close
Trovato il modo per mitigare gli effetti negativi dell’uso di marijuana in adolescenza.

Trovato il modo per mitigare gli effetti negativi dell’uso di marijuana in adolescenza.

13 settembre 2017GABAmarijuanaTHC0Visualizzazioni

Adattamento: Angelo

Alcuni ricercatori della Western University hanno trovato un modo per utilizzare alcuni farmaci per invertire gli effetti psichiatrici negativi di THC contenuta nella marijuana.

Il THC è la sostanza psicoattiva che si trova nella marijuana. L’uso di marijuana cronico, durante l’adolescenza, in precedenti lavori è stato correlato allo sviluppo di malattie psichiatriche, come la schizofrenia, in età adulta.

Fino ad oggi i ricercatori non erano sicuri del perchè e di cosa stesse accadendo nel cervello di questi sciagurati.

In questo importante studio è stato scoperto il meccanismo che causerebbe problemi psichiatrici ma anche come ribaltarli con dei farmaci specifici.

L’uso di Marijuana collegato ad un aumentato rischio ictus ed insufficienza cardiaca.

L’esposizione al THC in adolescenza modula l’attività di un neurotrasmettitore chiamato GABA nella regione della corteccia prefrontale del cervello. Questo si collega alla schizofrenia.

Il GABA è un inibitore neuronale della corteccia prefrontale, pertanto se si produce meno GABA si rischia di diventare iperattivi.

Utilizzando specifici farmaci che riattivano la produzione di GABA, in un modello di cavie, si è visto che il processo può essere attenuato o, persino, risolto.

RIFERIMENTO:
Scientific Reports – NATURE
Adolescent THC Exposure Causes Enduring Prefrontal Cortical Disruption of GABAergic Inhibition and Dysregulation of Sub-Cortical Dopamine Function
Autori Vari
Link: qui

(Visited 1 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 50 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica)

Colesterolo? Forse solo una questione di carboidrati!