SOLE O SUPPLEMENTI PER LA VITAMINA D? Parte 3

Scritto da Angelo

Categorie: Salute

Tag: sole | vitamina D

5 Aprile 2019

Interessante trial su adolescenti iraniane.
Ad un gruppo è stata supplementata vitamina D ad alto dosaggio per 9 settimane. L’altro gruppo era di controllo.
Parliamo di un dosaggio massiccio con 50.000 UI/week.
L’equilibrio proossidante-antiossidante (PAB) è una misura dei fattori che promuovono e controllano lo stress ossidativo. Il PAB può anche essere associato ai fattori di rischio cardiovascolari.

Alla fine delle 9 settimane il rapporto Pro-ossidanti/antiossidanti era sensibilmente aumentato nel gruppo Vitamina D.
Inoltre, coerentemente ad altri studi simili, l’integrazione ha mostrato una diminuzione del colesterolo totale, ma anche nel colesterolo frazionato (LDL ed HDL).

In studi precedenti si era visto un aumento del HDL con l’esposizione solare vs supplementazione.

Quale messaggio cogliere da questo studio?
Che se siete carenti fortemente di vitamina D è giusto ripristinarla più velocemente integrandola.
Ma poi al massimo ciclizzarla, con l’aiuto di un bravo medico, ed affidarsi al SOLE. Unica e sola fonte di vita sulla terra.

Inoltre che la Natura comanda e che tutti gli integratori super promettenti alla lunga SPESSO fanno la fine dei “trac a mare” come si dice a Napoli.

INSONNIA. IL MALE DEL NUOVO SECOLO ti spiega come fare a costruire il callo solare per una vitamina D attiva tutto l’anno…
AMAZON PRIME

RIFERIMENTO:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30710882/

Angelo Rossiello.

Articoli recenti…

LUCE E VIBRAZIONI

LUCE E VIBRAZIONI

Ecco un nuovo studio pazzesco che utilizza i meccanismi oscillatori per sbarazzarsi delle cellule tumorali:...