close
Studio prospettico pro vegetarianesimo con “sospette” imprecisioni…

Studio prospettico pro vegetarianesimo con “sospette” imprecisioni…

Studio prospettico pro vegetarianesimo con “sospette” imprecisioni…

Adattamento: Angelo

pinocchio-970x545

Lo so, lo so, in questo blog pubblichiamo solo studi e lavori che “ci fanno comodo“… Questo è quello che dicono i nostri detrattori che però normalmente sono solo persone invidiose. Non si sa neanche cosa ci potrebbe far comodo dato che non abbiamo alcun interesse economico a parlar male di questi argomenti! Non abbiamo macellerie o allevamenti… Tutti tranquilli, è lo sport italico per eccellenza: criticare tanto per criticare e mai costruttivamente. 

Mi sono imbattuto in questo lavoro che mi ha passato il classico vegetariano per convincermi che la sua scelta fosse il top… L’ho voluto leggere e…

Studio prospettico falsificato/edulcorato o forse meglio dire INUTILE, ma ancora meglio, edulcorato fortemente nell’abstract dai ricercatori, i quali concludono che:

“le diete vegetariane sono protettive rispetto ai problemi cardiaci”.

A parte che gli studi prospettici sono interessanti ma mai definitivi, in realtà andando semplicemente a leggere i dati e non ci vuole uno scienziato…

Annual Death Rates of Vegetarians and Nonvegetarians (progressione morti/anno in percentuale tra vegetariani ed onnivori)
IHD All-Cause (Cardiopatie Ischemiche per tutte le cause)
Male vegetarians (maschi vegetariani) .22% .93%
Male nonvegetarians (maschi non vegetariani) .33% .88%
Female vegetarians (donne vegetariane) .14% .86%
Female nonvegetarians (donne non vegetariane) .10% .54%

Ovvero la dieta vegetariana offrirebbe una ridicola ed insignificante protezione per l’ischemia cardiaca solo negli uomini (NON nelle donne) e con una progressione di appena 0,11%/anno.
Inoltre la mortalità per tutte le cause (che evidentemente comanda rispetto all’ischemia cardiaca, lo capirebbero persino i vegetariani stessi, magari non i vegani) è superiore sia nei maschi vegetariani ma SOPRATTUTTO, ED IN MODO NETTO, nelle donne vegetariane rispetto agli onnivori/e…
I ricercatori avrebbero dovuto sottolineare quest’aspetto e non fossilizzarsi solo sulle cardiopatie ischemiche per dimostrare l’indimostrabile! 

Pero dai… Sono simpatici!

Riferimento:
AJCN
Vegetarianism, dietary fiber, and mortality
M L Burr and P M Sweetnam
Link: qui

Le cazzate dei vegetariani

(Visited 472 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 50 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica)

Spezzatino di pesce allo zafferano

Più s’invecchia e più sale la prevalenza di celiachia, la malnutrizione ed il rischio cancro. Cereali? No, grazie!