close
Editoriale di Angelo Rossiello: sulle diete ed i medici

Editoriale di Angelo Rossiello: sulle diete ed i medici

14 novembre 2017dietemedici8Visualizzazioni

Ieri ho scritto le mie considerazioni sulle diete chetogeniche e mi è venuto in mente anche altro da aggiungere. Questo ha a che fare sia  con le diete chetogeniche che in generale con il mondo delle diete.

Riflettiamo insieme: da quando esistono i dietologi dal punto di vista evolutivo?

Praticamente da una 40ina di anni da quando è nata l’idea della piramide alimentare…  Per milioni di anni l’uomo, come tutti gli esseri animali planetari, non ne avevano mai sentito il bisogno…

La storia della “piramide alimentare”

Piramide alimentare che, come possiamo leggere dall’articolo, è dettata dalle lobby dell’industria alimentare e non da vere e proprie logiche salutistiche. Infatti TUTTE le linee guida nutrizionali planetarie sono errate.

Perchè la quasi totalità delle linee guida alimentari ufficiali sono errate?

Ma andiamo avanti:
Da quando esiste la dietologia, è esplosa l’obesità. Praticamente un ossimoro.

C’è qualcosa che non quadra dunque. Ma in TV e sui media nessuno ne parla. Dicono solo che è un problema e continuano a dare i soliti consigli (dettati dalle linee guida appunto) da anni ed anni. Il che peggiora sempre più la situazione.
L’evidenza è dimostrata dai grafici sotto.

Cosa può fare un dietologo di diverso da un nutrizionista o un semplice uomo della strada, come me?

PUO’ PRESCRIVERE DIETE GRAMMATE

Adesso non ho voglia di spiegare tecnicamente che questo non è possibile, che la teoria delle calorie è una bufala ecc…
Non mi va. E’ un argomento che abbiamo già trattato e che tratteremo in futuro sempre meglio.

Voglio però porre l’attenzione su una semplice e banale osservazione.

Come mai fino agli anni ’60-’70 eravamo tutti magri ed in forma senza diete grammate? Come mai gli uomini che vivono ancora come nomadi cacciatori-raccoglitori sono magri ed in forma senza prescrizioni? Come mai gli animali che vivono allo stato brado e selvatico sono tutti sani, forti e magri?
Come mai in questi individui/animali non c’erano/ci sono segni di malattie metaboliche?

Il mio amato Ministro della Salute belga (medico).

Le diete grammate, come le linee guida nutrizionali sono dunque una bufala che si ritorce contro il povere utente/cittadino, contravvenendo in modo clamoroso al giuramento d’Ippocrate.
Sia in termini di salute ma anche in termini di vita. Che vita è pesare, contare, grammare? Ma davvero…
Nella migliore delle ipotesi si dimagrisce, per poi recuperare tutto con gli interessi ed in pochi giorni…

Precisato questo, una brevissima ulteriore riflessione sulle diete chetogeniche.
Perchè alcuni medici ultimamente puntano a questo approccio? Perchè funziona! Ma funziona esattamente bene anche un approccio diverso, libero, senza forzature e senza grammature, come spiegato qui:

Editoriale di Angelo Rossiello: sulle diete chetogeniche

Allora perchè alcuni illuminati medici spingono proprio sulle diete chetogeniche?
Ma è semplice miei cari… Perchè sono diete grammate che solo loro, per legge, possono prescrivere.

Come sono solito aggiungere alla fine delle mie congetture: dovete imparare a diventare autonomi.
Prendete in mano il vostro destino… Con esso la vostra salute, che è il bene più caro. Vostro, dei vostri figli e di chi volete bene.

I medici dietologi farebbero bene a studiare ed approfondire le tematiche care alla Medicina Evoluzionistica e fare da educatori, piuttosto che prescrittori…

Buona giornata a tutti.

 

(Visited 4 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 50 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica)

I fruttani, altri protagonisti ovviamente in negativo, dei cereali