Gli sportivi vegani, tra realtà e (soprattutto) fantasia!

Scritto da Angelo

Categorie: Nutrizione | Salute

20 Giugno 2018

Da anni si sentono performance impressionanti di atleti vegani. Sembrano divenire superman con questa dieta.

di Angelo (ispirato da un post di Jack Kruse)

Funziona generalmente così: uno sportivo, già di alto livello che mangia tutto (anche merda), passa al veganesimo ed i primi giorni incrementa le prestazioni.
E via subito di titoloni! Il veganesimo fa volare!

Certo, togli la merda di cibo industriale e stai un po’ meglio, finchè la parte proteica e grassa (essenziali) non iniziano ad andare in sofferenza…  Quanto tempo ci vorrà? DIPENDE! Dipende da quanto si è giovani e da quante riserve si sono accumulate prima, da che sport si pratica… Potrà trascorre un mese o anche uno o due anni, prima di SCOPPIARE!

E a quel punto cosa succede? Il vegano non penserà mai alla dieta… Infatti questa nuova dieta l’ha fatto sentire così bene per giorni e giorni… E continua finendo di autodistruggersi…

Ma vediamo qualche esempio pratico:

  • Griff Whalen (28 anni) vegano dal 2014 fuori dal campionato di football nel 2016
  • Bryant Jennings: pugile vegano alla fine del 2013 (17 vittorie 0 sconfitte prima, 5-2 dopo)
  • Mischa Janiec: vegano dal 2015 – non vince 2 anni dopo. Body builder natural
  • Kendrick Farris: è vegano dal 2014 – dopo la medaglia olimpica del 2016 nessun dato sportivo
  • Patrik Baboumian (strongman) è diventato vegano nel 2011 sparito dopo il 2015
  • la bella australiana, grande promessa dell’atletica sui 400 m piani, Morgan Mitchell è diventata vegana 2014… Nel 2017 ha concluso il 26 ° posto ai campionati del mondo buttando al cesso una genetica mostruosa.
  • caso più clamoroso Novak Djokovic, tennista – prima diventa un fenomeno per anni adottando una dieta simil paleo vincendo slam e raggiungendo per mesi e mesi il n.1 al mondo, poi 3 anni fa adotta il veganesimo e, da 2 anni non vince una cippa
  • altro clamoroso Lewis Hamilton – pilota formula 1. recentemente passato al veganesimo oggi fa fatica a stare avanti al compagno di team Bottas.

Divertitevi anche voi a spulciare altri atleti vegani… qui

Personalmente bazzico da anni ed anni i campi di gara ed ho visto tanti forti sportivi amatori passare follemente al veganesimo, inizialmente ottenere anche ottimi risultati, ma poi sparire definitivamente.
Non posso far nomi in questa sede. Ne ho visto uno che andava fortissimo ed era anche muscoloso, passare al veganesimo e lasciare l’attività dopo un anno praticamente scarnificato. Continuava a dire che lasciava per gli infortuni e non per la dieta… Incredibile, negava l’evidenza.
Tendo anche a pensare che ci possano essere danni permanenti.

Per ulteriori info, acquistate il libro dello staff di evolutamente in cui si fa anche una disamina sul rischio problemi mentali in chi adotta diete esclusivamente vegetali: qui

Articoli recenti…