close
Articolo durissimo contro l’industria delle statine da parte del prestigioso BMJ.

Articolo durissimo contro l’industria delle statine da parte del prestigioso BMJ.

31 gennaio 2018colesteroloindustriastatine359Visualizzazioni

Come i nostri lettori sanno, uno dei cavalli di battaglia del nostro blog è l’impossibile battaglia contro le informazioni distorte del main stream sul colesterolo e sulle famigerate statine.

di Angelo

In questi giorni pubblicato sul prestigioso BMJ un articolo durissimo contro le multinazionali farmaceutiche delle statine… Persino i medici, dato il costo contenuto del farmaco, pensano che siamo ridicoli a combattere questa battaglia perchè, a loro dire (non sanno fare neanche 2 banali calcoli) l’industria non ci guadagna nulla… Infatti le statine costano poco… Ma se prescritte a milioni e milioni di persone…

Ma leggete pure:

Le statine sono i farmaci che abbassano il colesterolo più ampiamente prescritti nel mondo. Nonostante la scadenza del brevetto, si prevede un aumento delle entrate economiche per prescrizione di statine, con vendite totali previste in, UDITE UDITE, 1 trilione di dollari USA entro il 2020.

Sapete quanto è un trilione?

1.000.000.000.000 DOLLARI!!!! MILLE MILIARDI DI DOLLARI! META’ DEL DEBITO PUBBLICO DEL NOSTRO DISASTRATO PAESE…

Tra i medici è scoppiata un’aspra disputa sui suggerimenti che le statine dovrebbero essere prescritte a milioni di persone sane a basso rischio di malattie cardiache.

Si teme che i benefici siano stati esagerati e che i rischi siano stati sottovalutati. Inoltre, i dati grezzi sull’efficacia e la sicurezza delle statine vengono tenuti segreti e non sono stati sottoposti ad esame da parte di altri scienziati indipendenti. Questa mancanza di trasparenza ha portato a un’erosione della fiducia del pubblico. Medici e pazienti sono stati ingannati riguardo ai reali benefici e ai danni delle statine, ed è ormai urgente che vengano rilasciati i dati grezzi degli studi clinici.

IN-CRE-DI-BI-LE!

RIFERIMENTO:
BMJ
Statin wars: have we been misled about the evidence? A narrative review
Maryanne Demasi PhD
Link: qui

(Visited 214 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 50 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica)

Il caos totale nel mondo della nutrizione ed il contributo che potrebbero dare gli ingegneri

Aumento globale dei potenziali pericoli per la salute causati dall’interruzione circadiana indotta dalla luce blu nelle moderne società.