close
Editoriale di Angelo Rossiello: dieta vegetariana e DNA

Editoriale di Angelo Rossiello: dieta vegetariana e DNA

Una dieta vegetariana protratta per lungo tempo modifica il DNA innalzando il rischio di contrarre cancro e malattie cardiache.

Le popolazioni che hanno seguito una dieta prevalentemente vegetariana per generazioni hanno subito una mutazione genetica che ha elevato il rischio di cancro e malattie cardiache

Studi precedenti hanno dimostrato che il vegetarianesimo e veganesmo possono portare a problemi con la fertilità riducendo il numero degli spermatozoi.

I vegetariani potrebbero essere a rischio infertilità.

Ricerche separate dall’Università di Harvard hanno inoltre scoperto che una dieta ricca di frutta e verdura può avere un impatto sulla fertilità probabilmente anche per le elevate quantità di pesticidi.

Molti vegetariani faticano ad ottenere sufficienti proteine, ferro, vitamina D, vitamina B12 e calcio che sono essenziali per la salute. Uno studio ha rievato che i vegetariani avevano densità minerale ossea (BMD) circa il cinque per cento più bassa rispetto ai non-vegetariani (figuriamoci ai paleo…).

Tutti studi che potete trovare più dettagliati utilizzando il motore di ricerca di questo blog digitando “vegetariani” o “vegani”:
www.evolutamente.it

Per tutto il resto… E tante altre informazioni su questo tema e moltissimi altri:

#paleomeeting 14-15 aprile 2018. Rimini.
Ultime camere disponibili…

www.paleomeeting.it

RIFERIMENTO: qui

(Visited 241 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 50 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica)

Salute? Fondamentale riposare bene e… Dormire al buio pesto!

Un nuovo parametro per valutare la performance degli sportivi: la respirazione mitocondriale!