Editoriale di Angelo Rossiello: FIAT LUX!

Scritto da Angelo

Categorie: Salute

16 Agosto 2018

Ultimamente gira sui social, persino in ambienti “evoluti” e finalmente direi, la notizia che la luce (solare) non è solo vitamina D… Cose che diciamo da anni ed anni… Ovviamente nessuna menzione per il sottoscritto o per evolutamente.it… Ma tanto ci siamo abituati.

Gira in particolare questo fantastico articolo pubblicato su Nature:

https://www.nature.com/articles/s41598-018-28254-8

Ovviamente questi soggetti riportano l’articolo senza neanche capire lontanamente le implicazioni che lo sottintendono… Infatti continuano a dare indicazioni cibo-centriche, integratori-centrici…

Si nota che ogni branca della scienza lavora all’interno del suo particolare paradigma. Non riesce ad aprirsi…

La VITA SECONDO NATURA tuttavia distrugge molte credenze e molte teorie scientifiche.
Nessun paradigma dovrebbe essere al sicuro sotto la lente d’ingrandimento di qualcuno che cerca di capire come la Natura possa essere al lavoro al di sotto delle nostre attuali credenze e precetti di verità.

L’uso dell’abbigliamento ha bloccato la luce solare AM, per le ultime centinaia di anni, dal contatto diretto con la pelle umana (UV e IR). Lo stimolo solare, sia sull’occhio che sulla pelle, tuttavia invia un segnale di densità di energia delle stagioni, di conseguenza, la nostra matrice crede che sia inverno tutto l’anno.

La situazione peggiora con l’uso di occhiali da sole e il rischio di luce blu (luci artificiali di cui parlerò estensivamente al prossimo paleomeeting) attraverso l’occhio a causa del rapporto intimo ma fragile tra la melanopsina ed il retinolo.

La benzina sul fuoco è il cibo. I carboidrati fuori stagione in inverno, il riscaldamento all’interno delle case, la luce blu, l’EMF emettono il segnale dell’estate e del giorno perpetuo; rendono l’aritmia circadiana blu-illuminata più tossica per gli occhi e la pelle. La nostra tecnologia ci ha fatto produrre un ambiente confortevole e sta guidando il caos biologico neolitico.

La mente non può distinguere il comfort/comodità dalla sicurezza e ha creato un inferno che conduce lentamente ed inesorabilmente alle malattie mitocondriali.

La luce artificiale causa il rallentamento del flusso di elettroni nelle matrice extracellulare (ECM) dei mitocondri perché le proteine ​​respiratorie si allargano e rallentano il tunneling degli elettroni. Nel frattempo DISTRUGGONO il meccanismo della MELANOPSINA collegato alle funzioni del Nucleo Soprachiasmatico e dell’orologio periferico ….

La melanopsina: il suo ruolo è cruciale nel promuovere la salute!

Quando l’ECT ​​rallenta, aumenta la regolazione metabolismo dei carboidrati attraverso le vie dell’AMPK come effetto collaterale che non un effetto patologico come molti credono oggi.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3759859/

Tutto questo accade solo per il cambiamento nella frequenza della luce che permettiamo nelle nostre vite. Il cervello non può dire al corpo che è giorno o notte; cosa che può fare solo la luce del sole… Perchè i mitocondri sono batteri arcaici assolutamente indipendenti, non controllabili dal nostro cervello!

Ciò che dà agli elettroni il loro stato di spin quantico in un radicale libero.

Di questo, i medici alternativi e ancestrali non ne sono consapevoli, per loro esiste solo il cibo e l’integrazione…
Il loro fallimento è CERTIFICATO dall’opzione d’uso di ormoni bioidientici ed altri farmaci… Addirittura si fanno belli facendoci conferenze…
 
Quando poi iniziano a capire l’importanza della luce che fanno? Vanno a studiare TERAPIE… Come la fotobiomodulazione e la LLLT… INCREDIBILE, non riescono ad uscire dai loro meccanismi soliti…
Sono quadrati…
 
Il miracolo della fisiologia del nostro cervello non è che si possa vedere il mondo così com’è. È che tu possa vedere il mondo come non lo è. Le sue apparizioni sono spesso illusioni…
Concludendo: leggete quanto scritto nella foto sotto…

La fisica quantistica certifica l’esistenza di tanti fenomeni che non si vedono.

“da eventi microscopici si generano eventi macroscopici”. Cit. prof. Wallace.

L’assenza di prove in un libro di biologia non certifica l’assenza di effetti.
Alle persone piace avere rinforzate le loro credenze per rimanere nelle lora squallida comfort zone.

Resistono, hanno timore ad uscire dalla loro cornice personale di riferimento.

Prima o poi vi dovrete piegare alla Natura ed accettarla. In caso contrario avrete un vita di merda o la morte…

Al paleomeeting ci saranno 2 relazioni sul tema luce e biologia quantistica. Il futuro è solo al paleomeeting.
Il resto è fuffa, sabbia negli occhi.

Per info, iscrizioni e costi (ancora agevolati):

https://www.paleomeeting.it/prodotto/partecipa-al-paleomeeting-in-tour-torino/

Buon proseguimento a tutti.

Senigallia lì, 12 agosto 2018.

Articoli recenti…