close
IPOCLORIDRIA ED ACLORIDRIA. QUESTI SCONOSCIUTI… (prima parte)
shop evolutamente

IPOCLORIDRIA ED ACLORIDRIA. QUESTI SCONOSCIUTI… (prima parte)

IPOCLORIDRIA ED ACLORIDRIA

Dato l’enorme lavoro che c’è alle spalle ti chiediamo un piccolo contributo per favorire la diffusione di queste informazioni anche nel futuro, tra le altre cose senza scopi commerciali. L’editore.

Uno dei problemi principali che mina la salute delle persone è l’ipocloridria.
Pensate che circa il 90% degli occidentali ha livelli inadeguati di acido gastrico (chi più e chi meno ovviamente). Questa condizione si chiama ipocloridria.
Livelli bassi di acido dello stomaco portano a una cascata di problemi digestivi, come gonfiore, gas e costipazione, digestione rallentatissima ecc..
Molti miei clienti si rivolgono a me lamentando questi problemi pur non essendo io competente in materia ed occupandomi d’altro. Alcuni lamentano una lunghissima via crucis tra ospedali, medici, medici alternativi… Senza alcun risultato, se non peggiorare ulteriormente nel tempo SPENDENDO MIGLIAIA DI EURO.
Prima di raccontarvi la cosa più nel dettaglio vorrei dirvi 3 cose a cui tengo.
I miei articoli del blog parlano del problema già da anni ed anni, molto prima che qualche guru del copia ed incolla s’impossessasse dell’argomento di cui, tra le altre cose io non posso e non voglio occuparmi.
Seconda cosa, la più importante a mio parere, se pensate di passare alla dieta paleo pensando di risolvere i problemi su citati, ma avete ipocloridria (come detto sopra) ed ovviamente non sapete neanche cosa sia nè immaginate di averla… Rischiate di stare molto ma molto peggio di prima. Infatti proteine animali necessitano di molto acido cloridrico per essere gestiti.
La terza cosa è che medici, gastroenterologi e guru di varia natura, non sanno nè cosa sia e nè come trattarla se non con FARMACI che non fanno altro che PEGGIORARE il problema nel medio e nel lungo periodo. E questo è ancora più vero STRANAMENTE con i medici paleo che sono, di fatto, dei poveri deficienti.
———————————————————-
Perché è così importante sistemare l’acidità di stomaco? Cominciamo con le conseguenze quasi comuni.
L’acido nello stomaco è fondamentale per disinfettare e uccidere i microbi e per ottimizzare la digestione, in particolare delle proteine. Quando il corpo non è in grado di produrre abbastanza acido nello stomaco, si verifica digestione pessima e una crescita eccessiva microbica.
A quel punto si fa quasi sempre un gravissimo errore… Prendere farmaci. E la cosa è causata dai medici stessi che li prescrivono!
Il volume normale del fluido acido dello stomaco è 20-100 mL con un intervallo di pH compreso tra 1,5-3,5. A causa della natura logaritmica della scala del pH, c’è una differenza significativa tra un pH di 1,5 e quello di 3,0 o 3,5. Per intenderci 1,5 è 10 volte più acido di 3. Per una digestione ottimale delle proteine, il pH dovrebbe essere compreso tra 1,5 e 2,2.
A quel punto, oltre ai microbi che vanno ovunque, risulta inefficiente “l’estrazione” di ferro, calcio, vitamine… Dai cibi. Risultato? Malnutrizione, anemie, malattie, dimagrimento eccessivo… Poi le vedremo nei prossimi giorni.
————————————————————-

CAUSE

Le cause più comuni per le quali la produzione di acido cloridrico cala (o addirittura si annulla!) sono le seguenti:
Uso cronico di farmaci che influenzano i livelli di acido gastrico, inclusi antiacidi, inibitori della pompa protonica e antagonisti del recettore H2 (gli stessi che sono dati per la cura!).
Infezione cronica da Helicobacter pylori (molto comune)
Persone con anticorpi anti-cellula antiparietale (anemia perniciosa, gastrite atrofica cronica, alcune malattie autoimmuni) (normalmente queste non sono le cause della ipocloridria ma, viceversa, sono causate dall’ipocloridria)
Intervento chirurgico di bypass gastrico (per dimagrire)
L’ipocloridria e l’acloridria aumentano con l’età. In un rapporto che ha esaminato 1590 persone, l’incidenza di acloridria è stata del 19% nella quinta decade di vita e del 69% nell’ottava decade.
Stress cronico, angoscia…
Malattie autoimmuni (biunivoca, tipo un cane che si morde la coda)
Mangiare velocemente
Cibo pessimo (granaglie, latticini, cibo raffinato industriale) (comprese le farine “paleo”, dolci “paleo” ed affini… Pani “paleo”…).
Vivere al chiuso e sotto luci artificiali ed onde elettromagnetiche in modo perenne
Ed altri…
—————————————————–
La prossima parte parlerò delle conseguenze a lungo termine dell’ipocloridria/acloridria. Successivamente dei possibili trattamenti naturali.
—————————————————
Il presente post non vuole sostituirsi in alcun modo al parere di un medico, anche se, purtroppo, non ci capisce un cazzo e fa solo danni.
——————————————————–
Seguite il nostro gruppo facebook che non fa sconti a nessuno!
——————————————————
Angelo Rossiello.
(Visited 459 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 52 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica). Co-autore de IL NUOVO VIVERE SECONDO NATURA ed autore del best seller INSONNIA. IL MALE DEL NUOVO SECOLO.

CORONAVIRUS: BAMBINI PRIME VITTIME DEL LOCKDOWN!

New Guidelines for Melatonin and Ascorbic Acid Supplementation During COVID-19 Maintenance and Infection Stages