close
Dieta alcalinizzante e metabolismo proteico per la salute e l’attività fisica.

Dieta alcalinizzante e metabolismo proteico per la salute e l’attività fisica.

Introduzione: Angelo
Articolo che dedichiamo al grande Claudio Tozzi, deriso da anni, da menti ottuse, perchè promuove dieta, polveri ed acqua alcalinizzante per la salute e per il recupero sportivo.
Bisogna provare, testare e poi eventualmente parlare!
Di Isacco 
Pochi giorni è stato pubblicato uno studio che suggerisce che consumare una dieta che porti il pH del sangue più verso l’alcalinità, ovviamente rimanendo all’interno del range fisiologico 7,35-7,45, possa avere dei benefici per quanto riguarda il bilancio azotato del tessuto muscolare.
(nota: sembra poco portare un PH da 7,35 a 7,45 ma è tantissimo essendo la scala: logaritmica. Esempio passare da un PH da 7,35 a 7,45 significa praticamente raddoppiare la basicità e quindi la capacità di tamponare le scorie acide!).
Un pH più elevato viene definito più basico o alcalino.
Nello studio figurano ricercatori quali Stuart M. Phillips, uno dei massimi studiosi a livello mondiale del metabolismo proteico.
Il lavoro ha esaminato l’effetto dell’alterazione cronica del pH sanguigno verso range fisiologici e patologici sul metabolismo delle proteine muscolari e di tutto il corpo.  I ricercatori hanno ottenuto la variazione del pH voluta, tramite la supplementazione di sostanze appunto acidificanti (NH4CL) o alcanilizzanti (KHCO3).
Polveri alcalinizzanti?!?!? “CHE CAVOLO STAI DICENDO WILLIS?!?!?!?”

Risultati:

L’ossidazione della Leucina era NEGATIVAMENTE associata al pH.
Il bilancio netto della Leucina era POSITIVAMENTE  associata al pH.
La sintesi proteica miofibrillare era POSITIVAMENTE associata al ph.
In altri termini, il fatto che sintesi proteica ed il bilancio di leucina fossero associati positiviamente al pH, implica che maggiore era il pH (verso l’alcalinità) maggiore era la sintesi proteica e il bilancio di Leucina, ciò significa che la massa magra corporea era in crescita e non in perdita.

Nota:

La sintesi proteica è la costruzione di proteine a partire dai suoi costituenti aminoacidi. Il bilancio azotato è una grandezza che definisce quanto la sintesi proteica supera la degradazione proteica, e quindi se  il tessuto sta crescendo o meno.
Bilancio Azotato= Azoto Ingerito-Azoto Eliminato
Bilancio della Leucina= Leucina Incorporata nelle Proteine-Leucina Liberata dalla degradazione delle Proteine
L’acidosi metabolica può sopprimere la sintesi proteica muscolare in parte attraverso il danneggiamento dell’iniziazione della traduzione dell’mRNA“, hanno affermato i ricercatori.
La traduzione è la seconda fase della sintesi proteica, nella prima fase un gene viene “trascritto” in mRNA, nella seconda fase l’mRNA viene “tradotto” in una Proteina.
I ricercatori concludono:
I nostri dati dimostrano che il pH sanguigno ha effetti modificabili sulla cinetica delle proteine muscolari, di tutto il corpo e dell’albumina. E’ possibile che la normalizzazione del bilancio acido-base verso uno stato alcalino aiuterebbe a mitigare la perdita caratteristica di massa magra in popolazioni a rischio di acidosi metabolica clinica e subclinica attraverso l’attenuazione delle perdite di aminoacidi dovute all’ossidazione e a un miglioramento dei tassi di sintesi proteica miofibrillare“.
Importante comprendere che parliamo, non solo di stati patologici (come malattie renali), ma anche di stati fisiologici!
Lo studio ha utilizzato specifici composti acidi o basici per modificare il pH, tuttavia è palese che una dieta composta da un bilancio positivo verso cibi alcanilizzanti (o acidificanti) abbia lo stesso potere di modificare in modo cronico il pH sanguigno (all’interno dei range fisiologici).
Ricordiamo inoltre che una diete che porta a un pH verso l’acidità aumenta l’effetto del cortisolo (catabolico) sul tessuto muscolare.
INCISO:
La dieta paleolitica è una dieta ad altissimo potere alcalinizzante grazie ai buoni livelli di tuberi, verdure e frutta. Inoltre la cottura dolce delle proteine animali (o, ancora meglio, il loro consumo a crudo), permette i trattenere i sali alcalinizzanti nel cibo e di ottenere ulteriori benefici oltre alti livelli di aminoacidi essenziali come, appunto, la leucina!
INOLTRE:
Da notare che, altre evidenze, avevano mostrato un aumento del rischio di diabete di tipo II da una dieta acida (R) e un miglioramento delle performance sportive da una dieta alcalina (R).
Quindi una dieta alcalina sembrerebbe vantaggiosa sia in caso di patologie quali la sarcopenia che anche in ambito sportivo (dove l’allenamento duro aumenta le scorie acide favorendo perdita di massa muscolare), in cui il tessuto muscolare gioca un ruolo di primaria importanza.
Altre notizie simili: qui e qui
Riferimenti: cliccare negli iperlink
Chi è Isacco? 
21 anni, Personal Trainer, appassionato di salute e prestazione atletica, i suoi approcci alimentari preferiti sono la dieta Paleo, il Digiuno intermittente e la dieta Chetogenica. Ha intenzione di diventare un Formatore tramite il lavoro di Blogger e Youtuber con la sua creatura: Health&Performance. Non ama le generalizzazioni e le fallacie logiche. Il suo motto è:  con l’impegno puoi fare tutto. Si ispira alla frase di Ippocrate: “se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento e di esercizio fisico, né in eccesso, né in difetto, avremmo trovato la strada per la salute”.
(Visited 123 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 49 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui.

Ricette per una vita sana secondo natura: Morena Benazzi