LA FRODE DELLA CARENZA DI VITAMINA D

Scritto da Angelo

Categorie: integratori | Salute

6 Gennaio 2022

La frode della “carenza di vitamina D”.

Come funziona in campo medico una frode? E come opera? Seguite gli step e vedrete una serie di analogie incredibile sovrapponibili ai moderni vaccini, alle statine, alla metformina…

Primo passo.
Fai in modo che tutti si concentrino sulla 25OHD3 un parametro assolutamente fuorviante ai fini diagnostici.

A) Non rivelare al paziente che è la molecola è banalmente una molecola di riserva per lo più inattiva ai fini di attività biologica ma gli fai vedere solo che è “bassa” o “molto bassa”.

B ) Non rivelare che nel nostro corpo ci sono più di una dozzina di 25D diverse ed al più ne testiamo solo un paio. tenendo presente che negli infanti la forma 25OH EPI è persino superiore alla classica 25OHD3

C) Non rivelare alcune delle altre forme di 25D COMPRESE le principali che si trovano nei bambini sono analoghi non calcemici.

D) Non rivelare il fatto che il 25D e la sua proteina trasportatrice, la proteina legante la vitamina D, sono entrambi reagenti di fase acuta negativi, il che significa che il siero 25-(OH)D è un biomarcatore inaffidabile dello stato della vitamina D dopo un insulto infiammatorio acuto (o cronico) che si affibia alla stragrande maggioranza di persone etichettate come carenti.

E) Non rivelare che ogni articolo pubblicato sulla “carenza” è una mera associazione che viene dalla epidemiologia che diventa seria solo se risulta in una carenza della molecola attiva prodotta in cascata da essa.

F) Non rivelare che la stragrande maggioranza di tutti i documenti sulla carenza non esisterebbe nell’ambito dell’obiettivo che era in vigore prima del 2010 (aumentare SOLO il 25OH sierico!)

G) Non rivelare che aumentare solo il 25OH sierico tralasciando il 1,25(OH)2D3 (la forma che ha attività biologica nel corpo umano ed animale) ESATTAMENTE dov’era è una CAGATA PAZZESCA!

H) Non rivelare che per l’attività biologica del complesso ormonale D è fondamentale la funzionalità della VDR (Recettori della Vitamina D) e che se non funzionano questi qualsiasi tentativo di portare il 25OH nei range da loro inventati per costringere il 90% della popolazione ad integrare è totalmente inutile. Ma di VDR gli esperti si pronunciano al massimo dicendo che sussiste un difetto genetico che chiamano “resistenza”. TOTALMENTE INVENTATO.

I) Non rilevare che assumere VITAMINA D esogena è fortemente IMMUNOSOPPRESSIVO e per questo chi lo fa si “sente meglio” e/o “butta le stampelle” perchè va a spegnere la tempesta di citochine.

VITAMINA D INTEGRATA SELVAGGIAMENTE: E’ IMMUNOSOPPRESSIVA SEMPRE!

L) non rilevare che la malattia continua felice a prosperare, anzi viene alimentata tramite un intasamento ulteriore delle VDR che già funzionavano male e con la supplementazione peggiorano

M) non rilevare che possono insorgere altre malattie autoimmunitarie con sintomi sovrapponibili alle precedenti/precedente e quindi difficilmente diagnosticabili soprattutto in un regime di immunosoppressione totale

N) Non rilevare che la VITAMINA D non è una vitamina ma un potentissimo ormone secosteroide e quindi non si “supplementa” ma si fa una vera e propria TERAPIA ORMONALE SOSTITUTIVA (per lo più inutile se non si va alla reale causa del problema). veramente odiosa questa cosa e soprattutto che si possa vendere quest’ormone su AMAZON e cose simili. Un trucco semantico incredibile, una falla medica abominevole. Esattamente come chiamare “vaccino” un farmaco genico mRNA sperimentale e darlo a tutti con il ricatto di rimanere fuori dalla società ed affamato.

O) Non rilevare che chi propone quest’ormone o lo vende, o viene pagato (qualsiasi forma va bene, anche banali rimborsi spese viaggio) da ditte che lo vendono o spaccia “metodi” NON CONVENZIONALI miracolosi come il COIMBRA o l’APOLLO e ci costruisce una carriera.

LA FOLLIA DEL METODO COIMBRA

P) non rilevare che la TOS con la VITAMINA D sballa tutto il sistema elettrolitico creando squilibri nei rapporti calcio/magnesio, ferro, rame, potassio… Potenzialmente MORTALI. Integrare anche questi elementi in modo bilanciato è IMPOSSIBILE.

Q) non rilevare che la TOS con la vitamina D sballa il metabolismo del DHA, della VITAMINA A, della VITAMINA K… E chissà quanti altri microelementi che ancora la scienza non conosce.

Passo due.

Poi chiedi alle istituzioni (UNIVERSITA’) che formano i medici di scoraggiare il test della forma attiva usando qualsiasi tattica necessaria con grande influenza proveniente dal settore assicurativo perché è più costoso da testare per esempio a causa della sua breve emivita incredibilmente trascurando la consecutio temporum che anche mia figlia 11enne capirebbe.

In quest’ultimo anno, dopo la pubblicazione del mio libro VITAMINA D che ha stimolato centinaia di persone a chiedere la verifica anche della forma attiva, ho visto gente (tra cui MEDICI) suggerire che con un’emivita di 8-12 ore si potrebbe testare 1,25 D tre volte in un periodo di 24 ore e ottenere tre risultati diversi.

Anche se questo semplicemente NON è vero, per quanto riguarda il FATTO che i recettori della vitamina D, che non sono altro che una specifica proteina piegata in un modo molto specifico per creare una tasca o invaginazione unica, hanno un’emivita di circa 4-6 ore. Quindi la molecola che stanno dicendo di NON testare ha una vita più lunga rispetto ai recettori per cui è stata creata.

Però l’illogica deve travalicare la logica di base con un crescendo di follia che solo quella recente dei vaccini è sovrapponibile.

Questo mostra quanto sia dinamico il “Metabolismo della vitamina D”. E tutto questo è controllato dal gene VDR, NON da quanta 25D il corpo ha messo nel siero o quanta D3 ingozzi come un deficiente.

INCISO: pensano di combattere il COVID con la vitamina D3 ad altissimo dosaggio “perchè i vaccini sono mortali” e si rovinano la salute peggio che se avessero assunto il “vaccino”. FINE INCISO.

Tenete presente che per inserire la 25D nel siero, il corpo deve attivare la D3 e consentirlo in primo luogo. Gli input della D3 non determinano questo quantitativo perchè decide il corpo. Il corpo deve decidere di creare o assorbire il D3, quindi attivarla allo stato 1,25D per un recettore che doveva anche creare per poi attraccare nella posizione in cui ha richiesto la D e poi generare nuovi recettori. Questo è un processo molto dinamico e circolare rispetto a una conclusione che gli “esperti” della vitamina D danno per scontata prima che il D3 sia mai acquisito. Niente di tutto questo accade per caso.

Il corpo umano è malvagio intelligente. Infinitamente più intelligente del dispositivo dal quale sto scrivendo quello che stai usando per leggere ciò che ho scritto. È ora di rendersene conto.

Fase tre.

Ora che avete focalizzato tutti l’epidemiologia della 25D tramite associazioni e che ora potete impacchettare come fatti che non sono altro che correlazioni che sono uguali alla pseudoscienza di causalità, alzate l’obiettivo di creare un’enorme rete che intrappolerà quasi l’INTERO mondo. Questo è il pezzo veramente folle di cui sono sbalordito il mondo si è innamorato. I neri africani che prendono più sole di chiunque in Europa e figuriamoci in Nord Europa potrebbe tollerare ed anche loro sono etichettati dagli “esperti” come “carenti”. Questo in base ai range ultra-fisiologici che stabiliscono come obiettivo minimo del livello di 25OH.

Gli “esperti” etichettano quindi i loro corpi etichettati scolpiti per eoni nel loro DNA dalla Natura così stupidi perchè diventano troppo scuri per bloccare la produzione di VITAMINA D per soddisfare i loro obiettivi. È ridicolo a prima vista, ma ci cascano tutti.

Ed il tutto da banali associazioni con il 25D3 sierico.

È qui che la vitamina D si guadagna da me il titolo di “integrarla è la cosa più stupida che possiate fare”. E giustamente. Se solo tutte le persone malate avessero avuto un livello di 25D più alto, non avrebbero contratto quelle malattie a cui è associata la 25D bassa nella testa di questi “esperti”…

Ma si ferma qui perché tutti gli interventi non riescono a correggere questi stati patologici ma al massimo solo a dare un sollievo temporaneo (in alcuni casi anche di lunga durata) ma che poi porterà il conto ancora più salato. E questo è totalmente folle esattamente come pensare che un singolo limone abbia potuto curare lo scorbuto per via del suo contenuto di vitamina C. Infatti c’è vitamina C in una patata esattamente come in un limone. Ma la carenza di vitamina D è solo una situazione retrospettiva. Non è mai stato dimostrato che “integrarla” curi alcuna malattia.. Ogni intervento prima o poi fallisce. Hanno sempre bisogno di prove nuove e meglio progettate dopo l’ultimo fallimento nel dimostrarlo. Dagli anni ’30 che ci provano con i cibi e le bevande fortificate. È pura follia davvero.

Tempo di analogia.

Se domani aumentassero la velocità minima sulle autostrade a 170 km/h e ogni singola macchina che non può andare così veloce fosse etichettata come difettosa, nessuno ci cascherebbe. Eppure è esattamente questo è l’EFFETTO NETTO di spingere ad aumentare il livello del siero 25D per esempio da 20 ng/mL a +30. Ora i clienti degli “esperti” sono tutti a pezzi e mezzi malati (o totalmente malati) e tutto ciò che non va in loro è attribuito al loro livello 25D. Anche sudare durante lo sport sembra essere dovuto al livello del 25OHD3.
La follia è in realtà credere che un livello sierico di 25D di una persona sia la causa della loro malattia.

Ci avete mai davvero pensato? Vi rendete conto di quanto sia ridicolo, vero?

Quindi vogliono far credere che la cura per il cancro è riportare in “bolla” la vitamina D bassa? Hanno risolto anche l’enigma del cancro?
Quindi dicono che la causa per il diabete di tipo I è avere un basso livello di 25D? La 25D bassa è la causa del diabete di tipo I? Quindi mi stai dicendo che la cura per la sclerosi multipla non è essere bassi nella 25D? La 25D bassa è la causa della sclerosi multipla? Ma sono seri?
Dicono che la cura per gli attacchi di cuore negli uomini non è essere bassi in 25D? La 25D bassa è la causa degli attacchi di cuore negli uomini? Mi stai prendendo per il culo?
Quindi mi stai dicendo che la cura per le fratture è non essere bassi in 25D? La 25D bassa è la causa delle fratture?
Quindi mi stai dicendo che la cura per le cadute delle donne anziane è non è essere bassi in 25D? La 25D bassa è la causa delle cadute nelle donne? Sono CADUTO e non riesco a rialzarmi, dalle risate per quanto siamo stupidi a credere a questa ridicolaggine.

Quindi se siamo malati di covid e abbiamo la vitamina D bassa…

E tutti ci credono senza alcuna scienza che lo sostenga o lo convalidi. Questo grafico dovrebbe essere scientifico.


in pratica secondo questo studio la vitamina D curerebbe tutto… Ma non è così perchè è una banale associazione…
Per favore SMETTILA di essere così credulone.

Se hai la vitamina D “bassa” sei al 99% INFIAMMATO e devi andare alla causa del problema che non è la VITAMINA D ma ben altro.

PER APPROFONDIRE IL MIO ULTIMO LIBRO VITAMINA D:

QUI

 

 

Articoli recenti…

OCCHIALI DA SOLE ED I BAMBINI

OCCHIALI DA SOLE ED I BAMBINI

OCCHIALI DA SOLE ED I BAMBINI Pubblicato oggi un incredibile studio sul prestigioso CELL. Lo studio è eseguito su...