I vegetariani hanno un rischio più elevato di subire ictus, infarto miocardico, embolia polmonare ed ostruzione dei vasi sanguigni…

Scritto da Angelo

Categorie: Nutrizione | Pillole | Salute

27 Settembre 2015

I vegetariani hanno una funzione piastrinica alterata ed i livelli di omocisteina totale più alti della media.

Adattamento: Angelo

ictus

Da questo studio del 1999 si è evidenziato che i vegetariani hanno:

  • una funzione piastrinica alterata e
  • livelli di omocisteina totale più alti della media.

La funzione piastrinica maggiore è una condizione dove il numero di piastrine è troppo alto ed il rischio è che si formino coaguli di sangue (trombosi), che possono ostacolare i vasi sanguigni e provocare eventi spiacevoli come ictus, infarto del miocardio, embolia polmonare o il blocco dei vasi sanguigni in altre parti il corpo, come ad esempio le estremità delle braccia o gambe…

L’Omocisteina totale alta invece può causare malattie renali e macroangiopatia che è la condizione dove grasso e coaguli di sangue si accumulano nei grandi vasi sanguigni ed ostacolano la normale circolazione. Ci sono 3 tipi di macroangiopatia: malattia coronarica (nel cuore), malattia cerebrovascolare (nel cervello), e malattia vascolare periferica (che interessa, ad esempio, i vasi delle gambe).

Riferimento:
Thromb Haemost. 1999 Jun;81(6):913-7.
Vegetarians and cardiovascular risk factors: hemostasis, inflammatory markers and plasma homocysteine.
Mezzano D, Muñoz X, Martínez C, Cuevas A, Panes O, Aranda E, Guasch V, Strobel P, Muñoz B, Rodríguez S, Pereira J, Leighton F.
Link: qui

Vegetariano? No, grazie!

Articoli recenti…