Livelli di colesterolo elevati associati ad una migliore sopravvivenza in pazienti colpiti da polmonite ed in terapia intensiva

Scritto da Angelo

Categorie: Nutrizione | Pillole | Salute

12 Settembre 2015

Adattamento: Angelo

polmonite

Lo scopo di questo recente studio era quello di indagare i valori prognostici del colesterolo nei pazienti con grave polmonite che richiedeva terapia intensiva.

Lo studio ha incluso 40 pazienti che avevano i loro livelli di colesterolo misurati il ​​giorno 1 e il giorno 7 del loro soggiorno nel reparto di terapia intensiva.

Lo studio ha rilevato:

  1. i livelli di colesterolo HDL dei pazienti che sono sopravvissuti al giorno 7 era 221% più alto rispetto ai pazienti che sono morti;
  2. i livelli di colesterolo LDL dei pazienti che sono sopravvissuti al giorno 7 era 105% più alto rispetto ai pazienti che sono morti.

I ricercatori hanno concluso che i valori di colesterolo, in particolare l’HDL possono essere utilizzati come valore prognostico.

Riferimento:
Journal of Critical Care 2015 Jun;30(3):506-10
Decreased serum level of lipoprotein cholesterol is a poor prognostic factor for patients with severe community-acquired pneumonia that required intensive care unit admission.
Chien YF, Chen CY, Hsu CL, Chen KY, Yu CJ.
Department of Laboratory Medicine, National Taiwan University Hospital Yunlin Branch, Yunlin County, Taiwan.
Link: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25702844

La verità su colesterolo e grassi saturi

Articoli recenti…