I Masai, la cui dieta è composta esclusivamente da carne e latte, non soffrono di problemi cardiaci.

Scritto da Angelo

Categorie: Nutrizione | Pillole | Salute

2 Dicembre 2015

400 uomini, oltre ad alcune donne e bambini masai in Tanganica, sono stati monitorati e hanno mostrato poca o nessuna evidenza clinica o chimica per l’aterosclerosi nonostante una dieta formata esclusivamente da carne e latte.

Adattamento: Angelo

masai

Questa interessante indagine risale al 1964.

400 uomini, oltre ad alcune donne e bambini masai in Tanganica, sono stati monitorati e hanno mostrato poca o nessuna evidenza clinica o chimica per l’aterosclerosi nonostante una dieta formata esclusivamente da carne e latte.

Gli uomini hanno bassi livelli di colesterolo nel siero e nessuna evidenza di malattia cardiaca arteriosclerotica.

Va anche inquadrato il periodo storico:
nel 1964 gli autori si trovavano in piena campagna mediatica “grassofobica” e quindi hanno cercato in tutti i modi di scoprire le cause di questa supersalute, nonostante la dieta basata su grassi; nello specifico saturi.

Colesterolo alimentare e problemi cardiovascolari, la fine di un bugia lunga 60 anni…

Gli autori, dopo essersi scervellati, ammettono che qualche meccanismo di protezione generale, come l’assenza di stress emotivo o l’abbondanza di esercizio fisico, possano essere fattori importanti.

Ma sono costretti a concludere che: il grasso dietetico non è responsabile per la malattia coronarica.

NOTAZIONE:

Il latte che bevono i masai proviene da mucche che potremmo chiamare “primordiali”, anche se è assolutamente improprio il termine, che producono latti con caseina A2. Circa 5000 anni or sono si è verificata una mutazione che ha portato la popolazione delle mucche nostrane ad avere una caseina A1 che è molto meno tollerata.
Da qualche anno sono in corso degli studi proprio su quest’argomento per riportare sulle tavole delle persone latti con caseina A2.

Il problema principale, a mio modo di vedere, risiede nel fatto che il latte che arriva sulle nostre tavole è PASTORIZZATO. Il latte pastorizzato peggio ancora con tecnica UHT diventa una poltiglia morta. Praticamente plastica.

Sei buoni motivi per evitare il latte che si trova comunemente nei negozi di alimentari o supermercati.

Bere il latte crudo, munto e solo filtrato dalla panna, rappresenterebbe una scelta sicuramente migliore anche se, evoluzionisticamente parlando, non sana. Un latte sicuramente più digeribile grazie agli enzimi e batteri vivi che contiene.
Restano intatte tutte le problematiche di base dei fattori di crescita.

Vuoi vivere (o simulare di vivere) secondo natura a 360° anche se vivi come un topo di fogna in una grande città?
IL NUOVO VIVERE SECONDO NATURA ed il “gemello diverso” INSONNIA. IL MALE DEL NUOVO SECOLO, in coppia sul nostro shopping al prezzo più basso del mercato.

Riferimento:
Journal of Atherosclerosis Research Volume 4, Issue 4, 8 July 1964, Pages 289–312
Cardiovascular disease in the masai
G.V. Mann, R.D. Shaffer, R.S. Anderson, H.H. Sandstead
H. Prendergast, J.C. Mann, S. Rose, J. Powell-Jackson, S. Moitanik, J. Ol Monah, S.M. Isaac, Onesimo H. Msangi, E. Frank J. Martin, J. Lane, I. Rasmussen, K. Dicks
Link: qui

La verità sui grassi saturi

Articoli recenti…

LUCE ROSSA PER LA PARODONTITE

LUCE ROSSA PER LA PARODONTITE

La parodontite è una malattia infiammatoria orale cronica che distrugge progressivamente le strutture portanti dei...