close
Creme solari? No, grazie!

Creme solari? No, grazie!

25 Settembre 2017Creme solarimelanomasole1236Visualizzazioni

Porca miseria! Quanto ci hanno presi in giro con questa storia del sole che fa venire tutte le malattie possibili ed immaginabili… Quando invece ha creato la vita sulla terra! Invece ci consigliano le creme solari…

Di Angelo

Riflettiamo insieme su questo grande articolo! Sapete come il sole è stato diffamato per gli ultimi 30-40 anni come la causa principale del melanoma dai cosiddetti “esperti”?

Questo studio letteralmente ribalta la situazione. Cito le parti salienti dell’abstract:

  1. non si è trovata alcuna prova che le radiazioni UV dall’esposizione al sole all’aperto causino melanoma.
  2. si è scoperto che, paradossalmente (tutti i dermatologi e gli scienziati ci dicevano l’esatto opposto!) v’è una significativa correlazione tra il melanoma e la mancanza di esposizione ai raggi UV-B e bassi livelli di vitamina D.
  3. e che questo è vero per tutti i tipi di pelle, anche i bianchi “latte” che si scottano facilmente!
  4. non si è trovata alcuna correlazione tra scottature e melanoma (meglio comunque non scottarsi).
  5. ipotizzano che la sovraesposizione dei raggi UV-A da solo, senza l’intero spettro della luce solare attraverso le invetriate di casa o degli uffici e dell’uso dei filtri solari possano causare l’aumento nei melanomi, infatti il vetro filtra i raggi UV-B, ma non i raggi UV-A.

E’ L’ESPOSIZIONE AL SOLE CHE CAUSA IL MELANOMA O ALTRO? Sembra sia proprio altro…

Ripeto: le creme solari che pensi ti proteggano dal melanoma fanno esattamente l’effetto contrario!

In definitiva sappi che è molto meglio ottenere una quantità ragionevole di esposizione al sole senza bruciarti ogni giorno e poi andare all’ombra piuttosto che coprirti il corpo di schifose creme solari!

Thailand, Koh Phangan

Per gli anglofoni:

“Surprisingly, increasing UVR doses, which represent erythemally-weighted doses comprised primarily of UVB (290–315 nm) radiation, did not significantly correlate with increasing CMM incidence for people with any skin type anywhere in the world. Paradoxically, we found significant correlations between increasing CMM and decreasing UVB dose in Europeans with skin types I-IV. Both Europeans and Americans in some age groups have significant increasing CMM incidences with decreasing UVB dose, which shows UVB is not the main driver in CMM and suggests a possible role for lower cutaneous vitamin D3 levels and UVA (315–400 nm) radiation. CMM may be initiated or promoted by UVA radiation because people are exposed to it indoors through windows and outdoors through some sunscreen formulations. Thus, our findings may explain why some broad-spectrum sunscreen formulations do not protect against getting CMM”.

RIFERIMENTO:
Dermato-Endocrinology
Volume 9, 2017 – Issue 1
Cutaneous malignant melanoma incidences analyzed worldwide by sex, age, and skin type over personal Ultraviolet-B dose shows no role for sunburn but implies one for Vitamin D3
Autori Vari
Link: qui

(Visited 572 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 50 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica)

Perche la dieta paleo per alcune persone sembra non funzionare? Equilibrio acido-base. PARTE QUARTA

Seppie con batate viola