Editoriale di Angelo Rossiello: sulla morte di DAVIDE ASTORI

Scritto da Angelo

Categorie: Salute

4 Marzo 2018

Premesso che sono profondamente affranto per questa gigantesca tragedia che ha colpito il mondo del calcio, dello sport in generale e per la sua famiglia. In particolare la figlioletta. La morte di Davide Astori.

 
Devo però registrare:
 
a- la solita disinformazione dei media “ma come è possibile?” “era un atleta…” “era controllato”.
 
RAGAZZI VI INFORMO UFFICIALMENTE, COME DA ANNI FACCIO, CHE L’AGONISMO FA MALE, NON E’ NEL NOSTRO DNA DI CACCIATORI RACCOGLITORI.
 
RAGAZZI VI INFORMO ALTRESI’ CHE BASTA APRIRE PUBMED E FARE UNA SEMPLICE RICERCA, PER VERIFICARE, SENZA OMBRA DI DUBBIO, CHE I MORTI DI SUDDEN DEATH (MORTE IMPROVVISA) SONO PIU’ PREVALENTI TRA GLI ATLETI CHE TRA LA POPOLAZIONE NORMALE.
Vogliamo fare un elenco di morti? Che poi di moltissimi amatori evoluti neanche si parla… Mica fanno notizia?
 
DI COSA VOGLIAMO PARLARE ANCORA?
Ah già dei soliti medici che brancolano nel buio ma rilasciano interviste come fossero salvatori della patria? Invece contribuiscono alla disinformazione molto peggio dei giornalisti…
Neanche i dati sanno leggere.
INCREDIBILE!
Come sparare sulla croce rossa!
Infine i “bravi” allenatori, amanti dell’alto volume che contribuiscono in modo determinante all’esaurimento fisico e mentale degli atleti… Un pensiero anche per loro.
R.I.P. Davide Astori, morto per lo spettacolo più gradito alla mandria umana. Non ti conoscevo affatto ma ti sento molto vicino. Voglio ricordarti felice come nella foto che ho scaricato da internet.
Angelo Rossiello.

Articoli recenti…

LUCE E VIBRAZIONI

LUCE E VIBRAZIONI

Ecco un nuovo studio pazzesco che utilizza i meccanismi oscillatori per sbarazzarsi delle cellule tumorali:...