close
LA SINDROME CIRCADIANA

LA SINDROME CIRCADIANA

24 Giugno 2019la sindrome circadiana263Visualizzazioni

LA SINDROME CIRCADIANA
(l’importanza del LIGHT TRAINER!)

Appena pubblicati 2 ulteriori studi che reputo importantissimi.
Il primo che vorrei commentare più approfonditamente, introduce una possibile nuova patologia: “la sindrome circadiana”. (1)


Traducendo sommariamente l’abstract si legge:

La sindrome metabolica è un cluster di fattori di rischio cardio-metabolici e comorbidità che trasmettono un alto rischio sia di malattie cardiovascolari che di diabete di tipo 2. È responsabile di enormi costi socio-economici con la conseguente morbilità e mortalità nella maggior parte dei paesi. L’eziologia di fondo di questo raggruppamento è stata oggetto di molte discussioni.

MA ECCO IL PUNTO!!!!

Più recentemente, un interesse significativo si è concentrato sul coinvolgimento del sistema circadiano, un importante regolatore di quasi ogni aspetto della salute umana e del metabolismo. La sindrome circadiana è stata ora implicata in diverse malattie croniche tra cui il diabete di tipo 2 e le malattie cardiovascolari. Vi sono ora crescenti prove che collegano i disturbi del ritmo circadiano non solo con i componenti chiave della sindrome metabolica, ma anche con le sue principali comorbilità, tra cui:

– disturbi del sonno,
– depressione,
– steatoepatite e
– disfunzione cognitiva.

Sulla base di questo, noi ora proponiamo che la perturbazione circadiana possa essere un importante fattore eziologico di base per la Sindrome Metabolica e suggeriamo che venga rinominata “Sindrome Circadiana”.

Con l’aumento del riconoscimento della “sindrome circadiana”, la medicina circadiana, attraverso:

– gli orari in cui praticare esercizio fisico,
– l’esposizione alla luce,
– gli orari in cui consumare il cibo (attenzione non cosa mangiare),
– gli orari di somministrazione di farmaci e
– il sonno,

Giocherà un ruolo molto più importante nel mantenimento della salute individuale e della popolazione in il futuro.

Insomma, sempre detto: nasce prima la malattia o lo sfasamento circadiano? Sempre più prove sembrano portare a dedurre che lo sfasamento circadiano è un fattore di rischio primario per lo sviluppo di malattie metaboliche.
La medicina del futuro è quella circadiana che deve entrare a far parte del calderone della medicina evoluzionistica.

A parte gli orari di somministrazione farmaci che non ci compete, tutto l’elenco è ESATTAMENTE il lavoro che fa il LIGHT TRAINER.
Lavoro che ho spiegato sommariamente qui:

IL LIGHT TRAINER(cosa fa?).Appena pubblicato uno studio tutto italiano che sta spopolando in queste ore come…

Posted by Angelo Rossiello on Monday, 20 May 2019

Le basi scientifiche del lavoro sono descritte in modo indiscutibile ed inoppugnabile sul mio libro INSONNIA. IL MALE DEL NUOVO SECOLO che potete acquistare qui:

A luglio il JOURNAL OF EVOLUTION AND HEALTH pubblicherà un nostro poster con la descrizione del lavoro con alcuni casi studio. Lo presenteremo a Londra l’8 giugno prossimo.

https://www.evolutionary-nutrition.com/

La parte pratica del nostro lavoro la spiegheremo in corsi che andremo a fare sul territorio nazionale.
I primi si terranno sabato 12 ottobre e domenica 13 ottobre in Emilia Romagna.

Pochissimi posti disponibili per sabato. Scrivere in PVT.

Concludo:
ENNESIMO studio appena pubblicato sul prestigioso CELL (2) ci dice, tra le tante cose che:

– La risposta all’insulina di tessuti metabolicamente rilevanti varia in modo diurno
Il che conferma che l’insulina è un ormone solare.

– I neuroni SF1 governano la variazione diurna della risposta all’insulina nel muscolo scheletrico

– Gli input leggeri trascinano la variazione diurna nella risposta all’insulina nel muscolo scheletrico

– Il guadagno o la perdita di funzione delle cellule causano insulino-resistenza nel muscolo scheletrico

Per cui cari amici, potete fare tutte le diete del mondo, ma se non vivete seguendo i ritmi del sole e della luna…
Non dimagrirete MAI, rischierete tutte le declinazioni della sindrome metabolica, cancro compreso (3) sarete soggetti a permeabilità intestinale (in accordo con il nostro POSTER) e quindi tutte le malattie autoimmuni, depressione per carenza di dopamina… Ecc… Ecc… Ecc…

RIFERIMENTI:

(1) https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/joim.12924
(2) https://www.cell.com/cell-reports/fulltext/S2211-1247(19)30573-X
(3) https://www.lastampa.it/2019/05/20/scienza/una-ricerca-conferma-non-ci-si-ammala-di-cancro-per-caso-o-per-sfortuna-q1hVN6bD8xDPyjngTQe8CO/amphtml/pagina.amp.html

Buona giornata a tutti.
Angelo Rossiello.

(Visited 262 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 52 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica). Co-autore de IL NUOVO VIVERE SECONDO NATURA ed autore del best seller INSONNIA. IL MALE DEL NUOVO SECOLO.

BISOGNA INTEGRARE LA VITAMINA D? VISIONE QUANTISTICA. (PARTE 7)

An in-depth considerations about melanoma and how to prevent it