riportato nel NO-VAX sarà oltre il doppio (9,4 per milione) di VAX (4,6 per milione).

E tutto questo farà godere e non poco i bravi giornalai di Sistema e aumentare a dismisura gli share di Trasmissioni come “stasera vaccino” su Rete 4, “Mi dia Carta Bianca sui vaccini” su RAI 3, “Dritto e vaccino” su RETE 4, ControIno-vax su rete 4, “O ti vaccini o ti azzanno” sempre su rete 4, VACCINIpuliti su La7, Otto Dosi su La7, Porta un vaccino su RAI1… Ed ex giornalisti che dovrebbero solo andare in pensione come Vaccino Feltri, Giuseppe Ilvaccino… Che dovrebbero insultare solo loro stessi… Ecc…

IL MITO DEL CONTAGIO, il libro che ti spiega davvero come stanno le cose. Clicca sulla foto se vuoi comprarlo ed uscire da questo loop di imbecillità!

Articoli recenti…