close
I fruttani, altri protagonisti ovviamente in negativo, dei cereali

I fruttani, altri protagonisti ovviamente in negativo, dei cereali

Un team di ricercatori con diversi membri dell’Università di Oslo in Norvegia e uno dell’Università di Monash in Australia hanno scoperto che il gonfiore, che molte persone sperimentano dopo aver mangiato alimenti contenenti ​​frumento, può essere dovuto alla sensibilità ai fruttani e non necessariamente al glutine, come si crede comunemente.

Nel paper pubblicato nella rivista Gastroenterology, il gruppo descrive gli esperimenti condotti con volontari che hanno mangiato cibi con e senza fruttani e/o glutine.

Fino al 13% della popolazione dice di soffrire di sensibilità al glutine perchè gli si gonfia lo stomaco dopo aver mangiato prodotti che lo contengono. Lo studio restituisce però risultati diversi. Sembra che la colpa di tale gonfiore potrebbe non essere imputabile al glutine (che crea ben altri problemi).

I fruttani sono dei tipi di carboidrati che si trovano nel grano ma anche in altri alimenti come le cipolle, l’aglio e altre verdure.

Ricerche precedenti hanno trovato un possibile legame tra i fruttani e i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile. Dunque, i ricercatori si chiedevano se fosse dietro anche ad altri problemi digestivi meno gravi.

Il grande articolo sui grani antichi di Alessio:

GRANO “ANTICO E MODERNO”: TRA FAVOLE E REALTA’

Per scoprirlo hanno arruolato 59 persone che si erano auto-diagnosticati intolleranza al glutine – ad ognuno è stato dato muesli in barrette durante il corso di diverse settimane ed annotare tutti i sintomi che sperimentavano. Alcune barrette avevano glutine, alcune avevano i fruttani ed altre non avevano nè l’uno nè gli altri.

Successivamente, i ricercatori hanno studiato i registri compilati dai volontari e hanno scoperto che  provavano  gonfiore solo quando mangiavano le barre con i fruttani; stavano bene quando mangiavano le barrette “controllo” e le barrette con glutine.

Secondo i ricercatori, questo suggerisce che è sarebbero i fruttani e non il glutine che causano problemi intestinali diffusi.

Questa teorie sono parte integrante della dieta FODMAPs.

Il riso si conferma il meno peggiore tra i cereali non contenendo né fruttani né glutine.

RIFERIMENTO:
Gastroenterology
Fructan, Rather Than Gluten, Induces Symptoms in Patients With Self-reported Non-celiac Gluten Sensitivity
Autori Vari
Link: qui

(Visited 1 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 50 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica)

Caponata di zucca