L’uso di statine e di aspirina può causare gravi problemi cognitivi negli anziani.

Scritto da Angelo

Categorie: Nutrizione | Pillole | Salute

16 Novembre 2015

Adattamento: Angelo

alzo

Uno degli obiettivi dello studio abbastanza articolato che vi presentiamo oggi era quello di stabilire se esiste un rapporto tra i vari tipi di demenza e l’uso di statine e/o l’uso di aspirina. Lo studio ha coinvolto 1.168 soggetti di soggetti ultra 65enni sardi.

Lo studio è stato condotto, tra le altre cose, da una equipe di scienziati italiani.

Schematicamente lo studio ha restituito questi inquietanti dati che confermano i risultati di altri studi, alcuni già evidenziati sul nostro blog:

  • le statine hanno aumentato il rischio di qualsiasi tipo di demenza del 60% negli utilizzatori rispetto ai non utilizzatori;
  • le statine hanno aumentato il rischio di decadimento cognitivo lieve di ben il 90% negli utilizzatori rispetto ai non utilizzatori;
  • le statine hanno aumentato il rischio di contrarre l’Alzheimer del 70% negli utilizzatori rispetto ai non utilizzatori;
  • le statine hanno aumentato il rischio di contrarre demenza mista dei 50% negli utilizzatori rispetto ai non utilizzatori;
  • le statine hanno aumentato il rischio di contrarre demenza vascolare del 40% negli utilizzatori rispetto ai non utilizzatori;
  • l’aspirina ha aumentato il rischio di contrarre qualsiasi tipo di demenza del 60% negli utilizzatori rispetto ai non utilizzatori;
  • l’aspirina ha aumentato il rischio di incorrere in decadimento cognitivo lieve del 60%negli utilizzatori rispetto ai non utilizzatori;
  • l’aspirina ha aumentato il rischio di contrarre la malattia di Alzheimer del 10% negli utilizzatori rispetto ai non utilizzatori;
  • l’aspirina ha aumentato il rischio di contrarre demenza mista di ben il 150% negli utilizzatori rispetto ai non utilizzatori;
  • l’aspirina ha aumentato il rischio di contrarre demenza vascolare del 70% negli utilizzatori rispetto ai non utilizzatori;
  • le statine prese insieme all’aspirina hanno aumentato il rischio di contrarre qualsiasi tipo di demenza del 110% negli utilizzatori rispetto ai non utilizzatori;
  • le statine prese insieme all’aspirina hanno aumentato il rischio di contrarre decadimento cognitivo lieve del 170% negli utilizzatori rispetto ai non utilizzatori;
  • le statine prese insieme all’aspirina hanno aumentato il rischio di contrarre la malattia di Alzheimer del 60% negli utilizzatori rispetto ai non utilizzatori;
  • le statine prese insieme all’aspirina hanno aumentato il rischio di contrarre demenza mista del 170% negli utilizzatori rispetto ai non utilizzatori;
  • le statine prese insieme all’aspirina hanno aumentato il rischio di contrarre demenza vascolare del 110% negli utilizzatori rispetto ai non utilizzatori.

I dati dello studio rivelano che, rispetto ai non utilizzatori di statine, gli utilizzatori hanno un rischio significativamente più elevato di contrarre tutti i tipi di demenza, malattia di Alzheimer compresa!

La prof.ssa Mandas, leader del team di ricerca, ha così concluso: “Poiché il colesterolo gioca un ruolo fondamentale nella mielinizzazione dei neuroni, probabilmente l’inibizione della sintesi del colesterolo con le statine potrebbe portare ad effetti cognitivi negativi“.

Cosa aggiungere a questi dati così eclatanti e deduzioni così drammatiche? Leggete, informatevi… Mettetevi in discussione, ne va della vostra salute!

Riferimento:
Frontiers in Aging Neuroscience 2014 Nov 7;6:309
Cognitive Impairment and Age-Related Vision Disorders: Their Possible Relationship and the Evaluation of the Use of Aspirin and Statins in a 65 Years-and-Over Sardinian Population.
Mandas A, Mereu RM, Catte O, Saba A, Serchisu L, Costaggiu D, Peiretti E, Caminiti G, Vinci M, Casu M, Piludu S, Fossarello M, Manconi PE, Dessí S.
Link: qui

Statine? No grazie!

Articoli recenti…