close
Interpretare uno studio è fondamentale… Un esempio! La resistenza alla Leptina

Interpretare uno studio è fondamentale… Un esempio! La resistenza alla Leptina

Recentemente, un team internazionale di ricercatori ha scoperto un meccanismo distruttivo a livello molecolare che causa un fenomeno ben noto associato all’obesità, chiamato “resistenza alla leptina”.

Di Angelo

Gli scienziati hanno scoperto che i topi alimentati con una dieta ricca di grassi producono un enzima chiamato MMP-2 che raccoglie i recettori dell’ormone leptina dalla superficie delle cellule neuronali dell’ipotalamo. Questo blocca la leptina dal legame con i suoi recettori. Inoltre impedisce ai neuroni di segnalare che lo stomaco è pieno e che bisognerebbe smettere di mangiare.

Questa è la prima volta che un meccanismo molecolare distruttivo è stato osservato e descritto.

Cosa non hanno capito però gli scienziati?

Le cavie sono gestite dall’uomo in laboratorio e non fasate alla luce solare. Inoltre i topi sono animali notturni con ritmi circadiani al contrario rispetto all’uomo…

Cara amica/o, se vuoi continuare a leggere l'articolo completo "Interpretare uno studio è fondamentale... Un esempio! La resistenza alla Leptina", puoi offrirci un caffè al tavolino tramite PayPal al costo di EUR 2.. I costi di gestione del blog sono diventati insostenibili per le nostre tasche. Se vuoi sostenere la corretta controinformazione e la tua consapevolezza o semplicemente avere una seconda opinione, dacci una tua mano! Le notizie che ti offriamo non le troverai da nessuna altra parte! Grazie di cuore!
(Visited 1 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 50 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica)

Editoriale di Angelo Rossiello: i figli, il nostro futuro.