Esercizio fisico e dieta possono migliorare la varietà del microbiota intestinale

Scritto da Angelo

Categorie: Nutrizione | Pillole | Salute | Sport

10 Settembre 2015

Sintesi e adattamento cura di Mario

microbiome

Il microbiota umano, un tempo definito “flora intestinale”, è composto da centinaia di specie batteriche. Viene influenzato da diversi fattori riconducibili allo stile di vita, tra cui la dieta e l’esercizio fisico. Un recente studio si è soffermato sull’analisi di questi due ultimi aspetti.

Sono stati coinvolti nello studio atleti professionisti di rugby, per avere un gruppo di persone dedito a un regolare allenamento intenso, con una dieta associata all’attività fisica, e un gruppo di controllo. Si è riscontrato che il gruppo degli atleti differiva significativamente, come ci si aspettava, dal gruppo di controllo relativamente alla creatinchinasi plasmatica. Alti livelli di quest’ultima infatti indicano un livello intenso di esercizio fisico. Altre differenze sono state registrate rispetto a indicatori dell’infiammazione e metabolici. Di particolare importanza, secondo i ricercatori, è che tra gli atleti si è riscontrata una maggiore varietà di microrganismi intestinali, positivamente correlata al consumo di proteine e alla creatinchinasi (quindi, a dieta e allenamento intenso).

Lo studio, quindi, dimostrerebbe una correlazione positiva tra esercizio fisico e varietà dei microrganismi intestinali, in un rapporto complesso con l’alimentazione che, commentano i ricercatori, ha un ruolo molto importante.

Riferimento:
Siobhan F Clarke, Eileen F Murphy, Orla O’Sullivan, Alice J Lucey, Margaret Humphreys, Aileen Hogan, Paula Hayes, Maeve O’Reilly, Ian B Jeffery, Ruth Wood-Martin, David M Kerins, Eamonn Quigley, R Paul Ross, Paul W O’Toole, Michael G Molloy, Eanna Falvey, Fergus Shanahan, Paul D Cotter, “Exercise and associated dietary extremes impact on gut microbial diversity”, Gut doi:10.1136/gutjnl-2013-306541

Altre notizie simili

Articoli recenti…