Gli integratori in commercio di vitamina C possono influenzare negativamente la salute? - EvolutaMente.it
close
Gli integratori in commercio di vitamina C possono influenzare negativamente la salute?

Gli integratori in commercio di vitamina C possono influenzare negativamente la salute?

15 Dicembre 2013ferroscorbutovitamina C1061Visualizzazioni

di Adrian Cooper

Traduzione ed adattamento: Angelo.

Fonte: NaturalNews

Con l’inizio dell’inverno freddo e umido arrivano pure la malattie da raffreddamento le influenze e altri fastidi stagionali. Molte persone acquistano la vitamina C, nella speranza di tenere a bada le malattie stagionali, senza rendersi conto della vera natura di questo integratore e le sue possibili conseguenze potenzialmente dannose.

La maggior parte degli integratori venduti come “vitamina C” non contengono vera vitamina C naturale ma acido ascorbico una sostanza chimica prodotta sinteticamente derivata dal glucosio mediante un processo chimico che coinvolge microrganismi, acetone, solventi pericoloso ed ipoclorito di sodio comunemente chiamato: candeggina.

L’acido ascorbico sintetico non ha le stesse proprietà biologiche e quindi i benefici della vera vitamina C che si trova per esempio nella frutta, nelle bacche, negli ortaggi ed in molte altre fonti naturali.

Alcuni marinai moderni che prendono grandi quantità di integratori di vitamina C, durante i lunghi viaggi, contraggono lo stesso lo scorbuto!

Infatti uno dei test empirici inconfutabili per verificare l’efficacia della vitamina C è se, anche assumendola in dosi sufficientemente elevate per un periodo di tempo, potrà prevenire lo scorbuto, una malattia associata ai lunghi viaggi dei marinai fino a poche centinaia di anni fa.

Ci sono stati diversi casi documentati di marinai moderni che intraprendono lunghi viaggi prendendo una grande quantità di integratori di vitamina C. Con il tempo i marinai, anche dopo aver raggiunto la loro destinazione, mostrano i primi sintomi dello scorbuto. Uno di questi casi è stato documentato dalla Dr.ssa Natasha Campbell McBride, autrice della dieta GAPS: Mercola.Fileburst.com.

La vitamina C naturale è efficace, perché gli alimenti naturali che la contengono, contengono anche molti altri costituenti fondamentali, quali enzimi, che la rendono biodisponibile per il sistema digestivo ed il corpo nel suo complesso.

I supplementi di vitamina C, base acido ascorbico, possono direttamente od indirettamente causare seri problemi di salute.

Di seguito un elenco con cui i supplementi di vitamina C possono portare conseguenze negative per la salute:

• Reagisce con il ferro contenuto negli alimenti “arricchiti”, causando condizioni neurologiche negative.*

• Può causare ispessimento delle arterie. (American Heart Association)

• provoca la perdita di energia e la resistenza. (American Journal of Clinical Nutrition)

• Aumenta il rischio di malattie cardiovascolari nelle persone con diabete. (AJCN)

• non fa assorbire altri minerali fondamentali causando carenze più ampie.

• Può causare un aumento del rischio di calcoli renali .

• uccide i batteri “buoni” nell’intestino, causando la soppressione del sistema immunitario, e la resistenza alle malattie.

* Nota: Come se non ci fossero già abbastanza modi creativi per l’industria alimentare per danneggiare la nostra salute, aggiungono ferro metallico finemente macinato per creare alimenti arricchiti, come la farina trasformata bianca, cereali ed altri, che sono stati originariamente depauperati del loro valore naturale nutritivo durante l’elaborazione intensiva. Lo fanno al fine di raggiungere livelli previsti da legge dei minerali di base, ad esempio il ferro.

Una delle manifestazioni più clamorose e convincenti della contaminazione di ferro negli alimenti è nei fiocchi di mais dei famosissimi Cornflakes: cereali popolari che ormai sono dimostrati essere magnetici. (Vedi i video di YouTube sui cornflakes magnetici).

L’acido ascorbico reagisce con il ferro elementare nel corpo per formare acido deidroascorbico, un ossidante dei radicali liberi che produce effetti negativi sui neuroni del cervello.

L’assunzione di integratori di vitamina C è del tutto inutile quando si segue una dieta bilanciata e nutriente tra cui frutta , verdura e altri prodotti naturali, meglio se crudi, perchè la cottura uccide molte delle sostanze nutrienti, come gli enzimi, che vengono abbattuti a 70 gradi Celsius e sono cruciali per l’assorbimento ed il processo di assimilazione dei nutrienti: vitamine e minerali nel suo complesso.

Concludendo: frutta e verdura contengono abbondante vitamina C naturale ed una vasta gamma di altri nutrienti, e sono la scelta migliore per mantenerci in salute ottimale questo inverno.

Fonti:

http://haydeninstitute.com

http://www.thedoctorwithin.com

http://www.naturalnews.com

http://altmedangel.com

http://www.thehealthyhomeeconomist.com

http://science.naturalnews.com

Discussione:

https://www.evolutamente.it/forum/viewtopic.php?f=7&t=175

(Visited 306 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 52 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica). Co-autore de IL NUOVO VIVERE SECONDO NATURA ed autore del best seller INSONNIA. IL MALE DEL NUOVO SECOLO.

Anche la polenta diventa un rischio?

L’assunzione alimentare di grano e di altri cereali e il loro ruolo nei processi infiammatori (parte prima)