Interrompere la terapia di statine salva più vite!

Scritto da Angelo

Categorie: Salute

28 Marzo 2018

La terapia con statine viene presentata come protezione contro le complicanze della cardiopatia ischemica (IHD). Grande articolo che vede protagonista un grande oppositore della terapia delle statine: il francese Michel de Lorgeril

Adattamento: Angelo

Poiché l’IHD è spesso una malattia fatale, le statine in teoria dovrebbero quindi ridurre la mortalità cardiovascolare e aumentare l’aspettativa di vita.

Tuttavia, questi benefici sono sempre più controversi nella comunità medica; la controversia è particolarmente intensa quando si discute degli effetti delle statine nella prevenzione primaria e delle conseguenze della sospensione di statine. Sia la prevenzione primaria che l’interruzione del trattamento sono state recentemente utilizzate dagli investigatori legati all’industria farmaceutica per giustificare e aumentare la prescrizione e il consumo di statine e altri farmaci che abbassano il colesterolo.

Si riportano qui di seguito alcuni recenti dati commerciali relativi alla prevenzione primaria con rosuvastatina: sospensione della statina e rispettivi effetti sull’IHD e sul tasso di mortalità generale.

I ricercatori concludono che:

  1. nonostante la recente montatura sollevata da HOPE-3 (un importante studio sulle statine), la rosuvastatina (una statina che abbassa il colesterolo) non è probabilmente vantaggiosa in soggetti a rischio intermedio senza malattia cardiovascolara (prevenzione primaria). Questo studio può anche rappresentare un tipico esempio di come la medicina basata sulle prove sia manipolata negli studi commerciali.
  2. La sospensione della statina non determina un aumento del IHD e della mortalità complessiva, almeno nei mesi successivi all’interruzione del trattamento.

Al contrario, si potrebbe anche concludere che la sospensione di statine potrebbe salvare più vite umane. Una possibile spiegazione di questa scoperta apparentemente paradossale è che chi usa statine in modo discontinuo, nello stesso tempo in cui interrompe la terapia con statine, probabilmente cerca di adottare uno stile di vita sano.

Sono necessari ulteriori studi per confermare gli effetti reali della sospensione di statine in varie condizioni cliniche.

Nel frattempo, i ricercatori non se la sentono ancora di affermare in modo certo che la sospensione di statine possa aumentare la mortalità o, al contrario, salvare vite umane.

Come dire: BRANCOLIAMO NEL BUIO PIU’ TOTALE..

RIFERIMENTO:
JCBMR
Recent Flaws In Evidence-Based Medicine: Statin Effects In Primary Prevention And Consequences Of Suspending The Treatment
Michel de Lorgeril et al.
Link: qui

Articoli recenti…