Le statine contribuiscono all’epidemia in corso di infarti e di ateriosclerosi…

Scritto da Angelo

Categorie: Pillole | Salute

22 Novembre 2015

Le statine contribuiscono all’epidemia in corso di infarti e di ateriosclerosi…

Adattamento: Angelo

statine

Il dr Harumi Okuyama e il suo team di ricerca discutono, in questa recente pubblicazione, i meccanismi di come le statine possano causare l’aterosclerosi e insufficienza cardiaca.

Il dr Okuyama afferma:

  1. in contrasto con la convinzione corrente che la riduzione del colesterolo con le statine possa ridurre l’aterosclerosi, le statine potrebbero persino favorire la calcificazione coronarica e possono funzionare come tossine mitocondriali che compromettono la funzione muscolare del miocardio e dei vasi sanguigni attraverso l’esaurimento delle riserve del coenzima Q10 che compromette la produzione idonea di ATP (ndr che genera energia);
  2. le statine inibiscono la sintesi della vitamina K2. La vitamina K2 protegge le arterie dalla calcificazione.
  3. le statine inibiscono la biosintesi delle proteine contenenti selenio che potrebbe essere un fattore di insufficienza cardiaca congestizia.

I ricercatori così concludono la loro interessante review: “l’epidemia di insufficienza cardiaca e aterosclerosi che affligge il mondo moderno può paradossalmente essere aggravata con l’uso pervasivo di statine. Proponiamo che le attuali linee guida del trattamento con statine vengano criticamente rivalutate”.

Ma pensa te… Vabbè, che sarà mai… Tanto, prima o poi, dobbiamo comunque morire…

Riferimento:
Expert Review of Clinical Pharmacology 2015 Feb 6:1-11
Statins stimulate atherosclerosis and heart failure: pharmacological mechanisms.
Okuyama H, Langsjoen PH, Hamazaki T, Ogushi Y, Hama R, Kobayashi T, Uchino H.
Nagoya City University and Institute for Consumer Science and Human Life, Kinjo Gakuin University, 2-1723 Omori, Moriyama, Nagoya 463-8521, Japan.
Link: qui

Statine? No, grazie!

Articoli recenti…