close
Storie personali: Joanna

Storie personali: Joanna

Introduzione: Angelo

BodyPart

Oggi vi presentiamo un’altra di quelle storie che definire PAZZESCHE sarebbe sminuirla… Joanna, grande tenacia e forza! A solo leggere le patologie da cui era affetta mi si sono drizzati tutti i capelli e mi si è gelato il sangue nelle vene…
Ricordiamo che questa rubrica non ha nessun obiettivo scientifico o di dimostrare qualcosa di particolare ma, solo ed unicamente, stimolare la curiosità del lettore e magari anche interessanti discussioni e confronti.

di Joanna

Scheda riassuntiva:

  • Nome: Joanna W.
  • Età: 38 anni
  • Patologie: tiroidite di Hashimoto, mal di testa, attacchi di vertigini, fibromialgia, forte ritenzione idrica (viso e palpebre gonfi), insonnia, apatia, stanchezza cronica, attacchi di ansia e panico, depressione reattiva.
  • Dieta: paleo dieta da 1 anno con risoluzione delle patologie succitate e stabilizzazione della cura per la tiroidite.
  • Allenamenti: passeggiate, bicicletta, esercizi fisici a corpo libero, yoga.
  • Integrazioni: ormone tiroideo, omega 3, zinco, vit. D (fuori stagione) magnesio, complesso vit. B.
  • Analisi ematochimiche: prima della dieta paleo, problemi al colesterolo, glicemia. Oggi: perfette.

Mi chiamo Joanna e voglio raccontare la mia testimonianza a un anno dall’inizio della dieta paleo.

BodyPart (1)

Circa 8 anni fa mi è stata diagnosticata una malattia autoimmune: la tiroidite di Hashimoto. Da lì è iniziata un’escalation di problemi salutari che si aggiungevano negli anni e minavano la mia stabilità fisica e mentale. Mal di testa continui, attacchi forti di vertigini che mi debilitavano e mi obbligavano a stare per giorni sdraiata a letto, fino ad arrivare alla diagnosi della fibromialgia con perenni dolori articolari. Iniziavo ad avere problemi ad addormentarmi e il riposo non era più ristoratore come in passato, risultato: insonnia di notte e stanchezza cronica di giorno. Le complicanze si sono presto mostrate e, all’inizio del 2014, in concomitanza della ricerca di una cura stabile per la mia tiroide, avvertivo i primi disturbi comportamentali: attacchi di ansia che via via diventavano sempre più forti e sfociavano in forti attacchi di panico tali da obbligarmi a presentarmi più volte al pronto soccorso. Nel mentre ero sotto cura da una psicologa, i miei attacchi sono sfociati in una depressione reattiva che mi hanno obbligata a rivolgermi ad una psichiatra che mi prescriveva una cura farmacologica con antidepressivi. Non avendo risultati e vedendo sempre di più il pericolo avvicinarsi dalla mia situazione fisica e mentale, con l’aiuto di mio marito, ho iniziato a studiare. Iniziavo a capire il funzionamento degli ormoni tiroidei e le mie patologie, fino a trovare una correlazione tra malattie autoimmuni e intolleranza al glutine. Da qui scoprimmo la paleo dieta e iniziammo (in famiglia siamo in 3) a seguirla senza mai sgarrare. In 6 giorni iniziai (ndr. soli 6 giorni!!!) a vedere una luce che non vedevo ormai da qualche mese e tutte le mie patologie (fibromialgia, vertigini, ritenzione idrica e soprattutto la depressione) sono scomparse nel nulla. Nei giorni riacquistavo l’energia e il mio sonno finalmente diventava regolare. Ho perso qualche kiletto, che era aumentato soprattutto per colpa della ritenzione. Una cosa mi ha sconcertato: l’ammissione della psichiatra che il glutine può causare questi tipi di disturbi mentali! Ad oggi, la mia tiroide si fa sentire ancora, spesso devo aggiustare il dosaggio ormonale ma non è invalidante come prima. Ora ho abbastanza energia da poter iniziare una regolare attività fisica e aver voglia di passare delle belle giornate in escursione sulle Dolomiti. Ma di tutto quello che ho passato una cosa per me è stata più importante: ritrovare il mio umore quasi ideale, e della depressione quella buia, nera, che mi ha quasi tolto la voglia di vivere, nemmeno un’ombra.

Alla fine vorrei condividere brevemente la situazione di mia figlia di 16 anni: aveva problemi di mal di testa, ritenzione idrica alle gambe, dolori articolari, eruzioni cutanee sul viso che ora ha risolto tutto grazie alla paleo che segue con noi.

26/9/2015

Joanna W.

Le tante altre belle storie personali del nostro blog

(Visited 2.398 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 50 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica)

Una dieta alta in grassi riduce il rischio cardiaco del 61%… Latticini? Solo se INTERI…

Un derivato della vitamina A potrebbe trattare il diabete di tipo 2 e prevenire le sue complicanze cardiovascolari.