L’esposizione al mercurio durante la gestazione può portare gravi problemi nel bambino in seguito

Scritto da Angelo

Categorie: Salute

21 Settembre 2017

Il problema mercurio è molto più grave di quanto si possa pensare. Gli effetti negativi possono passare persino dalla madre al feto.

La metilazione del DNA è una modificazione epigenetica del DNA. Il processo consiste nel legame di un gruppo metile (-CH3) ad una base azotata. Differenti basi azotate possono subire questo tipo di modificazione per diverse funzioni. (da wikipedia)

Di Angelo.

Ricordiamo che la metilazione del DNA è associata all’esplosione moderna di alcune malattie autoimmuni.
Per cui una modifica epigenetica che passa di madre a figlio/a e che a sua volta potrebbe esacerbarsi di generazione in generazione.

L’esposizione prenatale al mercurio, un metallo neurotossico, è associata a prestazioni cognitive più basse durante l’infanzia.

La rottura della programmazione epigenetica fetale potrebbe spiegare gli effetti neurotossici del mercurio. I ricercatori hanno esaminato le differenze di metilazione a livello epigenetici associate ai livelli di mercurio prenatale del sangue materno in 321 campioni di DNA del sangue del cordone ombelicale ed hanno esaminato la persistenza di queste alterazioni durante il periodo iniziale di vita (n = 75; 2,9-4,9 anni) e nella metà infanzia (n = 291; 6,7 -10,5 anni).

QUALSIASI FORMA DI MERCURIO E’ TOSSICA PER L’ESSERE UMANO.

Tra i maschi, i livelli di mercurio prenatale sono stati associati con una minima metilazione del DNA del sangue del cordone regionale al gene di paraoxonasi 1 (PON1) che persisteva nella prima infanzia e si è stato attenuato nel sangue medio-infantile. La metilazione del sangue del cordone ombelicale al punto PON1 ha previsto punteggi cognitivi più bassi misurati durante la prima infanzia. La metilazione al PON1 è stata associata all’espressione PON1 in un insieme indipendente di campioni di sangue del cordone. La perturbazione epigenetica persistente del gene PON1 può modulare la tossicità del mercurio nell’uomo e potrebbe servire da biomarker di esposizione e di suscettibilità alle malattie.

(2) Ricordiamo che una dieta ricca di proteine animali e uova, che hanno componenti che donano gruppi metilici, può aiutare molto in questi casi.

RIFERIMENTI:
(1) SCIENTIFIC REPORTS
Persistent DNA methylation changes associated with prenatal mercury exposure and cognitive performance during childhood
Autori Vari
Link: qui

(2)  J Nutr Biochem. Author manuscript; available in PMC 2013 Aug 1.
Published in final edited form as:
J Nutr Biochem. 2012 Aug; 23(8): 853–859.
Published online 2012 Jun 27. doi: 10.1016/j.jnutbio.2012.03.003
PMCID: PMC3405985
NIHMSID: NIHMS390139
Nutrition and epigenetics: An interplay of dietary methyl donors, one-carbon metabolism, and DNA methylation
Autori Vari
Link: qui

Articoli recenti…

LUCE E VIBRAZIONI

LUCE E VIBRAZIONI

Ecco un nuovo studio pazzesco che utilizza i meccanismi oscillatori per sbarazzarsi delle cellule tumorali:...