close
Alti livelli di menaquinone (vit. K2) potrebbero ridurre il rischio di malattie cardiocircolatorie.

Alti livelli di menaquinone (vit. K2) potrebbero ridurre il rischio di malattie cardiocircolatorie.

27 Novembre 2013menaquinonevitamina K1439Visualizzazioni

Alti livelli di menaquinone (vit. K2) potrebbero ridurre il rischio di malattie cardiocircolatorie.

a cura di Angelo.

vitamin-k-facts-multivitamin-review1

Scopo di questo studio era capire se ci fossero effetti sul rischio cardiocircolatorio della vitamina K che, come già noto, inibisce la calcificazione vascolare.
Pertanto sono state monitorate tra il 1993 ed il 1997 ben 16.057 donne di età tra I 49 ed I 70 anni esaminando le loro assunzioni con la dieta di vitamina K1 e K2 ed i loro sottotipi e le relative incidenze di rischio cardiocircolatorio.
E’ stato utilizzato un questionario dietetico ed i dati analizzati con complessi calcoli statistici.
Ci sono stati 480 casi di malattie cardiocircolatorie nel periodo monitorato.
Le conclusioni dello studio sono state: l’introito di vitamina K1 non è stato associato a malattia cardiocircolatoria, mentre per quanto riguarda la vitamina K2 c’è stata un significativa associazione tra livelli di assunzione e riduzione rischio cardiocircolatorio.
I ricercatori hanno concluso che sarebbero necessarie ulteriori ricerche per stabilire i livelli ottimali di assunzione di vitamina K.

ndr: ricordo che la vit. K è contenuta in quantità significative nelle spezie e negli alimenti fermentati.

Riferimento:
Nutrition, Metabolism & Cardiovascular Diseases (2008) xx, 1e 7
ª 2008 Elsevier B.V. All rights reserved.
G.C.M. Gast a,b,*, N.M. de Roos a, I. Sluijs a,b, M.L. Bots a, J.W.J. Beulens a,
J.M. Geleijnse b, J.C. Witteman c, D.E. Grobbee a,
P.H.M. Peeters a, Y.T. van der Schouw a

Altre notizie sulla vitamina K

(Visited 527 times, 1 visits today)
Angelo

Angelo

Angelo 50 anni, ingegnere, papà di una bellissima figlia, ex ciclista e triatleta agonista con alcuni risultati apprezzabili. Dal 2004 ha sperimentato su se stesso la dieta paleo abbinata allo sport di endurance e seguito decine di altre esperienze analoghe su, forum tematici, di altri atleti ed appassionati come lui. Uno degli organizzatori dell'evento "paleomeeting", past president, attuale segretario e socio fondatore del SIMNE (Società Italiana di Medicina e Nutrizione Evoluzionistica)

Lingua di vitello in salsa tonnata

Morte improvvisa: correre maratone potrebbe essere pericoloso per il cuore