La carne, come primo alimento per l’infanzia, è nettamente superiore ai cereali fortificati che normalmente suggeriscono i pediatri.

Scritto da Angelo

Categorie: Nutrizione | Pillole | Salute

16 Aprile 2015

La carne, come primo alimento per l’infanzia, è nettamente superiore ai cereali fortificati che normalmente suggeriscono i pediatri.

Traduzione ed adattamento: Angelo.

baby-first-food

Questo studio è stato intrapreso per valutare la differenza e gli effetti del consumo di carne o di cereali per l’infanzia fortificati con ferro, come il primo alimento complementare.

Sono stati arruolati 88 neonati allattati esclusivamente al seno di 4 mesi di età e, random, hanno mangiato purea di manzo o cereali fortificati per l’infanzia, come il primo alimento complementare, questo dal quinto mese di età al settimo compreso.  I ricercatori hanno tenuto un diario con dati alimentari, antropometrici, e dati di sviluppo fino a 12 mesi. I biomarcatori dei livelli di zinco e ferro di stato sono stati misurati al nono mese di età.

I risultati sono stati interessanti: mediamente l’assunzione giornaliera di zinco, da alimenti complementari, a 7 mesi per i bambini del gruppo carne era di 1,9 +/- 0,2 mg, mentre per il gruppo dei cereali era di 0,6 +/- 0,1 mg, che è appena il 25% del fabbisogno medio stimato. La tolleranza e l’accettazione sono stati simili per i due alimenti di intervento. L’aumento della circonferenza della testa da 7 a 12 mesi è stata maggiore per il gruppo alimentato a carne, ed i livelli di zinco e di proteine erano predittori della crescita della testa. Tendenzialmente i neonati alimentati a carne avevano un migliore score intellettivo.
Tuttavia in entrambi i gruppi sono stati trovati casi di carenza di zinco e ferro.

I ricercatori hanno così concluso:
L’introduzione della carne, come alimento complementare per i bambini allattati esclusivamente al seno, è fattibile ed è stata associata ad una migliore assunzione di zinco ed ad altri potenziali benefici. L’alta percentuale di neonati con evidenza biochimica di carenza di zinco e di ferro suggerisce che ulteriori indagini su pratiche di alimentazione complementare ottimali, per i bambini allattati al seno, debbano essere svolte in futuro.

Riferimento:
J Pediatr Gastroenterol Nutr. 2006 Feb;42(2):207-14.
Meat as a first complementary food for breastfed infants: feasibility and impact on zinc intake and status.
Krebs NF1, Westcott JE, Butler N, Robinson C, Bell M, Hambidge KM.

Tante altre notizie sulla salute dei nostri figli

Articoli recenti…

FOTOBIOMODULAZIONE E LUCE BLU

FOTOBIOMODULAZIONE E LUCE BLU

Dopo anni di divulgazione e migliaia di copie vendute dal best seller “INSONNIA: IL MALE DEL NUOVO SECOLO”, in cui si...