UK: IN NON “BOOSTERATI” SI INFETTANO E MUOIONO COME MOSCHE

Scritto da Angelo

Categorie: Salute

22 Gennaio 2022

UK: IN NON “BOOSTERATI” SI INFETTANO E MUOIONO COME MOSCHE

Neanche 8 giorni fa ho pubblicato quest’articolo che mostrava il completo fallimento della campagna vaccinale britannica grazie ad una trasparenza sui dati quanto meno migliore della nostra.

MATTANZA DI VACCINATI IN UK – IL PENOSO FALLIMENTO DELLA CAMPAGNA VACCINALE

Infatti il Presidente del Consiglio britannico gradualmente ha rimosso tutte le restrizioni. Del resto non poteva fare altrimenti di fronte a questi dati.
In Italia, il “migliore” tuttavia ha ammiccato a queste notizie affermando di non avere tempo per seguire anche l’andamento della “epidemia” in altri Stati… Un’affermazione di una gravità assurda perchè la prima cosa da fare è proprio guardare gli andamenti di chi ci ha preceduti con queste follie vaccinali, nello specifico Israele (arrivata alla quarta dose!!!! E in mezzo ad un caos di contagi senza precedenti) e proprio gli UK…

Vediamo oggi qualche incredibile novità sul fronte statistico…

L’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito è stata in prima linea (come tutte le agenzie sanitarie mondiali ocidentali) per mesi a riportare statistiche sull’efficacia del vaccino incredibilmente gonfiate. Hanno fatto di tutto. Hanno ideato disclaimer dopo disclaimer dopo diclaimer all’infinito. Hanno riempito un intero post del blog con raccomandazioni speciali. Hanno oscurato i numeri molto scomodi e scottanti.

Transparency and data – UKHSA’s vaccines report

Nel loro ultimo rapporto, pubblicato proprio 2 giorni or sono (ndr sto scrivendo il 22 gennaio 2022), hanno provato qualcosa di nuovo e veramente molto audace. In questo nuovo rapporto hanno modificato tutti i metodi di calcolo precedenti. In questo rapporto hanno calcolato solo casi, ospedalizzazione e tassi di mortalità per i non vaccinati e per i tripli vaccinati. I doppi vaccinati sono stati completamente banditi dalla Tabella 12.

Gli scopi reconditi potrebbero essere solo 2:

a- far sparire l’efficacia negativa dell’inoculo sperimentale

EFFICACIA NEGATIVA DEI VACCINI mRNA CONTRO IL COVID-19

b- non permettere paragoni con i dati precedenti.

Una vergogna assoluta!

Guardiamo il primo grafico:

I numeri non sono aggiustati, è vero; molta incertezza circonda la dimensione della popolazione non vaccinata e quindi i tassi di casi all’interno di questo gruppo. Inoltre, questi sono casi, non vere statistiche sulle infezioni. Tuttavia, res ipsa loquitur. Non ha proprio per nulla un bell’aspetto.

In effetti, l’UKHSA ci ha fatto un grande regalo, in quanto ha finalmente fornito statistiche separate sui casi e sugli esiti gravi per i tripli vaccinati e i doppio vaccinati, consentendoci di confrontare i tassi in tutti e tre i gruppi. Non lo fanno da soli, ovviamente, ma non importa. Possiamo utilizzare i numeri grezzi e i tassi del rapporto della settimana precedente per ricavare il numero totale di vaccinati doppi e tripli e i tassi nel rapporto dell’ultima settimana per ricavare la popolazione triplamente vaccinata. Una piccola sottrazione poi ci dà una stima decente di quante persone vaccinate doppie ma non triple ci sono in ogni fascia di età.

Ecco il grafico che l’UKHSA non vuole che si renda pubblico:

Questa è chiaramente la pandemia dei vaccinati e non solo per i contagi come vedremo di seguito…

Abbiamo il doppio tasso di mortalità tra la popolazione vaccinata che sembra essere un problema INCONFUTABILE. Basta guardare i numeri in ciascuna categoria:

La fascia demografica cruciale di oltre 70 anni è vaccinata triplamente per oltre il 90%, eppure i pochissimi vaccinati con doppia dose in questa coorte riescono a superare in modo clamoroso il numero di morti tra i non vaccinati.

I tassi di mortalità sono il doppio tra i vaccinati rispetto ai non vaccinati nella coorte 70+ e corrispondono all’incirca ai non vaccinati nel gruppo 60-69:

Questo non è poi così sorprendente, dato che i dati del Public Health Scotland hanno mostrato un’efficacia negativa su tutta la linea per i non boosterati da alcune settimane:

Questo vale anche per i decessi, ma attenzione ai numeri estremamente bassi, in particolare nei vaccinati singolarmente:

Ora chiediamoci fino a che punto una maggiore suscettibilità alle infezioni dopo il potenziamento potrebbe spiegare la comparsa di un’efficacia negativa contro le infezioni: qualsiasi infezione entro 14 giorni dalla terza dose conterebbe come infezioni nel doppio vaccinato.

È importante tenere a mente la cronologia della campagna promozionale/vaccinale del Regno Unito a questo punto:

La linea rossa è la settimana del 20 dicembre, l’inizio della finestra di quattro settimane per l’ultimo rapporto. In effetti, molti sotto i 50 anni erano entro 14 giorni dalla terza dose per questo periodo. La gran parte degli over 60 boosterati è via via aumentata arrivando al plateau entro la fine di novembre. Questa è una spiegazione plausibile per parte dell’efficacia negativa nelle coorti più giovani, ma non è l’unica cosa che succede…

Dai dati diventa palese che chi si è vaccinato diventa dipendente dal rinnovare le dosi periodicamente, mentre la coorte di non vaccinati diventa sempre meno suscettibile all’infezione. Chi nega questa evidenza è in totale malafede.

Tutti i contenuti di quest’articolo sono estrapolati da altri articoli e dalle informazioni che QUOTIDIANEMENTE DIAMO sul nosgtro canale TELEGRAM che trovate cercando sulla vostra applicazione @evolutamente.it

Perchè i virus non sono la causa della malattia? Che tipo di malattia è allora la COVID? Come ci possiamo difendere? Come si trasmette in realtà la malattia? Come si spiegano questi misteri?

IL MITO DEL CONTAGIO lo trovate solo su Amazon o sul nostro shopping grazie al coraggio dello scrivente che lo ha pubblicato per la sua piccolissima casa editrice

L’aggiornamento BREAKING THE SPELL descrive in modo chiarissimo “l’esperimento di controllo” che dimostra in modo ingegneristico che non c’è nulla di letale nell’aria che se lo respiriamo rischiamo di rimanere intubati o persino morire.

In pratica: disinfettarsi le mani serve solo a massacrare il naturale microbioma della pelle e bombardarsi di interferenti endocrini e sostanze chimiche, indossare mascherine è ridicolo (oltre che pericolosissimo per la salute – intossicazione di CO2 che altro che il riscaldamento globale…), tenerci distanziati ci massacra la psiche, salutarci col gomito o col pugnetto è abominevole. Ma soprattutto questi “obblighi” sono odiosi e totalmente inutili. Lasciate almeno perdere i bambini.

Angelo Rossiello.

Articoli recenti…