Un frequente consumo di pesce (e carne) dimezza il rischio demenza/Alzheimer.

Scritto da Angelo

Categorie: Nutrizione | Pillole | Salute

2 Dicembre 2015

A cura di Angelo

seafood

Questo interessante studio pubblicato nel 2002 sul prestigioso BMJ ha esaminato l’associazione tra consumo di pesce e carne e il rischio di demenza (compreso l’Alzheimer).

Lo studio ha incluso 1.674 partecipanti di età da 68 anni a salire che sono stati seguiti per sette anni.

Lo studio ha rilevato:

  • coloro che consumavano pesce/crostacei una volta al giorno avevano un rischio ridotto di diventare dementi o di contrarre l’Alzheimer di oltre l’80% rispetto a chi non consumava pesce (ndr. per esempio i vegetariani/vegani);
  • coloro che consumavano pesce/crostacei una volta al giorno avevano un rischio ridotto di diventare dementi o di contrarre l’Alzheimer sigificativamente superiore anche a chi mangiava pesce una volta a settimana ed, ovviamente a chi mangiava pesce di rado.
  • per quanto riguarda la carne non sono state rilevate associazioni nè in positivo nè in negativo MA, c’è da aggiungere che: tra i 6 soggetti (sul totale di 1.674) che NON consumavano carne, 3 sono diventati dementi e 2 hanno contratto l’Alzheimer in meno di 7 anni!!!!!! Mentre tra i 19 soggetti che consumavano tutti i giorni carne si è avuto solo UN caso di demenza ed UNO di Alzheimer.

Commenti degli autori in breve:
“Le persone anziane che mangiano pesce o frutti di mare almeno una volta alla settimana hanno un rischio minore di sviluppare demenza compreso il morbo di Alzheimer”.

Gli acidi grassi n-3 hanno questi effetti benefici:

  • Proteggono il sistema vascolare
  • Riducono l’infiammazione cerebrale
  • hanno un ruolo specifico nello sviluppo del cervello
  • hanno un ruolo specifico nella rigenerazione delle cellule nervose

Mio punto di vista personale come commento allo studio presentato:

  • il pesce è ricco di acidi grassi polinsaturi omega-3 (w3) ma anche la carne da bestie allevate brade!;
  • mangiare carne rossa non aumenta il rischio di demenza o morbo di Alzheimer (alla faccia dei veg!);
  • NON mangiare carne e pesce promuove DEMENZA ED ALZHEIMER (andatelo a dire ai veg)
  • i w3 sono anti-infiammatori;
  • i w3 sono importanti per lo sviluppo del cervello;
  • i w3 sono importanti nella rigenerazione delle cellule nervose;
  • i w3 proteggono il sistema vascolare.

Stiamo accumulando sempre più prove che gli acidi grassi polinsaturi w3 a catena lunga (contenuti solo nel pesce, uova e nella carne di bestie allevate brade o selvaggina) DEVONO far parte della nostra alimentazione perchè così è stato sin dalla notte dei tempi.

In una parola: paleodiet!
IL NUOVO VIVERE SECONDO NATURA! Solo la Natura saprà fare la differenza tra il vivere sani in salute o schiavi e perennemente deboli e malati…

Riferimento:
British Medical Journal 2002 Oct 26;325(7370):932-3
Study title and authors:
Fish, meat, and risk of dementia: cohort study.
Barberger-Gateau P, Letenneur L, Deschamps V, Pérès K, Dartigues JF, Renaud S.
INSERM U330, Université Victor Segalen Bordeaux 2, case n degrees 11, 146 rue Léo-Saignat, 33076 Bordeaux Cedex, France. Pascale.Barberger-Gateau@isped.u-bordeaux2.fr
Link: qui

benefici del mangiare pesce (pescato)

Benefici del mangiare carne di bestie al pascolo

Articoli recenti…

LUCE E VIBRAZIONI

LUCE E VIBRAZIONI

Ecco un nuovo studio pazzesco che utilizza i meccanismi oscillatori per sbarazzarsi delle cellule tumorali:...