close
Editoriale di Angelo Rossiello: ATTACCO ALLE DIETE IPERPROTEICHE

Editoriale di Angelo Rossiello: ATTACCO ALLE DIETE IPERPROTEICHE

25 Agosto 2018dieta iperproteiche197Visualizzazioni

Dopo l’inutile articolo basato su studi osservazionali ed epidemiologici di 2-3 giorni or sono che trovate commentato esaustivamente qui:

Editoriale di Angelo Rossiello: CARBOIDRATI E RISCHIO MORTE…

passato dalla stampa persino su TOPOLINO, arriva quest’altro attacco alle diete evolutive da parte di uno dei giornali più mainstream dell’Universo: Repubblica.

Giornale mainstream da tutti i punti di vista, politico soprattutto.

http://www.repubblica.it/salute/alimentazione/2016/08/16/news/la_dieta_iperproteica_un_mito_quello_che_fa_dimagrire-144975722/

Premettiamo che lo stile dietetico che abbiamo abbracciato, la DIETA Secondo Natura volgarmente detta “paleo” NON E’ IPERPROTEICO. Ci troviamo nell’imbarazzante situazione di doverlo precisare quasi ad ogni articolo…

Prima cosa si rivolgono domande ad un professore Luigi Fontana, che sembra cadersene nei vestiti talmente è smunto e, probabilmente, già sarcopenico a 48 anni…
Ma questo conta molto poco…

Lui risponde dall’alto della sua “scienza” dicendo che le diete ad alto tenore di proteine funzionano 6 mesi, poi sono dolori… Non si dimagrisce più…

Inciso:
In effetti sappiamo dall’esperienza che, tante persone hanno un veloce dimagrimento i primi mesi e poi raggiongono un plateau. Ma questo accade perchè non si connettono con la Natura, come ampiamente dimostrato nel nostro VIVERE SECONDO NATURA.
Fine inciso.

Lo studio fa riferimento ad un articolo pubblicato nel 2016 (per cui non proprio così recente).
Uno studio dove il buon professore confronta 2 diete sia su topi che umani.

Ecco lo studio: qui

Lasciamo perdere i topi per ora, che saranno oggetto in settembre di un grande articolo di Alessio Angeleri,..
Io dico solo che, avendo un sistema circadiano opposto al nostro, gli studi su topi vanno attentamente valutati in virtù SOLO di questo… Valutazioni che devono venire da pensiero critico e ragionato…

Stasera vi offro solo 4 spunti.

  1. il professore ci mette in guardia da una dieta “iperproteica” prolungata, portando COME ESEMPIO un trial durato 43 giorni!?!?!?!?!? Follia pura. Con diari alimentari…
  2. le due diete che seguono gli umani NON SONO DEFINITE… Cioè noi non sappiamo COSA mangiano… Potrebbero mangiare bibitoni industriali, oli industriali… Proteine vegetali…
  3. la dieta “iperproteica” ha il 50% di proteine. Il resto? Cosa ha? Possiamo sapere quali grassi? Possiamo sapere quali carboidrati? Possiamo sapere quali proteine?

Potete controllare qui

Questi fenomeni considerano il cibo, in particolare le proteine, come spacchettate in aminoacidi… Non come cibo intero e vero… Un follia TOTALE.

4. andiamo alla fine dello studio e mi accorgo che i risultati sono stati progettati a priori. Infatti leggi… Tra i finanziatori/sostenitori:

Acknowledgments
We would like to thank all the members of the D.W.L., L.F., C.M.A., M.E.K., and M.J.M. labs for their assistance and insight, and the Davis lab for their continual support. We would like to thank Dena Cohen for advice and consultation, Tina Herfel (Envigo) for assistance with the formulation of the amino-acid-defined diets, and the reviewers of this manuscript, who greatly aided us with their suggestions. We thank Kathleen Obert, MS, RD, LD for the photograph of a sample dinner used in the slider image accompanying this manuscript and Clint Thayer for assistance with preparation of the slider image. The D.W.L. lab is supported by a K99/R00 Pathway to Independence Award to D.W.L. from the NIH/National Institute on Aging (AG041765), a New Investigator Program Award from the Wisconsin Partnership Program, and a Glenn Foundation Award for Research in the Biological Mechanisms of Aging, as well as startup funds from the UW-Madison School of Medicine and Public Health and the UW-Madison Department of Medicine. This research was conducted while D.W.L. was an AFAR Research Grant recipient from the American Federation for Aging Research. The L.F. lab is supported by grants from the Bakewell Foundation, the Longer Life Foundation (an RGA/Washington University Partnership), and the National Center for Research Resources (UL1 RR024992). This work was also supported by grants from the American Diabetes Association (1-14-BS-115) and the NIH/NIDDK (R01 DK102598) to M.E.K. The M.J.M. lab is supported in part by a Research Scientist Development Award from the NIH/NIDDK (K01 DK101683) and an Innovative Basic Science Award from the American Diabetes Association (1-16-IBS-212) to M.J.M. S.I.A.A. is supported in part by a fellowship from the American Diabetes Association (1-16-PMF-001). J.C.N. is supported in part by a training grant from the UW Institute on Aging (NIA T32 AG000213). I.K. is supported in part by McArdle Departmental Funds. S.E.C. was supported by the Rural and Urban Scholars in Community Health Program. This work was supported using facilities and resources from the William S. Middleton Memorial Veterans Hospital. This work does not represent the views of the Department of Veterans Affairs or the United States Government.

Tra i finanziatori scorrendo velocemente ci sono i famigerati NIH e American Diabetes Association ultrafinanziati dall’industria cerealicole ed olearie. Oltre che da tutte le aziende farmaceutiche dell’UNIVERSO INTERO.

Che indipendenza…

Infine:
Da questo studio (con cibo vero) si evince che aumentando le proteine a 4.4 GR kg mantenendo carbo e grassi costanti non vi è stato un aumento di grasso corporeo.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24834017

Quindi, persino aumentando le calorie non c’è stato aumento di peso… Nè altre problematiche.

Come questo studio, ne avrei altri 35 minimo. Con cibo vero e non spacchettato.

Avrei altre cose da aggiungere, tipo che ho perso un’ora della mia vita per leggere lo studio e sono incazzato nero, ma mi fermo qui.

Non credo ci sia altro da aggiungere.

Uno studio di merda senza alcun senso, ma ovviamente uno degli autori va a commentarlo in modo abominevole e senza alcuna attinenza su Repubblica…

Buona serata.
Angelo Rossiello.

Senigallia lì, 19 agosto 2018

(Visited 189 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 50 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica)

Lettera aperta al Sindaco ed agli assessori dei lavori pubblici e dell’ambiente del Comune di XXXXXXXX

Correre Naturale