close
Aumento globale dei potenziali pericoli per la salute causati dall’interruzione circadiana indotta dalla luce blu nelle moderne società.

Aumento globale dei potenziali pericoli per la salute causati dall’interruzione circadiana indotta dalla luce blu nelle moderne società.

2 febbraio 2018luce blumalattiemelanopsinaritmi circadiani146Visualizzazioni

I mammiferi ricevono informazioni luminose attraverso gli occhi, che svolgono due funzioni principali: visualizzare immagini ed adattamenti fisiologici provocati dalla luce (ormoni e tanto altro).

di Angelo

I fotorecettori formano immagini e inviano le informazioni attraverso le cellule del ganglio retinico al cervello per la ricostruzione dell’immagine. Al contrario, i fotoresponsi che non formano immagini differiscono ampiamente dalla regolazione del diametro della pupilla all’adattamento dell’orologio circadiano.

Le risposte non formative sono mediate dalle cellule gangliari retiniche che esprimono la melanopsina fotopigmentata. Le cellule che esprimono la melanopsina costituiscono l’1-2% delle cellule gangliari della retina dei mammiferi adulti, sono intrinsecamente fotosensibili e integrano le informazioni fototipiche da bastoncelli e coni per controllare l’adattamento non formante (l’immagine).

Spettri di azione di ipRGC e di melanopsina fotopigmentata hanno un picco intorno ai 480 nm della luce blu.

La comprensione della funzione melanopsina ci consente di riconoscere notevoli effetti fisiologici della luce blu, che è sempre più importante nella società moderna che utilizza diodi emettitori di luce (luci artificiali, tablet, smartphone…).

Il disallineamento della ritmicità circadiana viene osservato in numerose condizioni, incluso l’invecchiamento, e si ritiene che sia coinvolto nello sviluppo di disturbi legati all’età, quali depressione, diabete, ipertensione, obesità e cancro. La corretta regolazione della ritmicità circadiana mediante un’adeguata illuminazione è quindi essenziale. Questa prospettiva introduce i potenziali rischi dell’eccessiva luce blu per la salute umana attraverso la distruzione del ritmo circadiano e la privazione del sonno. Conoscendo gli aspetti positivi e negativi, questo studio sostiene l’importanza di essere esposti alla luce in momenti e intensità ottimali durante il giorno, basati sul concetto dell’orologio circadiano, in definitiva per migliorare la qualità della vita per avere una vita sana e più lunga.

PUBBLICITA’ A FIN DI BENE

Come alcuni di voi sanno sono un esperto del settore approfondendo l’argomenti da oltre 10 anni; su richiesta posso fare consulenze sia sulla persona che addirittura, come ingegnere, a livello progettazione illuminazione delle abitazioni.
Contatti angelo@evolutamente.it (aprirò partita IVA a stretto giro).

INOLTRE INIZIATE A PROTEGGERE LA VOSTRA SALUTE E QUELLA DEI VOSTRI CARI:

Come molti di voi sanno, abbiamo da qualche tempo concordato un’affiliazione con una importante azienda produttrice di occhiali blue blocker australiana.

Gli occhiali, oltre ad essere carini esteticamente e di possibile utilizzo ovunque, sono certificati e filtrano più del 98% di luce blu e più del 90% di luce verde (qui). Per l’acquisto potete cliccare QUI e scegliere il modello che più vi piace, avrete anche un piccolo ma significativo sconto del 5% inserendo il codice ANGELO.
I modelli con lenti ambra sono veri e propri blue blocker, i modelli con lenti più leggere sono utilissimi durante il giorno per lavorare al PC e sostare in uffici pesantemente illuminati da luci artificiali.
Ci sono modelli per bambini ed anche uno con clip per chi già indossa occhiali correttivi il visus (che consentono notevole risparmio).

I prezzi sono abbordabilissimi. Dai 55 ai 60 euro più circa 16 euro come spese di spedizione. I prezzi sul sito sono in dollari australiani, non fatevi ingannare!
Sono disponibili anche lenti graduate, ovviamente fornendo la prescrizione completa (solo modello da sera).

RIFERIMENTO:
NPJ Aging Mech Dis. 2017 Jun 16;3:9. doi: 10.1038/s41514-017-0010-2. eCollection 2017.
Global rise of potential health hazards caused by blue light-induced circadian disruption in modern aging societies.
Autori Vari
Link: qui

(Visited 65 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 50 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica)

Articolo durissimo contro l’industria delle statine da parte del prestigioso BMJ.

Sulla glicina e la sua importanza per la salute umana: il glifosato e tanto altro…