Gli Inuit non soffrono di cancro alla prostata…

Scritto da Angelo

Categorie: Nutrizione | Pillole | Salute

7 Ottobre 2015

Adattamento: Angelo

inuit-people

Quando ho letto quest’articolo sono rimasto a bocca aperta…

I tassi di incidenza e mortalità per cancro della prostata sono bassi tra gli Inuit, ma questo risultato deve essere ulteriormente supportato data la difficoltà di ottenere diagnosi mediche precise nell’Artico.

I ricercatori protagonisti di questo interessante lavoro hanno condotto uno studio autoptico tra il 1990 ed il 1994 analizzando di corpi di 61 maschi deceduti. Un gruppo certamente rappresentativo di tutti i decessi che si verificano in Groenlandia ed hanno trovato solo un campione con cancro alla prostata invasivo. Erano disponibili per 27 autopsie anche i dati istologici che non hanno rivelato il carcinoma latente.

I ricercatori hanno così concluso: i nostri risultati suggeriscono che il carcinoma in situ è raro tra gli Inuit e che la loro dieta tradizionale, che è ricca di omega-3 e selenio, può essere un importante fattore protettivo.

Per chi volesse approfondire, sotto trova il link con lo studio completo. Cosa diranno gli amici veg? Ricordiamo che la dieta degli inuit è composta 100% da cacciagione.

Riferimento:
Cancer Epidemiol Biomarkers Prev. 2003 Sep;12(9):926-7.
Inuit are protected against prostate cancer.
Dewailly E1, Mulvad G, Sloth Pedersen H, Hansen JC, Behrendt N, Hart Hansen JP.
Link: http://cebp.aacrjournals.org/content/12/9/926.long

Altre notizie utili su come prevenire e curare il cancro

Articoli recenti…