close
OCCHIALI DA SOLE? CAUTELA!!!! SUN GLASSES? CAUTION!
shop evolutamente

OCCHIALI DA SOLE? CAUTELA!!!! SUN GLASSES? CAUTION!

22 Dicembre 2019Marcus Ettingerocchiali da solesaluteUVB284Visualizzazioni

Del dr. Marcus Ettinger

Ultraviolet B Irradiation of the Eye Activates a Nitric Oxide-dependent Hypothalamopituitary Proopiomelanocortin Pathway and Modulates Functions of α-Melanocyte-stimulating Hormone-responsive Cells

Questo studio mostra chiaramente che l’irradiazione UVB localizzata all’occhio attiva il sistema di proopiomelanocortina ipotalamo-ipofisaria (POMC) attraverso la rete neuronale iNOS-dipendente che coinvolge il primo ramo dei nervi trigeminali che passano attraverso i gangli ciliari (ganglio parasimpatico situato proprio dietro l’occhio); pertanto vengono stimolate le cellule contenenti recettori α-MSH, come i melanociti DOPA positivi nella pelle. Data l’elevata attività mutagena degli UVB, la stimolazione della proliferazione e della sintesi dei pigmenti della melanina da parte dei melanociti epidermici potrebbe svolgere un ruolo importante nella protezione delle cellule sottostanti dalla tossicità UVB (Luger et al, 1998). Pertanto, la via di segnalazione attivata dall’irradiazione UVB nell’occhio che aumentano i livelli plasmatici di α-MSH potrebbe funzionare come meccanismo ultra sensibile mediante il quale la tossicità degli UVB potrebbe essere minimizzata negli animali che vivono in ambienti arricchiti con UV.

Il POMC viene tagliato (si divide) per dare origine a più ormoni peptidici. Ognuno di questi peptidi è confezionato in grandi vescicole a nucleo denso che vengono rilasciate dalle cellule dall’esocitosi in risposta alla stimolazione appropriata:

α-MSH prodotto dai neuroni nel nucleo ventromediale ha ruoli importanti nella regolazione dell’appetito (la stimolazione dei neuroni POMC provoca sazietà. [5]) e comportamento sessuale, mentre α-MSH secreto dal lobo intermedio dell’ipofisi regola il movimento di melanina prodotta dai melanociti nella pelle.

L’ACTH è un ormone peptidico che regola la secrezione dei glucocorticoidi dalla corteccia surrenale.

La β-endorfina e l’encefalina [Met] sono peptidi endogeni di oppioidi con azioni diffuse nel cervello.

NON PORTARE OCCHIALI DA SOLE QUANDO FUORI! UVB = PIÙ a-MSH = MENO MALATTIA

L’irradiazione UVB dell’occhio provoca l’infiammazione locale che stimola la produzione di ossido nitrico (NO) e altri mediatori infiammatori. Questa molecola di segnalazione viaggia attraverso i gangli ciliare (ganglio parasimpatico situato proprio dietro l’occhio),  gangli associati del nervo trigemino. Questo a sua volta attiva il sistema di proopiomelanocortina ipotalamo-ipofisaria (POMC).

L’ormone α-melanocita-stimolante (a-MSH) viene separato dalla pro-opiomelanocortina (POMC) nell’ipofisi. Nota: nell’uomo la pelle è una fonte più importante del peptide. La pigmentazione cutanea è quindi regolata da alfa-MSH prodotta localmente piuttosto che da quella di origine ipofisaria. a-MSH viene rilasciato nel plasma e vengono stimolati i melanociti positivi DOPA nella pelle.

Pertanto la radiazione UVB nella cornea e nell’iride (UVB ha una penetrazione debole, quindi non passa prontamente alla retina o oltre), può conferire molti benefici a valle, oltre alla produzione di melanina nei melanociti, tramite a-MSH.

La protezione contro i danni al DNA mediati dai raggi UV e l’insorgenza dell’oncogenesi è data dalla risposta abbronzante in cui l’irradiazione UV innesca i melanociti per aumentare la produzione di melanina che viene quindi trasferita ai cheratinociti. Un componente chiave del processo di abbronzatura è l’induzione mediata dai raggi UV dei geni pro-opiomelanocortina (POMC) e MC1R che codificano l’ormone alfa-melanocita-stimolante

Diminuisce l’appetito/aumenta la sazietà

Stimola la produzione di β-endorfina e peptidi endogeni di oppioidi

Migliore regolazione degli ormoni glucocorticoidi surrenali

α-MSH modula l’espressione dei geni Nrf2 e Nrf-dipendenti come un nuovo meccanismo effettore citoprotettivo di questo ormone.

α-MSH sopprime la sintesi di collagene indotta da TGF-β1 da parte dei fibroblasti cutanei umani. la trasformazione del fattore di crescita-β1 (TGF-β1), 1 citochina multifunzionale, è crucialmente coinvolta nella patogenesi di disturbi fibrotici come cicatrici ipertrofiche, cheloidi, sclerodermia localizzata, sclerosi sistemica, innesto sclerodermico contro malattia ospite della pelle, cirrosi fegato e fibrosi polmonare indotta idiopatica.

alpha-MSH ha potenti effetti protettivi e antinfiammatori. A livello molecolare, l’alfa-MSH influenza varie vie implicate nella regolazione dell’infiammazione e della protezione, ovvero l’attivazione del fattore nucleare-kappaB, l’espressione di molecole di adesione e recettori delle chemochine, la produzione di citochine e mediatori proinfiammatori, la sintesi di IL-10, la proliferazione delle cellule T e attività, migrazione cellulare infiammatoria, espressione di enzimi antiossidanti e apoptosi.

ARTICOLO ORIGINALE

Ultraviolet B Irradiation of the Eye Activates a Nitric Oxide-dependent Hypothalamopituitary Proopiomelanocortin Pathway and Modulates Functions of α-Melanocyte-stimulating Hormone-responsive Cells

This study clearly shows that localized UVB irradiation of the eye activates the hypothalamopituitary proopiomelanocortin (POMC) system via the iNOS-dependent neuronal network involving the first branch of the trigeminal nerves passing through the ciliary ganglia (parasympathetic ganglion located just behind the eye); therefore α-MSH-receptor containing cells are stimulated, such as DOPA-positive melanocytes in the skin. Given the high mutagenic activity of UVB, stimulation of the proliferation of, and of the synthesis of melanin pigments by epidermal melanocytes might play important parts in the protection of the underlying cells against UVB toxicity (Luger et al, 1998). Thus, the signaling pathway activated by UVB irradiation of the eye to increase plasma levels of α-MSH might function as ultra-sensitive mechanism by which UVB toxicity could be minimized in animals living in UV-enriched environment.

POMC is cut (cleaved) to give rise to multiple peptide hormones. Each of these peptides is packaged in large dense-core vesicles that are released from the cells by exocytosis in response to appropriate stimulation:

  • α-MSH produced by neurons in the ventromedial nucleus has important roles in the regulation of appetite (POMC neuron stimulation results in satiety.[5]) and sexual behavior, while α-MSH secreted from the intermediate lobe of the pituitary regulates the movement of melanin produced from melanocytes in skin.
  • ACTH is a peptide hormone that regulates the secretion of glucocorticoids from the adrenal cortex.
  • β-Endorphin and [Met]enkephalin are endogenous opioid peptides with widespread actions in the brain.

DON’T WARE SUNGLASSES WHEN OUTSIDE! UVB=MORE a-MSH=LESS DISEASE

UVB irradiation of the eye causes local inflammation which stimulates nitric oxide (NO) to be produced as well as other inflammatory mediators. This signaling molecule travels through the ciliary ganglia (parasympathetic ganglion located just behind the eye), which is the associated ganglia of the trigeminal nerve. This in turn activates the hypothalamopituitary proopiomelanocortin (POMC) system.

α-Melanocyte-stimulating hormone (a-MSH) is cleaved from pro-opiomelanocortin (POMC) in the pituitary. Note: humans the skin is a more important source of the peptide. Skin pigmentation is therefore regulated by locally produced alpha-MSH rather than that of pituitary origin. a-MSH is released into the plasma and DOPA positive melanocytes in the skin are stimulated.

Thus UVB radiation of the cornea and iris (UVB has weak penetration so does not readily pass to the retinal or beyond), may confers many down-stream benefits, beyond melanin production in melanocytes, via a-MSH.

“Death is certain, but life is not. In life, the only thing we have absolute control over are the choices we make. You either pay a biologic toll because of your choices, or you gain a biologic benefit because of your choices.” Dr. Marcus Ettinger.”

(Visited 199 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 52 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica). Co-autore de IL NUOVO VIVERE SECONDO NATURA ed autore del best seller INSONNIA. IL MALE DEL NUOVO SECOLO.

5G & Electricty – The Lesser of Two Evils?

Mitochondria Supercomplex – The Untold Story