LA FOLLIA DEL METODO COIMBRA

Scritto da Angelo

Categorie: integratori | Salute

8 Aprile 2021

LA FOLLIA DEL PROTOCOLLO COIMBRA

Pubblicato ieri uno studio (teorico) su uno dei miei journal preferiti: FRONTIERS che tratta proprio del Protocollo Coimbra.

Una trattazione in piena linea con quanto scritto (e semplificato per i meno ferrati) nel mio libro sulla VITAMINA D. Una trattazione assolutamente corretta a mio parere ed in linea con le mie idee.

https://www.frontiersin.org/articles/10.3389/fimmu.2021.655739/full

Le conclusioni come sempre accade sono purtroppo errate.
———————————————————————–
Gli autori parlano di “resistenza alla VITAMINA D” nei malati autoimmuni dovuta al blocco dei recettori VDR per via di infezioni patogene (Th1 aggiungo io), particolarmente coloro con Sclerosi Multipla ed arrivano alla conclusione che i fattori per i quali ci si ammala sono genetici (alcuni polimorfismi sia che regolano la vitamina D che la vitamina A in primis, poi i PATOGENI (l’ipotesi alternativa alla insorgenza delle malattie autoimmuni) infine l’invecchiamento e la scarsa esposizione al sole.
(vedere immagini sottostante)

“The etiology of acquired vitamin D resistance. Polymorphisms of genes within the vitamin D system constitute the basis for a susceptibitly towards developing vitamin D resistance, and hence autoimmune diseases. Partial blockades of the vitamin D receptor through pathogens, glucocorticoids (chronic stress) and – putatively – environmental toxins such as heavy metals may interact with such a susceptibility so that vitamin D resistance emerges. Finally, low sun exposure and aging, which correlate with autoimmune diseases as well, will exacerbate this situation further”

PER I MEDICI COIMBRA ERA SOLO GENETICA LA “RESISTENZA” ORA ALMENO SI SDOGANA L’INFEZIONE BATTERICA DELLA QUALE PARLO DA ANNI.

BENE. Ottima trattazione e tutta condivisibile.

Arrivano alla conclusione che ad oggi non esiste alcun trattamento valido alla Scelrosi Multipla che il trattamento Coimbra ad alte dosi di vitamina D che chiamano correttamente TERAPIA e non SUPPLEMENTAZIONE come si legge su alcune bacheche.

Il trattamento prevede una terapia che parte minimo da 1000 UI per peso corporeo e poi regolare il trattamento in base a come scende (o non scende) l’ormone paratiroideo. Per cui ovviamente consigliano di farsi seguire da un medico.

NOTEVOLE NOTARE CHE:

  • non parlano mai di GUARIGIONE, parola che spesso scappa sia ai pazienti Coimbra che ai medici nella esaltazione generalizzata
  • presentano solo piccoli trail randomizzati di 6-7 mesi e non presentano dati ufficiali con tempistiche più lunghe
  • a parte un caso registrato di ipercalcemia non si sono mai avuti effetti tossici
  • non parlano MAI di altre 300 ed oltre tipi di versi di tossicità che si possono avere negli anni come squilibri elettrolitici, azzeramento della melatonina, stress ossidativo per il rilascio di ferro e rame per la deplezione di ceruloplasmina…
  • la dieta, confermano, va deprivata di alimenti con calcio (latte e letticini in primis). Ed altre limitazioni.
  • parlano di una sorta di auto-protezione alla tossicità (riferita alla sola ipercalcemia) della terapia dovuta proprio alla condizione della malattia per cui chi fa da esempio a chi sta bene del metodo Coimbra è un COGLIONE DEFINITIVO e parlo di medici e biologi con grande seguito sui social e quindi con enormi responsabilità morali
  • ecc…

INTEGRAZIONE DI VITAMINA D E DISREGOLAZIONE DELLA CERULOPLASMINA

——————————————————————-
Si vede a 300 miglia che questi ricercatori tedeschi sono anche loro fan della vitamina D e del metodo perchè, come sempre accade in medicina, non si importano minimamente delle cause sottostanti alla radice del problema, PUR DIMOSTRANDO DI CONOSCERLE il che è assolutamente INCREDIBILE E TOTALMENTE SCONVOLGENTE.
———————————————————————-
PECCATO CHE…

Peccato che i poliformismi sfavorevoli si creino esattamente per via di una vita CONTRO NATURA (esposizione al sole non sufficiente dalla nascita, alimentazione pessima dalla nascita, esposizione cronica onde elettromagnetiche non naturali (elettricità sporca, luce blu, campi magnetici, campi elettrici, radiofrequenze) infatti i tassi di malattia crescono al crescere della tecnologia.

Ma passi pure questo appena descritto sopra…

Quello che è assurdo è SAPERE DELLA INFEZIONE DA PATOGENI ai recettori delle VDR e non proporre NULLA, ma proprio NULLA per RISOLVERLA/MITIGARLA. SOLO DOSAGGI EQUINI DI ORMONE D… (VEDI FOTO)

INCREDIBILE OSSIMORO.

“In summary, we have reviewed evidence for the hypothesis of an acquired form of vitamin D resistance, developing on the basis of a genetic susceptibility from certain SNPs within the vitamin D system and its interplay with chronic stress and/or pathogen infections that are able to partially block the VDR”.

Leggete che l’infezione da patogeni blocca parzialmente le VDR e crea autoimmunità. Pazzesco.
———————————————————————
Ma la cosa più incredibile è che non sanno o fingono di non sapere che l’assunzione per lungo tempo (infinito) di VITAMINA/ORMONE D provoca:

  • immunosoppressione. E’ per questo che i pazienti MS “buttano le stampelle” perchè rallenta, esattamente per la natura della vitamina D che è un secosteroide il sistema immunitario che non rilascia più citochine infiammatorie e quindi SPEGNE (MOMENTANEAMENTE) IL SINTOMO.
  • ulteriore “resistenza alla VITAMINA D” (questa è folle) delle VDR in quanto queste sono persino più affini a legarsi alla forma di deposito 25OHD3 in un meccanismo di perfetto equilibrio dettato dalla evoluzione a contatto con la natura.
  • di conseguenza ULTERIORE infezione batterica in un loop di continuo NUTRIMENTO dei patogeni proprio dovuto alla terapia.
  • azzeramento della MELATONINA, l’ormone/neurotrasmettitore/antiossidante più importante del corpo umano (se fate Coimbra basta fare una semplice analisi della melatonina salivare per VERIFICA, se dovesse risultare OK chiedete a me il rimborso della spesa)
  • squilibri elettrolitici pesantissimi (si rischia anche la morte per infarto) e forte stress ossidativo
  • nel tempo una sovrapposizione di sintomi con il SICURO peggioramento della malattia che si vuole trattare ma con il possibile inserimento di altre malattie autoimmuni.

“Nel tempo” intendo anche anni ed anni dato il dosaggio crescente al quale, i medici COIMBRA, sottopongono i loro pazienti che neanche si domandano i perchè ed il percome di questi AUMENTI, anzi, alcuni li vedono come “successi” della terapia in un loop mentale e deficienza cognitiva fuori dal mondo.

VITAMINA D INTEGRATA SELVAGGIAMENTE: E’ IMMUNOSOPPRESSIVA SEMPRE!

E’ POSSIBILE CHE SOLO UN POVERO INGEGNERE DEBBA DIRVI QUESTE BANALITA’?
———————————————————————-
Tutti i riferimenti alle affermazioni di sopra li trovate nel mio libro VITAMINA D, un mattone di 450 pagine super referenziato che offre al lettore, anche più inesperto, tutti gli strumenti per muoversi nel mare magnum di stupidaggini che ci riferisce quotidianamente la medicina ufficiale e peggio ancora quella “alternativa”.

VITAMINA D

Buona giornata a tutti.
Angelo Rossiello.

(Visited 39 times, 8 visits today)

Ti può interessare…

Share This