Le interviste di evolutamente.it: Emanuele Gambacciani n.2 - EvolutaMente.it
close
Le interviste di evolutamente.it: Emanuele Gambacciani n.2

Le interviste di evolutamente.it: Emanuele Gambacciani n.2

Avevamo già intervistato Emanuele Gambacciani qualche anno or sono… Ma il tempo e le iniziative volano…
Pensate che nel frattempo ha scritto un libro fantastico “Dall’Alba al Tramonto” ed è diventato addirittura il Presidente della più importante associazione Medico/scientifica di stampo evoluzionistico in Italia: la SIMNE.

L’intervista precedente!

Le interviste di evolutamente.it: Emanuele Gambacciani

Angelo: ciao Emanuele, come stai? In formissima vedo!

Emanuele: Ciao Angelo, molto bene ed infinite grazie per questa nuova opportunità che mi dai per comparire sul vostro splendido blog.

Angelo: ho letto il tuo fantastico libro… Mi hai persino concesso l’onore di scrivere la prefazione…

Emanuele: si certo, a marzo 2018 è uscito il mio primo libro. Un sogno che avevo nel cassetto da moti anni ma che non avevo mai avuto il coraggio di cominciare a scrivere. Poi ho pensato che potesse essere il momento giusto e ci ho dedicato molto tempo e risorse.
Il libro, “Dall’alba al tramonto” può essere teoricamente diviso in tre parti:

  • la prima nella quale spiego come potrebbe essersi evoluta la nostra specie, dagli albori fino ai giorni nostri. Scrivo “potrebbe” perché ovviamente ancora non abbiamo alcuna certezza: la parte relativa all’evoluzione umana si è resa indispensabile perchè  solo avendo un minimo di conoscenza del nostro passato evolutivo possiamo avere consapevolezza di chi siamo e da dove veniamo.
  • La seconda e la terza parte sono invece strettamente correlate: partendo da alcune evidenze scientifiche cerco di spiegare l’importanza della scelta del cibo per mantenere la salute, come questo abbia condizionato tutta la nostra vita evolutiva anche in termini sociali ed ambientali.

Come il cibo però rappresenti solo un piccolo pezzo di un puzzle moto complicato per mantenere e raggiungere la salute, salute che viene messa a repentaglio non solo dal cibo neolitico e dai tempi con la quale lo assumiamo, ma anche, e soprattutto, dagli ambienti ed i comportamenti che l’Uomo ha adottato dopo la comparsa dell’agricoltura. Ambienti e comportamenti non contemplati nella nostra genetica ancorata ancora al paleolitico e, con ogni probabilità, questo conflitto tra genetica e comportamenti/ambiente a nostro avviso (nostro inteso come medicina evoluzionistica) rappresenta la causa principale della precaria salute umana. Ti ricordo inoltre che hai scritto la prefazione del mio libro, una prefazione splendida che è stata moto apprezzata dai lettori.

Dall’ Alba al Tramonto, un libro del dottor Emanuele Gambacciani, presidente SIMNE.
Prefazione: Angelo Rossiello.

Lo puoi comprare su Amazon cliccando: qui

Angelo: grazie Emanuele, troppo buono! Parlaci un po’ di questa storia della SIMNE… La vera ed unica associazione medico/scientifico in Italia sui temi a noi cari della Medicina e Nutrizione Evoluzionistica…

Emanuele: ho l’enorme piacere di essere il presidente della SIMNE ma credo, anzi sono sicuro, che la SIMNE potrebbe essere adeguatamente rappresentata da ogni singolo professionista che oggi partecipa all’opera divulgativa che ci siamo proposti di portare avanti. La SIMNE, oltre che attraverso i social, organizza iniziative in tutta Italia, eventi e conferenze, per far conoscere il verbo della medicina evoluzionistica. Quello che è più apprezzato e caratteristico è il fatto che sono i singoli appassionati che ci chiedono la nostra disponibilità ad organizzare un evento in una determinata città, sono i singoli appassionati che ci aiutano nell’organizzazione dell’evento e noi, professionisti, ci mettiamo a completa disposizione. Dopo l’evento di Scilla ne sono in programma altri ma per ora preferiamo mantenere il massimo riserbo.

SIMNE sta per Società di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica.
Invitiamo tutti i lettori che volessero contribuire con il loro aiuto di iscriversi alla SIMNE e poi contattarci. Qui tutte le informazioni! 

Angelo: parlami un po’ della tua vita privata e professionale, siamo una grande famiglia… Ai lettori piace saperne di più dei loro riferimenti…

Emanuele: Rispetto a qualche anno fa la mia vita privata è moto cambiata. I miei studi hanno completamente stravolto il modo di pormi nei confronti della vita. Insieme a mia moglie abbiamo deciso di abbandonare la freneticità della vita urbana e ci siamo trasferiti in periferia, vicino al mare. Qui abbiamo intenzione di crescere i nostri due figli in modo che stiano il più possibile a contatto con la Natura. Una scelta che consiglio a tutti, può far molta paura cambiare, ma dopo che si trova il coraggio, la scelta viene assolutamente ricompensata dai vantaggi che sono assolutamente percepibili fin dai primi giorni della “nuova vita” . Per quanto riguarda invece la mia “vita professionale” resto sempre assolutamente convinto che il cibo d’elezione per il sapiens sia quello che che hanno sempre mangiato i nostri antenati prima della comparsa dell’agricoltura. A tutti i miei pazienti chiedo quindi di eliminare dapprima tutti i cibi neolitici e successivamente, dopo che è stato ripristinato un corretto senso della fame e della sazietà, propongo un protocollo da me ideato che associa al cibo specie specifico la discontinuità alimentare, brevi digiuni, sottoalimentazione e sovralimentazione, il tutto in modo abbastanza istintivo con l’unico fine di modificare il rapporto col cibo. Questo approccio che ormai seguo da qualche anno mi sta dando enormi soddisfazioni.

Angelo: come si è evoluto il tuo approccio con i pazienti?

Emanuele: i miei pazienti oggi fortunatamente mi chiamano solo perché hanno preso coscienza che quanto fatto e mangiato fino ad ora era assolutamente sbagliato, quindi sono desiderosi di rivoluzionare la propria alimentazione in senso evolutivo: certo è che, non si può pensare di trovare il benessere dedicando tutti i nostri sforzi a modificare la sola alimentazione; moti aspetti dello stile di vita vanno modificati in senso evoluzionistico!

Angelo: come vedi il futuro della Medicina Evoluzionistica?

Emanuele: Come vedo il futuro della medicina evoluzionistica? Beh, credo innanzitutto che la medicina evoluzionistica rappresenti il futuro della medicina, ma siamo ancora lontani anni luce a ché tutti gli operatori sanitari abbiano una cultura evoluzionistica. Il mio auspicio è che, come spesso accade, e come sembra stia accadendo anche per questa nuova branca della medicina, il business, i soldi, i profitti ne stiano alla larga e tutte le attenzioni e la concentrazione vengano dedicate allo studio ed alla divulgazione dei principi evoluzionistici.

Angelo: ti piace sempre il nostro blog? Ultimamente gli argomenti ti appassionano?

Emanuele: amico mio, il vostro blog ha contribuito a salvarmi la vita tempo fa quando, perso nei meandri della nutrizione tradizionale, stavo portando il mio corpo ad un lento ma inevitabile disfacimento. La mia forza di volontà unita al fatto che persone come voi portavano avanti un’idea diversa di alimentazione è stato di forte aiuto per stravolgere il mio modo di vedere l’alimentazione prima e la vita poi.

Angelo: Urca! Non lo sapevo! Presenterò fattura! Ahahaha. Hai qualcosa da aggiungere all’intervista?

Emanuele: Spero che sempre più persone abbiano il coraggio di abbandonare la propria “comfort zone”, quella zona di conforto che tiene in ostaggio la stragrande maggioranza delle persone, quella zona di conforto che serve a giustificare tutti i malanni e la fragilità umana, quella zona di conforto creata ad hoc dal mainstream per far sentire ognuno di noi protetto fino a quando un giorno non ci accorgiamo di essere malati, quel giorno entri a far parte a tutti gli effetti della ruota che alimenta il business di questo sporco mondo.

Angelo: probabilmente già, appena nato, corri su questa sporca ruota come un criceto in gabbia… Ottime considerazioni! Grazie Ema, per questa tua ennesima intervista e per la grande disponibilità! Ci vediamo a Torino tra 7 giorni per il palemeeting! Colgo l’occasione di invitare tutti i lettori Piemontesi e limitrofi! Sarà un evento INCREDIBILE! Qui tutte le info!

Emanuele lo trovate facilmente su facebook cercandolo col motore di ricerca!

(Visited 413 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 52 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica). Co-autore de IL NUOVO VIVERE SECONDO NATURA ed autore del best seller INSONNIA. IL MALE DEL NUOVO SECOLO.

Tiroide X-files

LA CARNE DI MAIALE È SALUBRE?