Risposta metabolica a un pasto con molti o pochi carboidrati nei primati non umani

Scritto da Angelo

Categorie: Nutrizione | Pillole

6 Ottobre 2015

A cura di Mario

babbu

Questo studio su babbuini adulti ha valutato la risposta metabolica a pasti LCHF (con pochi carboidrati, 20% delle calorie assunte, e molti grassi, 65%) e HCLF (con molti carboidrati, 65% delle calorie, e pochi grassi, 20%). Si è notato che il pasto ricco di carboidrati ha comportato un impatto maggiore su glicemia e insulina, maggiore velocità di messa in circolo del glucosio, e una riduzione del 40% della produzione di glucosio da parte dell’organismo. Quest’ultima è rimasta invariata dopo un pasto povero in carboidrati ma ricco in grassi.

Le conclusioni che si possono trarre dall’esperimento dimostrano che un pasto moderato in carboidrati e ricco di grassi non causa perturbazioni nell’omeostasi del glucosio né nell’attività delle cellule β pancreatiche, che secernono insulina in seguito all’incremento della glicemia.

Fonte: Am J Physiol Endocrinol Metab. 2013 Feb 15;304(4):E444-51. doi: 10.1152/ajpendo.00347.2012. Epub 2012 Dec 26. Metabolic response to high-carbohydrate and low-carbohydrate meals in a nonhuman primate model. Fabbrini E, Higgins PB, Magkos F, Bastarrachea RA, Voruganti VS, Comuzzie AG, Shade RE, Gastaldelli A, Horton JD, Omodei D, Patterson BW, Klein S.

Diete low carb vs. diete low fat

Articoli recenti…

GLUTINE E IPOTALAMO

GLUTINE E IPOTALAMO

GLUTINE E IPOTALAMO Incredibile studio pubblicato qualche giorno or sono ed eseguito su cavie. Ma lo studio si può...

COLESTEROLO LDL E MITOCONDRI

COLESTEROLO LDL E MITOCONDRI

Il colesterolo LDL è demonizzato da tutti i medici di base e una pletora di cardiologi. I protocolli ministeriali...