Per la Medicina Ufficiale non esiste alcun trattamento per la SINDROME DI GILBERT

Scritto da Angelo

Categorie: Nutrizione | Salute

16 Settembre 2017

Di Angelo

La sindrome di Gilbert, è una patologia benigna del fegato che si manifesta con iperbilirubinemia, spesso nel secondo decennio di vita. Ne è affetto circa il 7-8% della popolazione adulta.

E a carattere ereditario, trasmessa con modalità sia autosomica recessiva che dominante.

Un terzo dei pazienti affetti dalla sindrome sono completamente asintomatici; mentre i rimanenti due terzi accusano disturbi aspecifici quali dolori addominali, affaticabilità, cefalee e malessere. Nel periodo manifestante della sindrome, possono verificarsi momenti di depressione o semplice debolezza.

IMPORTANTE SOTTOLINEARE che:

per la MEDICINA UFFICIALE, NON ESISTE alcun trattamento per la cura di questa fastidiosa sindrome.

Il questo clamoroso case study il soggetto (una donna) con sindrome di Gilbert che dava problemi di stanchezza, forti emicranie e dermatiti (un quadro davvero FASTIDIOSO!), ha seguito inizialmente e per un anno una dieta paleolitica classica.

Schede: dieta paleolitica

La bilirubina totale era già rientrata nei parametri NORMALI dopo pochi mesi.

Nel frattempo gli episodi di emicrania si erano diradati. La donna aveva anche perso 5 kg andando sottopeso.

(ndr. purtroppo non tutti i già fin troppo illuminati medici “paleo” sanno tarare la dieta. In molti di loro resta fissa la saturofobia ed altri forti limitazioni, anche di minima logica di base, dovuti agli anni ed anni di indottrinamenti coatti. Infatti ad una semplice occhiata di un esperto praticone come me, la dieta era clamorosamente errata: proteine animali troppo magre. La dieta inoltre escludeva incredibilmente carni rosse ed organi che sono imprescindibili per la salute e per il controllo del peso).

Nei successivi 4 anni la donna ha continuato la paleo-dieta ma in una forma più restrittiva (chetogenica) ma che contiene GRASSI ILLIMITATI (più energia rispetto all’approccio errato precedente). I suoi parametri si sono mantenuti costantemente nei range di riferimento seppur in valori più alti. Gradualmente sono spariti tutti gli altri sintomi.


In poche parole la paziente sta bene e gli episodi sono praticamente spariti.

Aggiungiamo che il colesterolo totale è aumentato, soprattutto l’HDL. Clamorosamente, grazie alla dieta, i valori di ferritina sono cresciuti in modo incredibile e la donna ha messo su persino 4 kg di muscoli. La creatinina e gli altri parametri ematici, tra cui la vitamina D, sono ottimi.

Ora facciamo un esercizio: chiudiamo gli occhi ed immaginiamo, in questa fase storica neo-oscurantista, un medico italiano proporre un trattamento del genere in una clinica; come minimo lo arrestano!
Tieniti la sindrome di Gilbert e non rompere le scatole! Cosa sarà un po’ di pelle ingiallita?!?!?!?

RIFERIMENTO:
AJMCR
Gilbert’s Syndrome Successfully Treated with the Paleolithic Ketogenic Diet
Csaba Tóth (molto attivo su twitter), Zsófia Clemens
Link: qui

Articoli recenti…

LUCE E VIBRAZIONI

LUCE E VIBRAZIONI

Ecco un nuovo studio pazzesco che utilizza i meccanismi oscillatori per sbarazzarsi delle cellule tumorali:...