GANIMEDE: AGOPUNTURA LASER

Scritto da Angelo

Categorie: Salute

16 Settembre 2021

GANIMEDE: AGOPUNTURA LASER

Cenni sull’agopuntura

L’agopuntura, componente chiave della Medicina Tradizionale Cinese, è praticata da oltre 2500 anni (alcuni testi sostengono addirittura 4000), ed è tra le pratiche di guarigioni più antiche al mondo.
È basata sull’idea della circolazione dell’energia vitale, il Qi, e sul concetto che uno sbilanciamento o un’interruzione del suo flusso sia legato all’eziologia delle malattie. L’agopuntura è volta al ribilanciamento del flusso, e sta progressivamente acquistando credibilità anche all’interno delle terapie mediche Occidentali.
Più recentemente, molti agopuntori hanno iniziato ad utilizzare la luce laser al posto degli aghi, tecnologia che permette un trattamento efficace, non invasivo, indolore, e con minori effetti collaterali.
Inoltre, le sessioni sono molto più brevi e i dispositivi sono comodi, pratici e portatili.

Perché la tecnologia laser?

La fotobiomodulazione può essere fatta con dispositivi laser (LLLT – Low Level Laser Therapy), oppure a LED (Light-Emitting Diode).
I laser, sono una sorgente di luce monocromatica, cioè opera in una singola e specifica lunghezza d’onda; i LED sono una fonte luminosa a banda stretta, ma non esattamente monocromatica.
Ma la peculiarità più importante della luce laser risiede nel concetto di coerenza, cioè la sincronizzazione spazio temporale delle onde, che lavorano all’unisono: in altre parole, si può dire che sono “in fase”.
La luce emessa da altre fonti luminose, invece, emette onde che si comportano singolarmente, ‘ignorando’ quello che fanno le altre.
Ecco spiegata anche la monocromaticità, dal momento che tutte le onde devono oscillare alla stessa frequenza.

A parità di luce emessa da varie fonti luminose, la luce coerente è molto più concentrata e potente, grazie alla coerenza delle onde.
La luce laser rimane concentrata in un singolo fascio, invece di diffondersi: ad esempio, i puntatori per le lavagne luminose riescono a proiettare in un punto a grande distanza.
Ed ecco perché la luce laser è molto efficace per gli interventi chirurgici, dove è richiesta un’elevata potenza concentrata in una zona ristretta.
Questo però la rende anche potenzialmente dannosa per occhi e tessuti se viene utilizzata in modo scriteriato (ovviamente in maniera dipendente dalla potenza del dispositivo).
L’effetto di concentrazione del laser lo rende ideale per l’agopuntura, penetrando più facilmente nei meridiani e viaggiandovi attraverso, raggiungendo zone del corpo anche molto distanti dalla fonte luminosa.
I laser vengono utilizzati nei sistemi di comunicazione ottica perché la luce coerente può essere trasmessa a centinaia e perfino migliaia di Km attraverso le fibre ottiche, con perdite molto limitate; e i meridiani energetici possono essere proprio assimilati a fibre ottiche.

I LED, d’altra parte, tendono a distribuire la loro potenza su una zona maggiore, ma senza viaggiare come il laser; questo li rende più adatti a trattare zone più ampie con un effetto più localizzato.

Quali sono i meccanismi biologici?

Il trasporto di energia e informazione tra i vari tessuti del corpo avviene secondo diverse modalità:

1- Onde elettromagnetiche scalari
2- Correnti elettroniche
3- Correnti protoniche

1- Le onde scalari magnetiche sono state scoperte dall’ingegnere tedesco Konstantin Meyl, e sono mediate dai vortici di potenziale del campo elettrico. I vortici di potenziale, al contrario delle correnti parassite, hanno un effetto di concentrazione e sono stabilizzati nei materiali dielettrici.
I tessuti connettivi, che formano i canali energetici, hanno proprio questo tipo di proprietà, che li rende una rete perfetta di fibre ottiche che corrono per tutto il nostro corpo.

La luce rossa e infrarossa stimola la sintesi di questi canali di comunicazione.

2- La luce rossa e infrarossa permette di costruire la struttura cristallina coerente dell’acqua biologica, che mette a disposizione un plasma di elettroni che possono essere liberati e utilizzati per alimentare le funzioni biologiche (reazioni redox), come in una vera e propria pila.

3- La natura elettrica del nostro corpo non riguarda solamente gli elettroni, ma anche i protoni. Vediamo più nel dettagio:

La ricercatrice Mae Wan Ho, che ha scoperto la struttura cristallina degli esseri viventi partendo dall’osservazione delle proprietà ottiche dei vermi, ha descritto come essa si estenda senza interruzioni attraverso la matrice extracellulare fino all’interno delle cellule.
La conclusione che ne deriva è che il continuum cristallino è la base della medicina energetica, che opera una vera e propria manutenzione di questa intricata rete di comunicazione.
Gli strati di acqua coerente nelle fibre di collagene forniscono percorsi conduttivi che permettono la comunicazione rapida tra i vari distretti del corpo, permettendo all’organismo di funzionare come un’entità unificata e sincronizzata.
Ci sono 14 meridiani principali che corrono su e giù attraverso la superficie corporea. I meridiani tendono ad essere localizzati lungo i tessuti connettivi tra i muscoli e tra i muscoli e le ossa e i tendini. L’agopuntura ripristina il bilanciamento trattando punti specifici, dove i meridiani raggiungono la superficie della pelle, e sono facilmente accessibili.
Alcuni ricercatori olandesi hanno utilizzato una luce infrarossa pulsata per eccitare le molecole d’acqua e sondare la vibrazione del legame covalente O-H dell’acqua allo stato liquido.
Il protone eccitato può essere trovato simultaneamente, delocalizzato, alla distanza del legame O-H da qualsiasi dei due atomi di ossigeno adiacenti che appartengono a due molecole d’acqua diverse. Questa delocalizzazione incrementa la probabilità di trasferimento dei protoni. L’energia di eccitazione dello stato delocalizzato è minore del 20% dell’energia del legame O-H.
Questo risultato testimonia le proprietà coerenti dell’acqua.
La chimica di base della vita è rappresentata dalle reazioni di ossidoriduzione, cioè il trasferimento di elettroni tra le varie specie chimiche, e il movimento di elettroni altro non è che una corrente elettrica.
Tuttavia, l’elettricità dell’acqua è così speciale che coinvolge anche il movimento delle cariche positive (i protoni).
Si ha un trasferimento protonico lungo una catena di molecole d’acqua connesse dai legami idrogeno, in cui un protone salta dentro ad un capo della catena, e un secondo salta fuori dall’altro lato, mentre gli elettroni sono spostati nell’altra direzione.
Questo tipo di conduzione è molto più veloce di quella elettrica nei fili conduttori, perché lo spostamento delle cariche avviene in un range molto breve.
Un’altra proprietà molto importante del collagene è la sua capacità di generazione della seconda armonica, cioè la combinazione con fotoni interagenti per formarne dei nuovi con il doppio dell’energia e quindi di frequenza doppia e metà lunghezza d’onda.
Questa caratteristica era precedentemente considerata appannaggio di materiali cristallini come il quarzo.
Guarda a caso, la generazione della seconda armonica nelle strutture di collagene dipende dall’idratazione, elucidando il ruolo fondamentale dell’acqua.

Alcuni ricercatori, hanno dimostrato la formazione di acqua altamente strutturata confinata nei nanotubi di carbonio con un diametro inferiore ai 5 nm, che è completamente diversa da quella presente in quelli più grandi.
L’acqua altamente ordinata presente nei nanotubi più piccoli è la sede della catena di molecole unite dai legami idrogeno.
Fullerton e i colleghi, all’Università del Texas, hanno presentato il modello di una struttura acquosa cristallina interconnessa con le molecole a tripla elica nelle fibre di collagene, che può essere sede di una superconduttività protonica.

I protoni, gli elettroni e le onde elettromagnetiche scalari, fluiscono nei tessuti e lungo i vari distretti del corpo, trasportando energia e informazione, permettendo in questo modo l’organizzazione spazio-temporale delle reazioni chimiche e ripristinando il bilancio energetico locale e globale.

La luce laser, nello spettro del rosso e dell’infrarosso, permette di organizzare l’acqua cristallina nelle strutture di collagene associate alla rete dei meridiani energetici, favorendo la delocalizzazione protonica ed elettronica che sono alla base delle relative correnti elettriche; inoltre, permette di organizzare la trasmissione di energia e informazione tramite le onde scalari magnetiche.
Tutto ciò è alla base dell’organizzazione spazio-temporale delle reazioni biochimiche, oltre a fornire energia per i processi.

La modalità pulsata è interessante per due motivi:

– Innanzitutto favorisce potenzialmente un’interazione risonante in grado di incrementare il grado di delocalizzazione delle cariche.
– In secondo luogo permette l’attivazione del metabolismo cellulare tramite la modulazione della permeabilità della membrana plasmatica all’acqua e ai nutrienti.

Attenzione a non confondere la luce pulsata all’effetto flicker, come avevamo già spiegato in questo articolo:

EFFETTO FLICKER E MARKETING DELLA SALUTE (LAMPADE PER FOTOBIOMODULAZIONE)

Ovviamente è un altro inganno dei markettari compulsivi per giustificare il lauto ricarico sulla vendita di cineserie a basso costo.

Conduzione protonica: I protoni “saltano” lungo una stringa di molecole d’acqua a legame a idrogeno

 

Acqua strutturata confinata in un nanotubo stretto (destra), a confronto con acqua ordinaria in un nanotubo più ampio (sinistra)

Flusso sanguigno

Le pareti dei vasi sanguigni, intrinsecamente idrofile, sono coinvolte nella formazione della cosiddetta “zona di esclusione”, carica negativamente, e i protoni si accumulano al di fuori, ossia nella parte centrale, creando un gradiente protonico assiale, che guida il flusso sanguigno.
Quindi, la radiazione rossa e infrarossa, che struttura l’acqua interfacciale, ha un importante effetto modulante del flusso sanguigno.

Inoltre, il pool di elettroni che viene reso disponibile dalla struttura coerente dell’acqua, permette di aumentare il potenziale zeta degli eritrociti, riducendo la viscosità del sangue e diminuendo la resistenza periferica al flusso, proprio come avviene con l’earthing.

Risultato: la fotobiomodulazione favorisce un netto miglioramento del flusso sanguigno!

In conclusione

L’agopuntura a luce rossa e infrarossa, permette di ripristinare in maniera efficiente e non invasiva il flusso di energia e informazione lungo i meridiani del corpo, in perfetto accordo con i principi della Medicina Tradizionale Cinese e con le evidenze sperimentali della scienza moderna, nonché di migliorare il flusso sanguigno, fondamentale per trasportare ossigeno e nutrienti a tutti i distretti del corpo.

GANIMEDE è un dispositivo da polso comodo e portatile che permette di beneficiare dell’agopuntura laser e della fotobiomodulazione intranasale in qualunque luogo e in ogni momento della giornata.

E fa anche la FOTOBIOMODULAZIONE INTRANASALE!!!! Di cui parleremo in un altro articolo.

Sono andate tutte esaurite in meno di 48 ore! Ne arrivano altre la settimana prossima e vi consiglio di prenotarle perchè le scorte sono limitatissime!

https://shop.evolutamente.it/it/biohacking-/210-ganimede-agopuntura-laser-e-fotobiomodulazione-intranasale-integrate.html

RIFERIMENTI:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6604908/

https://www.researchgate.net/publication/351014722_On_the_Driver_of_Blood_Circulation_Beyond_the_Heart

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6462613/

https://www.researchgate.net/publication/272648139_Illuminating_Water_and_Life

https://www.witpress.com/Secure/ejournals/papers/D&NE090101f.pdf

https://www.researchgate.net/publication/255996190_Super-Conducting_Liquid_Crystalline_Water_Aligned_with_Collagen_Fibres_in_the_Fascia_as_Acupuncture_Meridians_of_Traditional_Chinese_Medicine

Meridians

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3576907/

Buona giornata a tutti.
Articolo di Alessio Angeleri.

Articoli recenti…

VITAMINA D E INFIAMMAZIONE

VITAMINA D E INFIAMMAZIONE

Ecco l’ennesimo studio significativo sulla vitamina D e infiammazione che va interpretato “cum grano salis” [1]. È...