La storia scioccante e non raccontata del vaccino PFIZER per i ragazzi dai 12 ai 15 anni

Scritto da Angelo

Categorie: Salute

7 Marzo 2022

Questa è la storia non raccontata e raccapricciante dello studio clinico di Pfizer eseguito sui ragazzi adolescenti dai 12 ai 15 anni.

RIFERIMENTO: QUI

Solo 2264 adolescenti sono stati randomizzati tra ottobre 2020 e gennaio 2021.

Descriverò i vari effetti collaterali correlati, gravi e persino pericolosi per la vita, subiti da questi giovani.

1180 di questi giovani hanno ricevuto almeno una dose da 30 μg prima della data limite dell’estrapolazione dati, fissata il 13 marzo 2021, composta da 1131 adolescenti durante lo studio in cieco e 49 del gruppo placebo, che hanno compiuto 16 anni, non erano in cieco e hanno scelto di essere trattati secondo il recente 16+ EUA (utilizzo in emergenza). Evidentemente avevano fretta di immunizzarsi le cavie inconsapevoli.

Sebbene la dimensione del campione dello studio fosse minuscolo e la sua forza statistica debole, i dati degli studi clinici (comunque incompleti!) Sono come polvere d’oro, poiché rappresentano una coorte chiusa. Può comunque rilevare un segnale di sicurezza cruciale prima di intraprendere una crociata al fine di trattare con questo farmaco sperimentale ogni adolescente del pianeta. Effetti collaterali compresi.

Vediamo gli effetti collaterali che ha subito questa coorte:

  • 1 febbre correlata pericolosa per la vita
  • 1 anafilassi pericolosa per la vita correlata alla somministrazione
  • 1 inoculazione correlata a miopericardite con “ragionevole possibilità”, ospedalizzato, “attività limitata” consigliato a 2 mesi
  • 3 soggetti messi in cura con farmaci SSRI per la depressione, ciascuno ricoverato in ospedale con “esacerbazione” dei sintomi

Su poco più di 1000 soggetti… Iniziate ad alzare le antenne…

Un altra ragazza, Maddie de Garay ha sofferto di forti dolori addominali/toracici ed estremo intorpidimento entro un giorno dalla dose 2. Ha sviluppato sangue nelle urine, problemi di mobilità, ora è paralizzata e usa un sondino nasogastrico per mangiare. Nello studio l’effetto collaterale è stato erroneamente etichettato come “dolore addominale funzionale” e “nevralgia”.

A parte 7 adolescenti citati, si sono verificati altri effetti collaterali che comprendono linfoadenopatia, linfonodi ingrossati, il tutto a un tasso statisticamente significativamente più alto nel gruppo “cavie” (9 contro 2). Allo stesso modo per i casi di linfoadenopatia giudicati correlati al trattamento (7 vs. 1).

I dati sulla sicurezza della reattogenicità sono drammatici.

Questi effetti collaterali erano probabilmente troppo evidenti nonostante i ricercatori che hanno condotto lo studio hanno cercato di minimizzare la faccenda.

Dopo la dose 2, nel gruppo di trattamento, il 51% ha utilizzato farmaci antipiretici contro il 9% nel gruppo placebo.

Negli studi clinici , il termine reattogenicità si riferisce alla proprietà di un vaccino di essere in grado di produrre reazioni avverse comuni “previste”, in particolare risposte immunologiche eccessive e segni e sintomi associati, inclusi febbre e dolore al braccio nel sito di iniezione. Altre manifestazioni di reattogenicità tipicamente identificate in tali studi includono lividi , arrossamento , indurimento e gonfiore .

Reactogenicità – https://it.abcdef.wiki/wiki/Reactogenicity

ATTENZIONE ORA!

Non ci sono stati casi gravi di COVID-19 in nessuno dei due gruppi.

Allora chiediamoci e chiediamo alle virostar televisive che hanno sponsorizzato e continuano a sponsorizzare l’utilizzo di questo farmaco per i vostri figli…

Quale cazzo è stato il “beneficio” di efficacia per tutte queste lesioni?

L’endpoint clinico (lo scopo dello studio) era valutare l’infezione sintomatica confermata da un test NAAT PCR. Non sono stati riportati i positivi alla PCR, gli eventuali sintomi e neanche se la trasmissione della malattia sia stata ridotta.

MA VI RENDETE CONTO?

Per ribadire nuovamente il concetto, la data limite dei dati dello studio era il 13 marzo 2021.

Questi effetti collaterali erano già pertanto tutti noti all’epoca e nonostante questa follia:

  • Pfizer si vantava che questo farmaco fosse “ben tollerato”
  • i risultati dello studio sono stati pubblicati nel più importante e prestigioso journal scientifico, il NEJM
  • FDA ha approvato l’utilizzo
  • EMA ha approvato l’utilizzo
  • JCVI ha consigliato il farmaco in tutto il Regno Unito
  • le virostar ancora oggi (nonostante i dati sull’eccesso di mortalità siano raccapriccianti) continuano a sponsorizzare gli inoculi sperimentali alle soglie della PRIMAVERA… Una cosa mai vista in tutta la storia delle vaccinazioni influenzali.
  • il 99% dei giornalisti investigativi MUTI

E PER CONCLUDERE…

C’è stato un evento avverso extra nello studio in aperto:
* evento avverso grave pericoloso per la vita ricoverato in ospedale un 16enne con “depressione”

Questo è un evento extra ai i 3 SAE di depressione durante lo studio in cieco già registrati ed elencati sopra. Nessuna indicazione che il giovane stesse assumendo un SSRI o fosse depresso prima.

Quindi abbiamo un totale di 8 effetti collaterali gravi su poco più di 1000 cavie con genitori felici. Il che riportato su (esempio) 1 milione di adolescenti farebbe (al mio paese) 8000 effetti collaterali GRAVI e senza considerare la reattogenicità del farmaco.

In una tabella questi eventi avversi correlati, gravi e pericolosi per la vita dello studio clinico sugli adolescenti di Pfizer. Ricordate, questi si sono verificati tra soli 1180 soggetti. Tutti questi eventi avversi si sono verificati prima della conferenza stampa di Pfizer il 31 marzo 2021 e chissà, nel frattempo, quanti altri effetti collaterali si sono verificati in quel gruppo.

LA MORTALITA’ PER TUTTE LE CAUSA IN USA NEL 2021. DATI MOLTO ALLARMANTI

Ed ecco che magicamente un mio mito assoluto The Ethical Skeptic, un maestro di statistica riferisce recentemente su TWITTER: ecco il suo TWEET

Abbiamo davvero un enorme problema. I giovani muoiono sempre a ritmi sostenuti crescenti e queste non sono morti per “Covid” e neanche è “Long Covid” in quanto colpirebbe ancora più duramente le persone più anziane.

Questo eccesso sta colpendo le fasce di età 12-29 ma ancora più 30-34, 35-39, 40-44 e 45-49.

Perchè questi farmaci falliscono su tutta la linea? Semplicemente perchè i virus non sono la causa della malattia! Che tipo di malattia è allora la COVID? Come ci possiamo difendere? Come si trasmette in realtà la malattia? Come si spiegano questi misteri?

IL MITO DEL CONTAGIO lo trovate solo su Amazon o sul nostro shopping grazie al coraggio dello scrivente che lo ha pubblicato per la sua piccolissima casa editrice

L’aggiornamento BREAKING THE SPELL descrive in modo chiarissimo “l’esperimento di controllo” che dimostra in modo ingegneristico che non c’è nulla di letale nell’aria che se lo respiriamo rischiamo di rimanere intubati o persino morire.

In pratica: disinfettarsi le mani serve solo a massacrare il naturale microbioma della pelle e bombardarsi di interferenti endocrini e sostanze chimiche, indossare mascherine è ridicolo (oltre che pericolosissimo per la salute – intossicazione di CO2 che altro che il riscaldamento globale…), tenerci distanziati ci massacra la psiche, salutarci col gomito o col pugnetto è abominevole. Ma soprattutto questi “obblighi” sono odiosi e totalmente inutili. Lasciate almeno perdere i bambini.

 

Articoli recenti…

PANDE-TRUFFA: UPDATE CANADA

PANDE-TRUFFA: UPDATE CANADA

Abbiamo già visto che l'ultimo jingle governativo che se sei vaccinato e tridosato ti salvi dalla terapia intensiva e...