Circa il 45% dei farmaci antidepressivi sono prescritti senza motivo valido.

Scritto da Angelo

Categorie: Pillole | Salute

28 Settembre 2016

Adattamento: Angelo.

jld160010.pdf

Un piccolo lavoro statistico ma su ampio campione di riferimento (oltre 100.000 pazienti di circa 130 medici canadesi), recentemente pubblicato su JAMA, restituisce dati davvero inquietanti.
L’obiettivo dei ricercatori era capire per quali cause fossero prescritti gli antidepressivi che dal 2005 ad oggi hanno subito un’impennata di vendite crescente ed a ritmo impressionante.

Gli autori hanno scoperto che solo il 55 per cento delle prescrizioni sono per la depressione!
L’altro 45 per cento erano per:

  • ansia (18,5 per cento),
  • insonnia (10 per cento),
  • dolore (6 per cento),
  • attacchi di panico (4 per cento),
  • altre condizioni che nulla hanno a che vedere con la depressione, tra cui, INCREDIBILMENTE, il deficit di attenzione iperattività (ADHD), disturbi digestivi, disturbi del comportamento alimentare, l’emicrania e persino disturbi dovuti alla menopausa.

Gli autori sottolineano che non c’è alcuna evidenza scientifica di una qualsiasi utilità di questi farmaci per condizioni che non contemplino la depressione e che tutti i farmaci possono avere effetti collaterali indesiderati…

Rimanere basiti è davvero il minimo…

Non è forse meglio riconnettersi con la Natura?

INSONNIA. IL MALE DEL NUOVO SECOLO ti spiega per filo e per segno da cosa è dovuta la tua malinconia/depressione e ti spiega come fare per farti tornare il sorriso sulle labbra SENZA ASSUMERE NULLA E SENZA SPENDERE UN EURO!

Riferimento:
JAMA 2016
Treatment Indications for Antidepressants Prescribed in Primary Care in Quebec, Canada, 2006-2015
Autori vari
Link: full text

Tante altre notizie simili

Articoli recenti…

FOTOBIOMODULAZIONE E LUCE BLU

FOTOBIOMODULAZIONE E LUCE BLU

Dopo anni di divulgazione e migliaia di copie vendute dal best seller “INSONNIA: IL MALE DEL NUOVO SECOLO”, in cui si...