INTEGRAZIONE SELVAGGIA DI VITAMINA D E COERENZA DELL’ACQUA BIOLOGICA

Scritto da Angelo

Categorie: Salute

30 Novembre 2021

INTEGRAZIONE SELVAGGIA DI VITAMINA D E COERENZA DELL’ACQUA BIOLOGICA

Abbiamo già visto in questo articolo del blog come l’integrazione selvaggia dell’ormone D possa inficiare la produzione di ceruloplasmina:

INTEGRAZIONE DI VITAMINA D E DISREGOLAZIONE DELLA CERULOPLASMINA

A parte i problemi già riscontrati nell’articolo precedente, la disregolazione del metabolismo del rame e del ferro può portare al problema più grave che ci possa essere.

Visto che tutte le reazioni biochimiche dell’organismo sono organizzate dall’acqua EZ-interfacciale-cristallina-colloidale-nanoscopica-coerente (ci sono molti modi di chiamarla ma il concetto è sempre lo stesso…), qualunque fattore vada ad inficiarne la struttura, finisce per provocare un deragliamento della coerenza del nostro corpo.

Il risultato? La malattia cari amici: quando la struttura dell’acqua biologica viene distrutta, l’organizzazione spazio-temporale dei processi biochimici va a farsi benedire…

In soldoni, partono a manetta infiammazione sistemica e stress ossidativo, danneggiamento dei tessuti, ossia le malattie degenerative e croniche che ben conosciamo e di cui discutiamo quotidianamente: sindrome metabolica, malattie cardiovascolari, malattie autoimmuni, cancro, invecchiamento precoce, declino cognitivo, ecc…

Ma come mai il ferro e il rame sono importanti per la struttura dell’acqua?

La luce ambientale (soprattutto nello spettro del rosso e dell’infrarosso ma anche altre lunghezze d’onda), entra in risonanza con gli atomi di rame, agendo sulla produzione di ATP e sulla struttura dell’acqua interfacciale.

Inoltre, “la ceruloplasmina catalizza l’ossidazione dello ione ferroso (Fe2+) nella forma ferrica (Fe3+).

La catalizzazione dallo stato Fe2+ a quello Fe3+ (e il relativo processo inverso), possibile grazie all’assorbimento della luce ambientale, permette di strutturare l’acqua e conferirle la “nuova fase”, indispensabile per la vita!

In Conclusione

L’integrazione selvaggia di vitamina D, agendo sulla regolazione del metabolismo del rame e del ferro, va a controllare indirettamente la struttura dell’acqua interfacciale, impattando il corretto svolgimento delle reazioni biochimiche dell’organismo.

La parola d’ordine è sempre bilanciamento, Yin e Yang, e solo la radiazione UV (e anche in parte l’alimentazione), permette di avere livelli fisiologici di vitamina D, agendo tra l’altro in sinergia con le altre lunghezze d’onda per creare e stabilizzare la struttura dell’acqua, invece di distruggerla come può potenzialmente fare l’integrazione.

E ora chi glielo dice al dottorone Coimbra e al guru dal triplo mento? Per loro esiste solo ed unicamente cibo (spesso ricettine da comfort zone) ed integrazioni selvagge ed insensate.

RIFERIMENTI:

The Case for Symbiotic Photovoltaic Effects in the Growth of Tetrahedral Oxy-subhydride (TOSH) Structures and their Function in the Biological Exclusion Zones of Anchored Polar Solvents Including Water – Part II

– Understanding water ~ Recognising life
PI water
More than just energised H2O
Dr. Stefan Lanka
——————————————————————
VITAMINA D

La Terapia Sostitutiva Ormonale con l’ormone D è la cosa più stupida che possiate fare e siamo a disposizione per qualsiasi confronto pubblico su questa scottante tematica che altro che il farmaco sperimentale che stanno facendo miliardi di persone al mondo…

https://shop.evolutamente.it/it/libri/171-vitamina-d-perche-supplemementarla-e-autolesionismo-puro.html

Buona giornata a tutti.
Angelo ed Alessio.

Articoli recenti…

OCCHIALI DA SOLE ED I BAMBINI

OCCHIALI DA SOLE ED I BAMBINI

OCCHIALI DA SOLE ED I BAMBINI Pubblicato oggi un incredibile studio sul prestigioso CELL. Lo studio è eseguito su...