close
Storie Personali: Anna Rita

Storie Personali: Anna Rita

23 Gennaio 2017Amy Myersfibromialgiaglutine1677Visualizzazioni

Introduzione: Angelo

Ricordiamo che questa rubrica non ha nessun obiettivo scientifico o di dimostrare qualcosa di particolare ma, solo ed unicamente, stimolare la curiosità del lettore e magari anche interessanti discussioni e confronti.
Anna Rita non vuole mostrare sue immagini ed, ovviamente, rispettiamo il suo volere.

Fattibilità

Di Anna Rita

Salve a tutti , questa è la mia storia che voglio condividere con chi ama confrontarsi e pensa che ogni vita è collegata con quella degli altri e che quindi non siamo “sconnessi” tra di noi ma uniti dalle esperienze della vita!
Detto questo passo al dunque: sono stata diagnosticata per

  • fibromialgia ,
  • intestino irritabile,
  • costipazione,
  • depressione,
  • attacchi di panico,
  • giramenti di testa fortissimi,

La mia lingua era dolorante come bruciata e pungente come aversi avuto sopra degli spilli. Ingoiavo farmaci su farmaci.. Continuamente… Per questo e quello… Le farmacie “ingrassavano“!

Tutte le medicine mi facevano più male che bene, anzi gli psicofarmaci mi stavano distruggendo la vita mi facevano stare malissimo, al punto che sono stata portata anche al pronto soccorso più volte per gli effetti collaterali dovuti alla troppa assunzione di farmaci! Spese a non finire… Medici… Visite…

Un bel giorno parlando con una persona molto competente (commerciante in alimenti biologici e naturali) riguardo a mio figlio, affetto da morbo di graves, mi consigliò di leggere il nuovo libro scritto dalla dott. Amy Myers intitolato “the autoimmuned solution”. Ho “divorato” questo libro per capire cosa fare per aiutare mio figlio. Leggendolo ho scoperto che anch’io avevo una malattia autoimmune! La fibromialgia! I medici non mi avevano mai detto che la fibromialgia fosse una malattia autoimmune!! In prima persona quindi ho sperimentato con successo il suo “metodo ” TMW” (the Meyer’s Way) che contempla dieta paleo! (altrimenti non lo avrei proposto a mio figlio!) ed ho potuto così testimoniare a lui la mia remissione delle malattie!

amy

Di seguito lui ha iniziato ad una alimentarsi in questo modo. Quando ho iniziato la cura Myers ho eliminato immediatamente il GLUTINE, (ma anche quello nascosto nei prodotti sotto un alto nome es. maltodestine, emulsionanti, destrosio…) poi ho tolto i latticini e gradualmente, molto gradualmente, perché non ce la facevo a eliminare tutto insieme, (ero già molto provata da dolori lancinanti da tutte le parti: la schiena era come presa a frustate a sangue da cima a fondo, avevo anche tunnel carpale, per cui ero già in lista per operarmi ma mi sono cancellata e non ho più fatto intervento)!

Appena disintossicata dal GLUTINE ho ricominciato a vivere: dolori spariti, prima ero come morta o stavo per diventare uno “zombie”, mentre tutto dopo è cambiato: la lingua è tornata normale… Sono dimagrita 8 chili, l’intestino è diventato una “favola”, vado in bagno regolarmente tutti i giorni con soddisfazione… Spariti i giramenti di testa… La mia mente è libera e non offuscata dagli psicofarmaci… Ho ritrovato l ‘energia, la forza. Anche se in seguito a questa remissione della fibromialgia ho scoperto di essere ipotiroidea (mi sto curando per questo ora). Nel complesso ho acquisito la Consapevolezza che il nostro corpo va trattato “con i guanti bianchi” e non strapazzato o nutrito con “cibo spazzatura”!!! Volete di più ? A me basta!! Anzi ringrazio Dio che mi ha guidato a trovare tutto ciò!

Grazie alla dott Amy Myers, ai medici alternativi con cui sono venuta a contatto, a tutti quelli che fanno parte del gruppo facebook the COMUNITY Myers, a quelli del gruppo tiroide approccio evolutivo e al gruppo keep your Tiroid, al sito armoniapaleo, al gruppo Psoriasi fattori scatenanti e a tutti gli amici Facebook che hanno portato il loro contributo a questo percorso di guarigione per me e per mio figlio che continuerà come modo di vivere per sempre nella condivisione!!

(Visited 803 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 50 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica)

Le diete low carb per sport di endurance: altra bufala mediatica o totale ignoranza! (Parte Prima).

Insalata di baccalà e avocado