L'IMPORTANZA DEL SONNO REM - EvolutaMente.it
close
L’IMPORTANZA DEL SONNO REM

L’IMPORTANZA DEL SONNO REM

28 Agosto 2019sonno REM131Visualizzazioni

SONNO REM.

I senza sogni: l’epidemia silenziosa della perdita di sonno REM

Un sonno REM adeguato consente l’adattamento dell’amigdala. Appena pubblicato!
Il che significa possibili/probabili problemi mentali già nel medio termine…
Molti mi dicono di “dormire bene” e quindi non aver bisogno dei consigli del libro:

INSONNIA. IL MALE DEL NUOVO SECOLO che tra le altre cose contiene ben altri consigli che il “semplice” dormire bene.

Nella società moderna e tecnologica o sei un freak genetico (un mutante, uno scherzo della natura fortunato tanto per intenderci) oppure dormi si, ma la fase REM non può essere “ideale”…
In questi casi meglio soffrire di insonnia! Almeno cerchi soluzioni al problema!
Ho avuto casi di medici che mi dicevano di “dormire bene” 6 ore e poi semplicemente applicando 2-3 consigli del libro hanno aumentato la fase REM di 30 minuti pur continuando a dormire 6 ore… +30 minuti sono un tempo IMPRESSIONANTE per tutti noi.
Atleti, professionisti, bambini, anziani…

Il libro lo trovi su AMAZON (48/48 recensioni a 5 stelle) oppure al prezzo più basso:

Insonnia. Il male del nuovo secolo

RIFERIMENTO:

https://www.cell.com/current-biology/fulltext/S0960-9822(19)30761-4

Angelo Rossiello.

(Visited 145 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 52 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica). Co-autore de IL NUOVO VIVERE SECONDO NATURA ed autore del best seller INSONNIA. IL MALE DEL NUOVO SECOLO.

Melatonina esogena?

Le Storie Personali: Patrizio