La dieta dei Gladiatori romani era davvero simil-vegetariana? Pare proprio di si! Ma…

Scritto da Angelo

Categorie: Nutrizione

14 Maggio 2016

gladiator1

Spesso in siti filo vegani/vegetariani si legge che la dieta dei gladiatori fosse di cereali e legumi e scarsissima in proteine animali. Nonostante questo avevano, da reperti analizzati, ossa molto forti e sane. E quindi le solite rotture di scatole che gli uomini vegetariani hanno un fisico possente e via dicendo…

Allora ho voluto indagare se tutto questo fosse corrispondente al vero, perché c’era qualcosa che non mi tornava date le mie convinzioni. Oltretutto la dieta degli atleti olimpici dell’antica Grecia era basata sulla carne e le proteine animali, il che veniva da secoli di osservazioni e prove e mi pareva strano che i gladiatori potessero adottare una dieta completamente diversa… (1)

Ho cercato a lungo e, sinceramente, su pubmed (un autorevole database di lavori scientifici) ho trovato pochissimo in merito e, quel poco, sembrava confermare quanto detto dai vegani… Poi mi sono imbattuto su questo interessante lavoro archeologico (2) con tanto di commento di uno degli autori! (3).
FIAT LUX!

gladiator3

In sintesi:

  • i gladiatori venivano chiamati “uomini orzo” (per via della dieta ricca di questo cereale)
  • il dr. Grossschmidt ed il suo collaboratore Fabian Kanz hanno sottoposto alcune ossa di gladiatori (reperti trovati nella zona dell’Efeso in Turchia) ad analisi isotopica, una tecnica che misura oligoelementi chimici come il calcio, lo stronzio e zinco. Hanno avuto alcuni risultati sorprendenti.
  • rispetto alla media degli abitanti dell’Efeso, i gladiatori mangiavano più alimenti del mondo vegetale e pochissime proteine animali.
  • ma questa dieta simil-vegetariana non aveva niente a che fare con i diritti degli animali animali o altre scelte (per es. salutistiche).
  • i gladiatori, a quanto pare, erano grassi.
  • la scelta di consumare un sacco di carboidrati semplici, come l’orzo e legumi, come fagioli, era studiata accuratamente per sopravvivere nell’arena.
  • mangiare tanti carboidrati fa mettere molto peso e grasso cutaneo.

pone.0110489.g001

Il commento di Grossschmidt (un antropologo del team di ricerca austriaco):

i Gladiatori avevano bisogno di grasso sottocutaneo. Un cuscino di grasso che proteggesse, da ferite di taglio, nervi e vasi sanguigni in una lotta. Un gladiatore magro sarebbe stato come carne morta… e non sarebbe stato idoneo per un buon spettacolo.  Le ferite superficiali sono l’aspetto più spettacolare degli eventi. Se vengo ferito, ma solo nello strato di grasso, posso continuare a combattere. Non fa molto male e sembra una cosa eccezionale per gli spettatori.

gladiator2

Altra questione: ma una dieta di orzo e legumi avrebbe lasciato i combattenti con un deficit serio di calcio per garantire il turnover osseo ed avere ossa forti… Come mai i gladiatori avevano ossa sane e fortissime?

I resoconti storici narrano che si usava spaccare barili di birra (in legno) e mischiarli con ossa e carbonizzarli. Questo “integratore” è ricco di calcio.

Grossschmidt, commentando questa questione, aggiunge:

Qualunque fosse la formula esatta, questo intruglio ha funzionato dato che i livelli di calcio nelle ossa dei gladiatori erano “esorbitanti” rispetto alla popolazione generale. Molti atleti oggi devono assumere integratori di calcio. Evidentemente si sapeva anche prima.

Io aggiungo che un integratore del genere potrebbe essere estremamente alcalinizzante e, oltre alle ossa, probabilmente avrebbe favorito pure recupero muscolare dagli allenamenti ed forse anche dalle ferite. Vedi qui

Quest’articolo è il classico esempio di come approfondendo e studiando, anche incaponendosi a volte, si scopre il perchè ed il percome delle cose. Non occorre essere “scienziati”, i fenomeni basta osservarli; e centinaia di anni di tradizione gladiatoria romana hanno sancito persino quale fosse la dieta ideale per garantire sopravvivenza, spettacolo ed, al contempo, robustezza ossea (salute? Non credo, certamente i gladiatori erano soggetti molto giovani e, nella maggioranza dei casi morivano per morte violenta…).

IL NUOVO VIVERE SECONDO NATURA è il libro più completo al mondo su diete e stili di vita ancestrali e vi apre gli occhi su 1000 altre “truffe” mainstream. Oggi disponibile con l’aggiornamento al 2021.

Riferimenti:

(1) J Nutr. 1997 May;127(5 Suppl):860S-868S.
From Olympia to Atlanta: a cultural-historical perspective on diet and athletic training.
Grivetti LE1, Applegate EA.

(2) PLoS One. 2014; 9(10): e110489.
Published online 2014 Oct 15. doi: 10.1371/journal.pone.0110489
PMCID: PMC4198250
Stable Isotope and Trace Element Studies on Gladiators and Contemporary Romans from Ephesus (Turkey, 2nd and 3rd Ct. AD) – Implications for Differences in Diet
Sandra Lösch,Negahnaz Moghaddam, Karl Grossschmidt, Daniele U. Risser and Fabian Kanz
Link: full text

(3) Commenti degli stessi autori all’articolo (2): qui

Altre notizie utili sulla paleopatologia

Articoli recenti…

GLUTINE E IPOTALAMO

GLUTINE E IPOTALAMO

GLUTINE E IPOTALAMO Incredibile studio pubblicato qualche giorno or sono ed eseguito su cavie. Ma lo studio si può...

COLESTEROLO LDL E MITOCONDRI

COLESTEROLO LDL E MITOCONDRI

Il colesterolo LDL è demonizzato da tutti i medici di base e una pletora di cardiologi. I protocolli ministeriali...