L’EARTHING NELLA PREVENZIONE (E TRATTAMENTO) DELLA COVID-19

Scritto da Angelo

Categorie: Salute

18 Dicembre 2021

L’EARTHING NELLA PREVENZIONE (E TRATTAMENTO) DELLA COVID-19

Molti anni fa nei primi paleomeeting da me organizzati, alcuni medici evolutivi prendevano per il culo la mia relazione sull’earthing e in particolare il fatto che il mio amico e socio Alessio Angeleri fosse scalzo.
Tutt’oggi il fantoccio che li rappresenta si allena con scarpe anti-postura ed anti-evolutive e super-protettive pur ritenendosi (vantandosi) un “selvaggio”…

Bene…

Contesto: Earthing è il contatto con la terra in diversi modi che potrebbe (togliamo “potrebbe”) provocare afflusso di elettroni nel corpo con conseguente effetto antinfiammatorio, potenziamento dell’immunità, anticoagulazione, aumento dell’ossigenazione del sangue e possibile effetto antipiretico. Tutti questi effetti della messa a terra potrebbero avere un ruolo sostanziale nella gestione dei pazienti con infezione da COVID-19 senza effetti collaterali deleteri dei normali farmaci. Obiettivo: studiare il ruolo della messa a terra nel trattamento e nella prevenzione dell’infezione da COVID-19. Design: studio osservazionale Ambito: Università di Bassora, College of Medicine, Iraq. Pazienti: lo studio ha incluso 59 casi con infezione da COVID-19. Interventi: Tutti i pazienti hanno effettuato la messa a terra tramite contatto diretto con la terra o con apparecchiature di collegamento per circa 15 min-3 ore/giorno. Misurazioni e risultati principali: La diagnosi è stata confermata dal test PCR con o senza TC del torace. C’è stata una risposta spettacolare (SPETTACOLARE!!!!) in un paziente gravemente malato che non era in grado di parlare a causa della dispnea con un livello di ossigeno nel sangue del 38% con apporto di ossigeno continuo. Il secondo giorno di tre ore giornaliere di messa a terra, il suo livello di ossigeno è aumentato al 95% con apporto di ossigeno e al 77% senza apporto di ossigeno. Dopo 1-3 giorni di messa a terra, la maggior parte dei pazienti ha mostrato un miglioramento dei seguenti sintomi: febbre, dispnea, tosse, debolezza, mal di testa, dolore toracico, perdita del gusto e dell’olfatto, anoressia e dolore corporeo. Sei persone erano in contatto con pazienti COVID-19 che avevano eseguito la messa a terra preventiva. Hanno contratto malattie lievi o di breve durata anche se la loro famiglia è stata gravemente colpita.

Conclusioni: l’esito dei pazienti con COVID-19 che avevano eseguito una messa a terra regolare e sufficiente mostrando effetti curativi o preventivi significativi che sono raccomandati ulteriori studi su campioni di dimensioni maggiori.

RIFERIMENTO:

https://www.researchgate.net/publication/346734751_Prevention_and_treatment_of_COVID-19_infection_by_earthing

I principi della Natura comandano sempre.
——————————————————————-

EARTHING PER CURA E PREVENZIONE COVID-19 (2)

ATTENZIONE! Articolo non peer-reviewed

Il pH basso è un fattore importante che facilita l’ingresso di vairus avvolti, compresi i coronavirus, e l’ulteriore fusione con la membrana delle cellule epiteliali dell’ospite. Il pH nell’ambiente polmonare può essere mantenuto fornendo una carica elettrica negativa. L’obiettivo principale era verificare se la messa a terra (collegamento diretto o indiretto alla Terra) modifica il pH delle vie respiratorie.
metodi:
Nove partecipanti sono stati valutati e sono state effettuate misurazioni del pH sulla mucosa della gola prima e dopo 15 minuti di messa a terra.
Risultati:
Il pH medio prima della messa a terra era 5,83±0,43 e dopo la messa a terra era 6,33±0,43 (p=0,000323).
Conclusioni:
La messa a terra è in grado di fornire una carica negativa con conseguente alcalinizzazione dell’ambiente polmonare. L’aumento del valore del pH nel tratto respiratorio riduce l’ingresso pH-dipendente dei coronavirus nelle cellule epiteliali. La messa a terra può avere un impatto sul decorso delle infezioni delle vie respiratorie sia virali che batteriche diminuendo la suscettibilità allo sviluppo di forme fatali di SARS (Severe Acute Respiratory Syndrome).

RIFERIMENTO: https://europepmc.org/article/ppr/ppr197607
——————————————————————–
La pseudoscienza dei pazzi scatenati.

La malattia grave secondo il prof. Meyl è causata da un fortissimo rilascio di acido prussico in quanto il corpo richiede detossificazione (altro che vairus) e quindi tutte le forme di alcalinizzazione, compreso l’earthing possono aiutare a contrastare la malattia. Dieta paleo, acqua alcalina ionizzata, guardare le albe ogni mattina al freddo magari facendo contemporaneamente earthing… Magari anche dopo una forzata esposizione alle EMF non naturali come viaggi in aereo, treno, auto, lavoro…

I nostri 3 libri che vi spiegano come praticare tutto quanto sopra in modo semplice e privo di rischi e soprattutto senza fare cavolate.

https://shop.evolutamente.it/it/libri/9-il-nuovo-vivere-secondo-natura.htmlI

TRE LIBRI DELLA SALUTE A 360°

IL NUOVO VIVERE SECONDO NATURA.
INSONNIA. IL MALE DEL NUOVO SECOLO.
VITAMINA D.

Buona giornata a tutti.
Angelo Rossiello.

Articoli recenti…