close
LA FRANCIA HA UNA LEGGE NAZIONALE CONTRO L’INQUINAMENTO LUMINOSO

LA FRANCIA HA UNA LEGGE NAZIONALE CONTRO L’INQUINAMENTO LUMINOSO

27 Gennaio 2019franciainquinamento luminoso130Visualizzazioni

Mentre in Italia si continua a fare propaganda politica spiattellando al povero ed ignaro contribuente come sono bravi a risparmiare soldi… Aumentando anno dopo anno il dannosissimo inquinamento luminoso…

Di Angelo

Esempio:

In pompa magna la regione Piemonte pubblicizza persino sui social la sua solerzia nel far risparmiare ai cittadini 1,9 miliardi di euro con un progetto di pochi milioni di euro.
Cambiare l’illuminazione stradale urbana ed extraurbana convertendosi sempre più verso la tecnologia LED

Annuncio su FB:

Il bando della Regione Piemonte per la riduzione dei consumi energetici e l’adozione di soluzioni tecnologiche…

Posted by Uncem Piemonte on Saturday, 15 December 2018

BANDO: qui

FILE SINTETICO A PROVA DI STUPIDO (eseguita da un mio collega): qui

Devo rilevare che, ancora una volta, il risparmio viene anteposto alla salute dei cittadini e dell’inquinamento luminoso a danno della fauna, nonostante ormai sia ben nota DA QUALCHE ANNO la tossicità della tecnologia a LED per i mammiferi tutti, soprattutto l’uomo che ha un legame debole melanopsina/retinolo nella pelle e nell’occhio. In che porta a distruzione circadiana e tutte le malattie metaboliche che sono in costante e continua ascesa…
Rimanendo allo sporco danaro, la coperta è corta. Da una parte risparmi 1,9 miliardi di euro (forse) dall’altra ne spenderai con gli interessi per l’emergenza Salute Pubblica (ed ambientale).

Il tutto in barba della Costituzione italiana che recita in modo chiaro e netto:

“Articolo 32
La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti….”

Faccio una semplice ricerca su pubmed, il più importante database mondiale che raccoglie tutti gli studi scientifici eseguiti, inserendo “light pollution” e “human health” e vediamo solo i primi 4-5 articoli che escono:

Danni all’ecosistema: qui

Gravissimi impatti sulla salute umana e possibile causa del disordine bipolare: qui

Idem come sopra qui

La luce artificiale la sera come distruttore ormonale: qui

La luce artificiale la sera aumenta il consumo di farmaci per problemi mentali: qui

Ecc… Potrei andare avanti per ore ed ore. Ma vi risparmio questo tempo…

Come vedete non è aria fritta… Ma cruda e nuda realtà dei fatti.

  • Uccelli migratori che sbagliano rotta
  • Biomassa di insetti che si riduce a ritmi folli dall’istallazione dei LED
  • Api che muoiono inspiegabilmente…
  • Salute umana che va a farsi friggere…

Il tutto è racchiuso e concentrato nel mio libro: INSONNIA. MALE DEL NUOVO SECOLO, per chi volesse approfondire, che potete acquistare su questo prezioso shopping online:

Insonnia. Il male del nuovo secolo

Come vedete ai nostri governanti che prima di tutto dovrebbero tutelare la nostra salute, credo e spero per ignoranza, se ne fregano altamente di valutare impatti ambientali e sulla salute dell’istallazione di tecnologie tossiche ed anti-evolutive. Inoltre si vantano di queste trovate!

Cari amici, oltre a chiedervi di condividere questo post a raffica, ed io lo farò anche sulla pagina della Regione Piemonte; l’unica cosa che vi sento di consigliare è davvero con tutto il cuore di leggere il mio libro ed imparare ed applicare semplici strategie di difesa atte ad auto-tutelare voi ed i vostri cari da questo scempio, che tra qualche decennio dovrà costringere le Amministrazioni ad un passo indietro evidenze GIA’ DISPONIBILI alla mano.

Oggi il mio appello rimarrà al 99,99% inascoltato…

Ma mentre l’Italia sta velocemente diventando un esperimento globale per vaccini e tante altre belle amenità come questa…
Guardate Milano vista da satellite, la città più inquinata al mondo dai LED…

IN FRANCIA…

Congratulazioni ai francesi! (su questo argomento, sia ben inteso!) L’anno si chiude bene con la nuova legge nazionale francese contro l’inquinamento luminoso per garantire l’osservazione del cielo notturno e il risparmio energetico, per tutelare la salute di uomini, piante ed animali.

I parametri significativi sono:

  • limitazione del flusso di luce verso l’alto all’1% del flusso totale
  • diminuzione del flusso totale di luce delle sorgenti luminose;
  • obbligo di utilizzo del colore “bianco-caldo” dei LED nelle zone urbane, mentre nelle aree naturali protette sono ammessi solo LED di tonalità “calda”;
  • in sostanza: fine dei LED freddi e bianchi, che sono i più inquinanti per l’osservazione del cielo e per la salute di persone e animali.
  • gli impianti di illuminazione non possono illuminare corsi d’acqua, fiumi, stagni, laghi e il mare;
  • spegnimento obbligatorio di illuminazione esterne e interne nelle attività commerciali entro un’ora dalla chiusura (entro due ore per i parcheggi), altri spegnimenti sono previsti entro l’una di notte (ad esempio edifici storici e monumentali).

In pieno accordo con la mia relazione del 2 dicembre 2018 scorso in quel di Livorno alla presenza dell’Assessore all’urbanistica della giunta pentastellata…
Speriamo che il messaggio sia stato recepito…

RIFERIMENTO: DISEGNO DI LEGGE

(Visited 91 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 50 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica)

ACQUA ALCALINA IONIZZATA (considerazioni sui costi)

CI SONO UOMINI E DONNE e poi omminicchi e donnicciule…